Spagna, il decoder “imposto” diventa fuorilegge

Marzo 2009. La corte provinciale di Madrid ha accolto il ricorso dell’associazione consumatori (respingendo però la richiesta di risarcimento danni pari a 927 milioni di euro) imponendo a Sogecable, proprietario di Digital+, la liberalizzazione del mercato dei decoder.

La prova decisiva che ha convinto la corte è stata la registrazione di una telefonata fatta dall’avvocato rappresentante dell’associazione consumatori al call center di Digital+ durante la quale l’addetto ha risposto candidamente con un “no” alla domanda se il decoder fornito a noleggio agli abbonati fosse uguale a quello in libera vendita nei negozi.

D’ora in avanti, in Spagna, i produttori di decoder potranno finalmente vendere i propri modelli a patto che siano compatibili con il sistema di accesso condizionato utilizzato dall’operatore, ovvero Mediaguard 2 (Seca 2) e Nagravision 3.

Pubblica i tuoi commenti