Arriva Sky Q, la nuova generazione della pay-Tv satellitare

Sky Q Platinum telecomandoDopo l’esordio nel Regno Unito, anche per l’Italia è arrivato il momento del lancio ufficiale di Sky Q, un’offerta, come afferma la stessa Sky, che “apre un nuovo capitolo nell’innovazione tecnologica dell’azienda, un percorso che porterà gli abbonati verso l’esperienza di visione più evoluta e coinvolgente di sempre”.

Sarà possibile prenotare Sky Q già dal 23 novembre, mentre la commercializzazione inizierà il 29.

Il costo di attivazione sarà di 199 euro, inclusivo di installazione da parte di un tecnico specializzato, di uno Sky Q Platiunum e di uno Sky Q Mini.

Per gli abbonati da più di 6 anni il canone aggiuntivo sarà di 4 euro, mentre per nuovi clienti e clienti da meno di 6 anni sarà di 15 euro.

Per estendere il servizio Sky Q in più di due stanze della casa è necessario dotarsi di Sky Q Mini aggiuntivi a un costo aggiuntivo unitario di 69 euro.

Sky Q, lo ricordiamo, è un ecosistema di prodotti e servizi. Al centro di questa architettura c’è il box principale che si collega alla parabola e che dispone di una memoria da 2 terabyte e può registrare fino a 4 programmi contemporaneamente mentre se ne vede un quinto (fino a 1.000 ore di contenuti in HD). Il box si collega in wi-fi alla rete internet di casa e, tramite gli Sky Q mini, alle altre Tv di casa. A tutto questo si aggiunge l’App Sky Go che, integrata al sistema, consente di vedere Sky in casa e fuori casa sia su tablet sia su smartphone usando un’unica interfaccia, che guida la navigazione e la fruizione. Tutti i programmi - lineari, registrati e on demand – diventano disponibili con immediatezza e senza più limiti di tempo e di spazio.

Con Sky Q, perciò, la visione si apre a tutta la casa. A partire dalla Tv principale, Sky Q collega tra loro tutti gli altri schermi creando un ambiente di fruizione semplice e fluido. I contenuti televisivi possono così passare in “contenitori” diversi e assumerne la forma: grande come il Tv, versatile come il display di un tablet o come quello di uno smartphone.

Navigare tra i contenuti

Sky Q offre un’esperienza di visione tutta nuova. A partire dalla nuova Home di Q che accompagna la visione ovunque, dalle Tv ai device, garantendo una navigazione più facile e immediata tra i contenti. Un’interfaccia intuitiva e uniforme su tutti i dispositivi, progettata per valorizzare i servizi più avanzati, attuali e futuri, e per semplificare ogni operazioni come:

- la modalità di scorrimento della guida tv ai programmi, con la programmazione settimanale di tutti i canali della piattaforma.

- lo zapping avanzato, che permette di vedere un’anteprima di cosa va in onda su un altro canale grazie alla miniTv, il picture in picture che consente di continuare a seguire il programma principale

- la ricerca di un contenuto specifico, digitando semplicemente una parte del titolo del programma, o il nome del regista o dell’attore. Che il programma ricercato sia in diretta, registrato o nel catalogo on demand, Q lo troverà in pochi istanti.

SKY Q interfaccia

Vedere Sky ovunque

Grazie a Sky Q, i contenuti si muovono con l’abbonato sia dentro sia fuori casa. La famiglia di prodotti collegati a Sky Q in modalità wireless portano infatti la stessa esperienza di fruizione su tutti gli schermi di casa.

È infatti possibile guardare un programma sulla Tv del salotto (magari mentre se ne registra un altro), vederne uno differente sulla Tv in camera da letto, un terzo sul tablet e un quarto sullo smartphone, fino a un quinto sul televisore in camera dei bambini. Tutto contemporaneamente, mantenendo le funzioni di registrazione, pausa e accesso alle proprie registrazioni e al catalogo on demand. Inoltre, in qualsiasi momento si può interrompere la visione su uno schermo e proseguirla su un altro, dal punto esatto della pausa.

Con l’app Sky Go Q è possibile portare sempre con sé oltre 40 canali, le proprie registrazioni e il catalogo on demand (anche su smartphone, su cui oggi Sky go non è disponibile), integrare perfettamente la visione dentro e fuori casa. Con la massima semplicità, infatti, si possono trasferire direttamente dal box Sky Q le registrazioni sul tablet o sullo smartphone per guardarle ovunque senza che sia necessaria una connessione alla rete.

Infine, il sistema consente, senza interrompere la visione, di accedere anche alle app di Sky Sport, Sky TG24, Sky Meteo 24 e My Photos, per scorrere le proprie immagini sul grande schermo. Sky Q permette inoltre di ascoltare musica: sia dai canali Sky sia dall’app Vimeo integrata. Ma anche utilizzando i dispositivi personali, come iPhone, iPad o smartphone e tablet Android, tramite Air Play e Bluetooth.

Sky Q su mobile

Sky Q, un sistema in espansione

Sky Q apre la strada a una serie di servizi e funzionalità che, nei prossimi mesi, esalteranno ancora di più la visione e faranno evolvere ulteriormente l’esperienza degli abbonati.

È previsto entro marzo 2018 l’arrivo del 4K HDR (High Dynamyc Range), di un motore di ricerca evoluto (proporrà contenuti in base ai gusti della persona e a ciò che vede abitualmente) e di una soundbar chiamata Sky Soundbox. Questa, sviluppata in collaborazione con Devialet, è capace di ottimizzare il suono in funzione del contenuto che si sta vedendo regolandone automaticamente il volume.

Tra le novità a calendario c’è anche il Voice Control, che permetterà di svolgere tutte le funzioni tramite comandi vocali.

 

There are 4 comments

    1. Fabrizio Pincelli

      Con Sky Q il servizio Multivision è praticamente incluso, quindi può disdire quello che ha attualmente. Grazie allo Sky Q mini, che fa parte del pacchetto base, viene infatti abilitata la ricezione del segnale Sky a un secondo televisore, come accade attualmente con il Multivision, ma ora la connessione è senza fili. Non solo. È anche possibile vedere contemporaneamente i programmi Sky su un tablet e su uno smartphone, avendo quindi allo stesso tempo 4 trasmissioni indipendenti.

Pubblica i tuoi commenti