Test: decoder Sat C-Tech One

Dopo tanti successi in oltre 10 anni di attività sul mercato europeo l’azienda tedesca Clarke-Tech intraprende la strada del rinnovamento. Un nuovo nome, un nuovo logo ma soprattutto una nuova gamma di set-top-box, il primo dei quali chiamato “One” proprio a testimoniare l’avvio di un nuovo percorso.

 

Chi prova interesse per la TV satellitare da almeno una decina d’anni, cioè dalla metà degli anni 2000, ricorderà di certo come il marchio Clarke-Tech dell’azienda tedesca Satmedia sia stato capace di rivoluzionare il mercato dei decoder digitali, implementando funzioni innovative come la Blind Scan e presentando i primi set-top-box “Combo” con doppio tuner, satellitare e terrestre. Dal 2005 e in pochi anni, sono stati immessi sul mercato decine di modelli di grande successo e suscitato l’interesse di migliaia di appassionati, attratti dallo sviluppo di nuove applicazioni (come i setting editor), dalle liste canali dedicate e dai firmware alternativi. L’effervescenza creativa di Satmedia si è però affievolita nel tempo, parallelamente all’invasione dei prodotti cinesi, facendo perdere al brand Clarke-Tech parte del suo appeal. Dopo varie vicissitudini, però, l’azienda tedesca ha deciso di ripartire con un nuovo brand (C-Tech), un nuovo logo e una nuova gamma di prodotti al lancio nel corso di quest’anno. Il primo esemplare presentato poche settimane fa è siglato One, un nome perfetto per indicare il primo passo di una nuova (e speriamo lunga) avventura. Più simile ai nuovi box multimediali “tuttofare”, da noi testati negli ultimi mesi, che non alle vecchie “glorie” di Clarke-Tech, C-Tech One è un decoder satellitare ricco di funzioni e dotazioni, capace di spaziare a 360° sull’offerta radiotelevisiva digitale disponibile lungo la fascia di Clarke ma anche su quella presente sul web. Oltre a sintonizzare migliaia di canali che trasmettono in DVB-S/S2, sia in chiaro sia criptati, il nuovo “gioiellino” di C-Tech può accedere a migliaia di IPTV da tutto il mondo, ai portali video più gettonati (come YouTube, Dailymotion, Kartina TV, VimEO, Veoh, Livestream, ecc.) e alle Web Radio, sfogliare le notizie dei siti informativi più prestigiosi (Gazzetta.it, Corriere.it, Sky.it, Eurosport, Yahoo! News, Spiegel Online, Bild.de, ecc.), gli album fotografici di Picasa, Flickr e Yupoo, visualizzare le mappe e la posta di Google. Non mancano poi il PVR, il Mediaplayer HD per la riproduzione dei contenuti multimediali da unità USB e condivisi in rete (DLNA), la ricerca Blind Scan, l’aggiornamento del firmware via OTA, USB e OTN (direttamente da Internet), il CAS Conax con slot smart card singolo, la connettività Ethernet, Wi-Fi e 3G (le ultime due con dongle opzionali), due porte USB (frontale e posteriore), l’uscita HDMI Full HD 1080p, il display a LED bianchi frontali e il pannello comandi frontale anch’esso retroilluminato. Un ottimo decoder, quindi, sicuramente ancora un po’ acerbo dal lato del firmware ma con tutte le carte in regola per riportare il brand tedesco ai fasti di un tempo.

