SSR SRG, il futuro è ibrido

Ottobre 2012
Gli apparecchi ibridi di nuova generazione, perfettamente in grado di ricevere sia il segnale televisivo sia Internet, stanno schiudendo nuove opportunità per il pubblico e per le emittenti. La SSR, in particolare, si sta focalizzando su due tipologie: Hybrid Broadcast Broadband Television (HbbTV) e Second Screen. La HbbTV va ad arricchire la televisione tradizionale con i contenuti delle offerte Internet, mentre con la Second Screen, l’utente può prolungare la fruizione visiva su un secondo schermo come quello di un telefonino, un tablet oppure un laptop. La programmazione TV sarà dunque affiancata da informazioni complementari consultabili a piacere e coinvolgerà lo spettatore nella trasmissione stessa con modalità interattive.

Attualmente, il broadcaster SSR sta sperimentando diversi servizi HbbTV, come quello della Radio Télévision Suisse (RTS) che, entro la fine di quest’anno, offrirà contenuti aggiuntivi come l’evoluzione dell’odierno Teletext con notiziari, attualità sportive, produzioni proprie in VoD (video on demand) e prestazioni per i disabili sensoriali. Per fruire di questi contenuti, è necessario dotarsi di un Tv compatibile HbbTV collegato ad un impianto di ricezione via satellite o via cavo. L’intento della SSR è di raccogliere esperienze, analizzare le aspettative del pubblico e implementarle in un’offerta futura. La RTS e SRF si stanno anche interessando alle primissime applicazioni del Second Screen.
Nel corso del 2013 verranno elaborate le prime offerte in HbbTV per la Radiotelevisione svizzera (RSI) e Schweizer Radio und Fernsehen (SRF) in lingua italiana e tedesca.
www.srg-ssr.ch

Pubblica i tuoi commenti