Sky “piratata”, GDF oscura portale web

Luglio 2013
L’operazione è stata attivata in seguito alla denuncia di Sky nei confronti del portale internazionale Futurbox, gestito da un’organizzazione ucraina  che operava su server localizzati in Ucraina, Germania, Russia e Romania. Con 8 euro al mese, il portale offriva l’accesso in streaming ai contenuti “premium” con una qualità decisamente bassa e senza tutti i servizi a valore aggiunto che Sky mette a disposizione dei propri abbonati.

Sembra però che, con poco più di 100 euro, fosse possibile acquistare un decoder e quindi ottenere le chiavi d’accesso sempre sul web (Card Sharing) e accedere a tutta la programmazione di Sky con la stessa qualità degli Skybox originali. Oltre all’oscuramento del portale, attraverso l’inibizione degli indirizzi DNS che consentivano di raggiugere i siti che rinviavano al portale Futurbox, le Fiamme Gialle hanno effettuato perquisizioni a Bari e Taranto nei riguardi di due persone che, secondo le indagini, spedivano in Ucraina le smart card necessarie per accedere ai servizi Sky e promuovevano in Italia i servizi offerti da Futurbox attraverso due siti italiani, anch’essi sequestrati.

Pubblica i tuoi commenti