SES e gli scenari futuri della TV satellitare

Aprile 2013
L’evento ha permesso di condividere i principali trend, mondiali e locali, sul futuro della TV, con particolare attenzione all’alta definizione, all’evoluzione della linear TV e del ruolo dell’OTT e della IPTV. Temi caldi per il mercato televisivo europeo e italiano che hanno offerto spunti per interessanti dibattiti anche sul ruolo futuro del satellite, che si riconferma strumento fondamentale per la trasmissione di contenuti televisivi e, in particolare, driver dell’HD.
Principale infrastruttura televisiva in Europa - con SES tra i maggiori operatori del settore - il satellite raggiunge 84 milioni di abitazioni TV e nel 2011 ha superato il numero di abitazioni raggiunte rispetto alla TV terrestre o via cavo.

«La forte crescita del satellite in Europa evidenzia i vantaggi che una tale infrastruttura è in grado di offrire quando si parla di qualità e possibilità di scelta, soprattutto rispetto alle nuove tecnologie emergenti e alla convergenza con Internet - ha dichiarato Pietro Guerrieri, General Manager di SES Italia - Nessuna infrastruttura è al pari del satellite nel supportare lo sviluppo e la fruizione dell’HD e dell’Ultra HD. Crediamo fermamente che l’alta definizione sia destinata a diventare lo standard per eccellenza per la trasmissione dei contenuti televisivi anche in Italia dove, per motivi diversi, la crescita di HD e TV satellitare appare rallentata rispetto agli altri paesi europei».
L’intervista completa in cui Pietro Guerrieri illustra strategie, visioni e progetti futuri di SES nel nostro Paese è visibile su YouTube (www.youtube.com/watch?v=5WM4bmNL0Uk).
www.ses.com

Pubblica i tuoi commenti