Televés 149941 DAT BOSS TForce, l’antenna smart

Televés 149941 DAT BOSS TForceLe antenne da esterni impiegate per la ricezione dei segnali terrestri, un tempo in analogico e ora in digitale, possono essere di diverse tipologie e versioni (es.: Yagi, a riflettore, pannello, log-periodiche, ecc.), in funzione della loro larghezza di banda, ovvero del numero di canali che sono in grado di ricevere, della direttività e del guadagno offerti. In passato, questi parametri potevano essere controllati agendo unicamente sul dimensionamento e il posizionamento degli elementi meccanici dell’antenna, a dir la verità senza troppa precisione, lasciando al centralino di miscelazione e amplificazione il compito di riequalizzarli. Nei casi più critici, ovvero quando la ricezione dei segnali VHF e UHF era compromessa dall’eccessiva lontananza o vicinanza dei ripetitori, da sovramodulazioni e scompensi vari, le soluzioni erano limitate e raramente efficaci. Con l’arrivo del digitale e dell’LTE, le cose sono cambiate radicalmente tanto da costringere i progettisti a rivedere il concetto di antenna, da elemento prettamente “passivo” che cattura semplicemente le onde radio e le invia al centralino a strumento “attivo” che, grazie all’elettronica, è anche in grado di gestire e bilanciare il segnale per ottenere le migliori prestazioni. Sono stati anche adottati nuovi sistemi di assemblaggio per facilitare il lavoro dell’installatore; materiali più leggeri e resistenti per una maggiore resistenza alle intemperie; un nuovo connettore ereditato dalla Tv Sat per collegamenti più efficaci e duraturi; soluzioni tecnologiche avanzate che bloccano i segnali interferenti e supportano le tecnologie più recenti come il DVB-T2 e l’Ultra HD.

Questo mese abbiamo selezionato una delle antenne più tecnologiche attualmente in circolazione, la 149941 di Televés con sistema DAT BOSS e tecnologia TForce, per capire se la componentistica elettronica e le soluzioni adottate rendono questa antenna realmente “intelligente” come afferma l’azienda spagnola oppure se si tratta di “puro marketing”.

Disegno DAT con tre Yagi e direttori asimmetrici

La nuova DAT BOSS 149941 è realizzata interamente in alluminio, un materiale leggero, robusto e inattaccabile dalle intemperie, anche dalle sostanze più corrosive come la salsedine che viene trasportata dal vento nelle zone marine.

Si basa sul disegno DAT con 3 Yagi e direttori asimmetrici che assicurano un’elevata direttività e un diagramma di radiazione ottimale contro gli echi. I direttori sono dotati di un sistema di apertura/chiusura rapida che permette di ridurre gli ingombri sia in fase di immagazzinamento che di trasporto e di facilitare l’assemblaggio da parte dell’installatore nei luoghi più “precari” come, per esempio, i tetti con forti pendenze. Il dipolo a doppia “U” con formato aperto/chiuso migliora la linearità nella risposta in frequenza mentre la scatola di connessione totalmente schermata e collegata a terra protegge l’antenna dai rumori impulsivi e dalle scariche elettriche che si manifestano durante i temporali.

Equalizzazione ottimale grazie al BOSS-Tech

Il sistema brevettato BOSS-Tech (Balanced Output Signal System), già impiegato con successo in altri modelli Televés, permette all’antenna di adattarsi al livello del segnale ricevuto garantendo un’uscita costante e quindi immagini e suoni perfetti anche con grandi dislivelli tra multiplex differenti. Il BOSS, inoltre, corregge le fluttuazioni del segnale e le cadute (fading) che si manifestano in alcune zone e stagioni dell’anno, assicura uno spettro pulito con il miglior BER possibile e un C/N ottimizzato anche qualora vengano aggiunti nuovi canali nei vari multiplex.

Rispetto agli altri modelli con BOSS-Tech, però, la nuova 149941 può contare su ulteriori soluzioni tecnologiche proprietarie ancora più raffinate come la “T-Force”, un grande passo in avanti verso la miniaturizzazione dei componenti elettronici e il conseguente sviluppo di una nuova generazione di prodotti con specifiche tecniche sempre più evolute.

risposta in frequenza con e senza Dat Boss

Grafico della risposta in frequenza con sistema BOSS attivato (linea arancio) e disattivato (linea grigia)

TForce, la rivoluzione dei componenti elettronici

TForce è la tecnologia sviluppata da Televés per progettare, produrre e assemblare componenti elettronici MMIC (Monolithic Microwave Integrated Circuit), ovvero semiconduttori con composti come l’arseniuro di gallio (GaAS), di dimensioni ultra miniaturizzate, idonei per l’impiego con altissime frequenze e capaci di garantire prestazioni superiori rispetto agli attuali chip in silicio.

L’abbinamento tra i nuovi componenti MMIC e il BOSS-Tech ha permesso di estendere il guadagno fino a 45 dBi, garantire un elevato margine dinamico e ridurre la figura di rumore a soli 1,2 dB, così da rispettare la qualità originaria dei segnali e migliorare l’affidabilità della ricezione. Ricordiamo che le antenne Televés con BOSS-Tech possono funzionare in due diverse modalità, ovvero “attiva intelligente” con i vantaggi appena descritti oppure “passiva” (senza alimentazione) come una qualsiasi altra antenna. In quest’ultimo caso, il guadagno si riduce a 17 dBi mentre il livello consigliato del segnale ricevuto deve essere superiore a 75 dBµV.

Compatibile con la banda UHF attuale e futura

Questa antenna di Televés è stata progettata guardando sia al presente sia al futuro. Il filtro passa basso, per esempio, è in grado di escludere tutte le frequenze della vecchia banda TV UHF (790-862 MHz – primo dividendo digitale) ora utilizzate dai servizi LTE che utilizzano la banda 20 (791-821 MHz per il downlink, e 832-862 per l’uplink). Sarà inoltre disponibile prossimamente nella versione per il secondo dividendo digitale, ovvero l’ulteriore “tranche” di frequenze destinata ai futuri servizi 5G che saranno lanciati a partire dal 2020-2022. Oltre alle bande dei 26 GHz e dei 3,4-3,8 GHz, questi servizi utilizzeranno anche un’altra “fetta” della banda UHF attualmente utilizzata dai broadcaster televisivi, più precisamente quella che va dai 694 ai 790 MHz (corrispondente ai canali 49-60).

There is one comment

Pubblica i tuoi commenti