Grafica HD “multimediale”
La grafica del menu principale fa apparire il C-Tech One più simile a un Mediaplayer o ad un Android Box che non a un decoder satellitare. Il wallpaper “fantasy” multicolore, le icone “fotografiche” e l’organizzazione delle sezioni principali della GUI sono, infatti, lontane anni luce dalla rigida struttura e della grafica essenziale dei modelli “storici” di Clarke-Tech. Tre icone sono dedicate ai contenuti multimediali riproducibili da USB o LAN (Video, Musica, Picture), una ai servizi “connessi” (Applications) e una al setup del decoder (Impostare). Purtroppo la traduzione italiana è molto approssimativa e anche incompleta.
La configurazione del decoder si effettua attraverso 5 sottomenu: Installazione, Canale, Audio, Video, OSD e Impostazione di sistema.
Installazione permette di configurare i componenti dell’antenna parabolica e dell’impianto di distribuzione come l’LNB (Ku, C, SCR), gli switch (DiSEqC 1.0 e 1.1) e il motore (DiSEqC 1.2 o USALS), verificare il livello e la qualità del segnale ricevuto da un transponder a scelta, editare il database dei satelliti e dei transponder.
Canale contiene gli strumenti per la modifica della lista canali (spostamento, blocco, cancellazione, cambio nome e PID, ordinamento, salto, ecc.), la creazione delle liste preferite (massimo 8 rinominabili a piacere) e la cancellazione di tutti i canali. Inoltre permette di abilitare l’accensione su un canale Tv o radio a scelta.
Audio configura la lingua principale e secondaria, abilita i sottotitoli di descrizione del programma per gli audiolesi, imposta il livello del volume e la lingua in base al sistema (default) o al singolo canale, le uscite digitali HDMI (PCM, Raw, spenta) e S/PDIF (bitstream, PCM o spenta).
Video permette di impostare il formato dello schermo (4:3/16:9), la risoluzione video in uscita dalla HDMI (480p@60, 480i@30, 576p@50, 576i@25, 720p@50-60, 1080i@25-30, 1080p@50-60, autodetect) e regolare i parametri video (contrasto, luminosità, saturazione, tinta, dettaglio).
OSD imposta la lingua del menu, la trasparenza delle finestre, la lingua dei sottotitoli (principale e secondaria) e la durata del banner canale.
Impostazione di sistema concentra i rimanenti settaggi come l’orologio e il datario, il Parental Control, lo Standby Automatico, il PVR, ecc. Inoltre permette di programmare i timer di accensione e registrazione, aggiornare il firmware via USB/OTA/OTN, resettare il decoder, ripristinare le impostazioni e/o la lista programmi originari, eliminare tutti i canali di un singolo satellite, spegnere il display in standby, configurare la connessione Ethernet, Wi-Fi o 3G, interrogare il CAS e la smart card, visualizzare i dati di sistema (HW, SW, database, loader, ecc.), impostare le opzioni del Mediaplayer (lingua e codifica sottotitoli video ed eBook, ripetizioni, durata ed effetto slideshow, ecc.).

