Smart World Scenari in prospettiva

Aprile 2013
Con oltre 175 mila metri quadri di esposizione, 3250 espositori, 20000 nuovi prodotti, 150000 partecipanti di cui oltre 35000 provenienti da 170 Paesi stranieri, l’edizione 2013 del CES, la fiera dell’elettronica di consumo che si tiene ogni anno a Las Vegas, ha bruciato tutti i record della sua lunga storia.
Il risultato va però esaminato un po’ più in profondità rispetto ai semplici numeri perché rappresenta il frutto della contrazione degli spazi occupati dei big dell’audio/video, alle prese con una grave crisi nelle vendite (a parte alcuni settori come quello dei device portatili) e l’espansione di quello utilizzato da centinaia di aziende di tutto il mondo per presentare le ultime novità in fatto di accessori per tablet, smartphone e affini.

Spazi a parte, l’atmosfera “respirata” durante la manifestazione, conferma l’orientamento verso un mondo sempre più “smart” dove TV, sistemi audio/video, cloud, elettrodomestici e automobili interagiscono tra loro e possono essere controllati in remoto da smartphone e tablet: strumenti sempre più popolari, avanzati e multifunzionali.
Dopo un anno di attesa (i primi annunci ufficiali risalgono alla scorsa edizione), i TV OLED Full HD sono finalmente pronti a debuttare sul mercato ma il loro cammino è già ostacolato dai nuovi TV LCD 4K (Ultra HD) che puntano a conquistare la fascia alta del mercato. Il consumatore che potrà permettersi di sborsare 10000 euro per un TV dovrà, quindi, scegliere se farsi conquistare dal nero assoluto e dal design ultraslim degli OLED oppure preferire un formato proiettato verso il futuro ma ancora molto povero di contenuti.

Il 3D, secondo molti, è “morto e sepolto” ma in realtà, secondo noi, è stato opportunamente metabolizzato e ricondotto al suo naturale ruolo di mera funzione come molte altre. Bisogna però ammettere che l’incremento di risoluzione offerto dai nuovi TV 4K potrebbe facilitare l’evoluzione del 3D passivo e, soprattutto, di quello autostereoscopico senza occhiali.
Anche la Smart TV è ormai entrata nelle abitudini dei telespettatori e ora punta ad essere più docile e intuitiva grazie ai nuovi sistemi di interazione sempre più improntati sull’utilizzo della voce e dei gesti.

Consulta o scarica la rassegna delle novità viste in fiera in formato pdf.

Pubblica i tuoi commenti