SKY spegne 20 candeline

Marzo 2009. Rupert Murdoch era già pronto con il progetto SKY da alcuni mesi ma mancava lo strumento idoneo per raggiungere le case dei telespettatori in modo semplice ed economico, ovvero un satellite ad alta potenza ricevibile con parabole di piccolo diametro.

Nel dicembre 1988 fu finalmente disponibile il primo satellite della flotta Astra e, dopo alcune settimane di test, Sky Television attivò i primi 4 canali dell'offerta ricevibili grazie agli appositi decoder sviluppati da Amstrad e Cambridge.

Il primo, in particolare, era siglato SRX200, disponeva di 16 tasti per l'accesso diretto ad altrettanti canali di Astra 1A ma non integrava il sistema di codifica Videocrypt che il bouquet Sky iniziò ad utilizzare qualche mese più tardi.

Costava 399 sterline (349 senza telecomando) ed era disponibile anche in kit con LNB e parabola da 60 cm sufficiente per ricevere i canali di Astra 1A nei Paesi dell'Europa centro-settentrionale.

Il progetto Sky costò a Murdoch molto denaro ma, anno dopo anno, grazie ad una serie di felici intuizioni, venne creato un vero e proprio impero che ora può contare su oltre 9 milioni di abbonati.

www.sky.com

Pubblica i tuoi commenti