Blind Scan e supporto SCR
Come la maggior parte dei decoder satellitari di ultima generazione, il decoder C-Tech One è capace di gestire la quasi totalità degli impianti di ricezione e distribuzione dei segnali DVB-S/S2: dall’antenna fissa puntata su Hot Bird (personale o condominiale) a quella dual-feed che permette anche di “vedere” ASTRA a 19,2° Est o Eutelsat 9A a 9° Est (DiSEqC 1.0), da quella multi-feed a quella motorizzata (DiSEqC 1.1, 1.2 e USALS). Supporta anche la tecnologia SCR e quindi i componenti di un impianto come LNB e multiswitch che permettono di distribuire su un solo cavo d’antenna fino a 4 o 8 segnali indipendenti. Tutti i settaggi dell’impianto, così come la scelta dei satelliti visibili con la parabola a disposizione e la verifica dei segnali (livello e qualità con il dato %), si effettuano dal sottomenu “Antenna Impostazione”. Completato il setup, si può passare alla ricerca dei canali premendo il tasto di colore blu del telecomando (Scansione). Se, invece, si vuole aggiungere o modificare qualche satellite o transponder, basta entrare nei relativi sottomenu e, al termine, avviare la scansione sempre con il tasto blu.
Sono disponibili diverse modalità di ricerca, tutte “condite” da numerose opzioni. La modalità Automatica accessibile dai sottomenu Antenna Impostazione e Satellite Lista permette di sfruttare il database integrato oppure di scansionare tutta la banda alla ricerca di portanti (Blind Scan) mentre quella dei sottomenu Trasportatore Lista esegue una ricerca Manuale su uno o più transponder. Per tutte le modalità è possibile abilitare o escludere la ricerca di rete (Network - transponder collegati), sintonizzare solo i canali in chiaro e/o codificati, solo le TV e/o le radio.
Durante la scansione, lenta ma precisa, vengono esaminati i transponder del database o quelli rilevati dalla Blind Scan, visualizzati e memorizzati i canali TV e Radio, la barra di progresso, i dati tecnici e lo stato operativo del transponder.
Nei prossimi giorni dovrebbero arrivare sul web sia la nuova versione del programma Clarke Tech Editor Studio per l’editing dei settings sia le famose liste precompilate del GIO®GIO Team. Riguardo a queste ultime, abbiamo ricevuto in anteprima una lista “beta” che funziona già molto bene e permette di tenere sempre aggiornata (e ordinata per bouquet/lingua) la lista canali senza dover risintonizzare il decoder e spostare manualmente i canali.
Per far apparire la lista dei canali durante lo zapping basta premere il tasto OK, scegliere quello desiderato scorrendo l’elenco con i tasti freccia, ordinarli per satellite o gruppo (FTA, criptati, HD, SD, codifica, ecc.) oppure cercarli con il motore di ricerca.

Banner “minimalista”, EPG a modalità multipla
La grafica del banner canale è molto “pulita”, quasi essenziale, ma ricca di dettagli e di facile lettura grazie al corpo del carattere differenziato. Oltre all’orologio, al numero e al nome del canale, mostra l’orario di inizio/fine e il titolo del programma in onda e di quello successivo, la barra di progresso temporale e altre indicazioni sui servizi disponibili (trasmissione HD, teletext, sottotitoli, ecc.). Premendo il tasto Info, appare una seconda finestra con i dettagli completi sull’evento (trama, attori, anno di produzione, ecc.) e quelli tecnici (satellite, frequenza, polarità, SR, livello e qualità segnale, ecc.).
La guida EPG visualizza la programmazione di uno o più canali in base a 3 diverse modalità: Adesso/Prossimo (con l’evento attuale e successivo di un gruppo di 8 canali per pagina), Settimanale (griglia con il palinsesto settimanale di 8 canali per pagina) e Giornaliero (programmazione completa di un singolo canale). Con i tasti colorati è possibile cambiare modalità, avanzare o retrocedere di 24 ore e programmare automaticamente la registrazione di un evento futuro oppure essere semplicemente avvisati sul suo inizio attraverso un promemoria.

Doppia registrazione simultanea
Il decoder C-Tech One registra fino a due programmi televisivi in tempo reale oppure programmando il timer (anche dalla guida EPG come appena visto) e, contemporaneamente, permette di vedere un terzo programma presente sullo stesso transponder e satellite oppure registrato in precedenza. Entrambe le porte USB supportano i dispositivi formattati in FAT32 o NTFS ma, con l’esemplare in prova, siamo riusciti ad effettuare le registrazioni solo con dischi e chiavette formattate in FAT32.
E’ possibile impostare la durata della registrazione, scegliere tra le modalità TS (video, audio multiplo, teletext, ecc.) oppure PS (solo video+audio), attivare il Timeshift automatico che inizia a registrare in modo silenzioso ogni volta che si cambia canale oppure quello manuale (tasto Pausa) e impostarne la durata massima.
La lista delle registrazioni è accessibile direttamente con il tasto PVRList oppure premendo USB e poi OK per entrare nella sezione Registra Gestione.
Ogni registrazione è accompagnata dal suo nome (canale o evento EPG), dalla data/ora di inizio/fine e dall’anteprima video. Gli strumenti di editing si trovano nella sezione Gestione Disco e utili per spostare, copiare, rinominare e cancellare non solo le registrazioni ma anche qualsiasi altro file multimediale.
I file delle registrazioni in formato .mpg (PS - solo SD) e .tsv (TS - SD/HD) sono ospitati in cartelle indipendenti e possono essere esportati liberamente su PC, riprodotti e convertiti con qualunque software compatibile (consigliato VLC Player).

