Sky prova le tecnologie Thomson

Novembre 2013
La pay-tv italiana ha scelto la piattaforma di Thomson per ricostituire le condizioni di trasmissione end-to-end Ultra HD e reali, dall’acquisizione e dalla transcodifica HEVC di contenuto, sino alla visione su schermi 4K.
«HEVC è il futuro della trasmissione dei contenuti in Ultra HD e 4K, ma fino a poco tempo fa questo tipo di dimostrazione non era realizzabile per l’assenza di un sistema completo in ambienti di produzione» - ha affermato Massimo Bertolotti, direttore del reparto progettazione e innovazione di Sky Italia.
Il sistema video ViBE VS7000, una delle prime implementazioni dello standard di compressione emergente HEVC, è stato ideato per ridurre i costi di gestione degli operatori nella distribuzione di servizi TV convergenti, tra cui WebTV e OTT, e le tradizionali applicazioni IPTV e via cavo. Il sistema ViBE effettua una transcodifica HEVC dei file 4K mentre lo streaming server Sapphire di Thomson Video Networks riproduce il contenuto Ultra HD codificato HEVC per trasmetterlo sugli schermi televisivi. I test sono solo il primo passo di un lungo cammino che porterà Sky ad offrire ai suoi abbonati alcuni contenuti premium in 4K, forse già a partire dal prossimo anno o al più tardi nel 2015.
www.thomson-networks.com
www.sky.it

Pubblica i tuoi commenti