Si aggrava la crisi di Premiere

Novembre 2008. Dopo che la pay-tv tedesca ha annunciato perdite per il 2008 tra i 40 ed i 70 milioni di euro, il valore del titolo in borsa è crollato in pochi giorni del 48%.
Come se non bastasse, il ricalcolo del numero degli abbonati effettuato il 30 settembre scorso utilizzando lo stesso metodo di altre pay-tv ha portato alla luce un buco di 940mila clienti.

Si tratta in parte di accordi con partner che non sono ancora stati finalizzati in attivazioni (606mila) e di ex clienti che possiedono ancora la smart card di Premiere (334mila).

Secondo il nuovo calcolo, quindi, Premiere avrebbe circa 2,4 milioni di abbonati e non 3,3 come precedentemente annunciato.
«Stiamo conducendo un esame approfondito di tutti i settori della compagnia - ha dichiarato Williams - e siamo certi che, dopo gli opportuni correttivi e la messa a punto di nuove strategie, Premiere potrà riprendere a crescere ed a generare profitti».

www.premiere.de

Pubblica i tuoi commenti