Pieno supporto DLNA
Il Mediaplayer integrato nel decoder è piuttosto evoluto, versatile e facile da utilizzare. Riproduce correttamente (e con un’ottima qualità audio/video) la maggior parte dei formati e codec in circolazione (MKV, MP4, DivX, MOV, MP3, JPG, ISO, ecc.), con tante opzioni e funzionalità interessanti. I file possono trovarsi su chiavette e hard disk USB oppure direttamente nella rete LAN nel caso in cui siano presenti dispositivi multimediali, come NAS, PC, Smart TV, tablet e smartphone che condividono questi contenuti. Il C-Tech One supporta tre diverse classi dello standard DLNA: DMP, DMR e DMS.
Il DMP (Digital Media Player) sfoglia e riproduce i contenuti multimediali condivisi in rete, il DMR (Digital Media Renderer) si comporta come il DMP ma senza la possibilità di navigare sul server e scegliere i contenuti (che gli arrivano quindi in “push” da altri dispositivi) mentre il DMS (Digital Media Server) organizza e condivide i contenuti per metterli a disposizione di altri dispositivi.
Dai nostri test è emerso che l’attuale versione firmware ufficiale del C-Tech One non supporta l’audio DTS mentre riconosce perfettamente sia l’AAC sia l’AC3 (Dolby Digital).
Tra le opzioni di riproduzione segnaliamo lo slideshow con cadenza ed effetto personalizzabili, lo zoom e la rotazione delle immagini, la ripetizione singola/multipla, la scelta dei sottotitoli e dell’audio. Quando si riproduce un video in DLNA sono disponibili ulteriori dettagli sul contenuto (formato, risoluzione, bit rate, frame rate, ecc.) e opzioni “DVD like” come la navigazione temporale, la scelta dei capitoli, delle tracce audio (es.: AC3 o DTS) e dei sottotitoli.

Trecento canali IPTV e tante applicazioni interessanti
Principale punto di forza del C-Tech One è senza dubbio l’offerta di canali e servizi multimediali “connessi”, ossia accessibili grazie a Internet.
La parte del leone la fanno i canali IPTV: la lista precaricata comprende 300 canali, già configurati e pronti all’uso, ma bastano pochi secondi per aggiungerne di nuovi semplicemente inserendo il loro indirizzo Internet. L’offerta è molto ricca e spazia dall’informazione allo sport, dal cinema alle serie TV, dalla tecnologia ai contenuti per bambini e ragazzi. Inoltre, la riproduzione è di buona qualità (ottima in alcuni casi) e stabile come raramente capita di vedere in altri decoder IPTV ready.
Per quanto riguarda invece le applicazioni, il C-Tech One permette di guardare i video di YouTube, Dailymotion e Vimeo, gli album fotografici di Yupoo, Picasa e Flickr, leggere le notizie on-line del Corriere della Sera, della Gazzetta dello Sport, di Sky.it e di tante altre testate internazionali, ascoltare centinaia di web radio, consultare le mappe di Google e le previsioni meteo, leggere la posta di Gmail oppure gli eBook presenti in una chiavetta USB. Inoltre sono presenti le app di Kartina TV, un servizio di TV on-line russo, e quelle dei portali video Veoh, DubaiMedia, Al-Jazeera, Onlainfilm, Livestream ed Ex.ua.

PER INFORMAZIONI
Nord Est
www.nordestsnc.com
Tel. 0421 210527
Time Sat
www.time-sat.com
Tel. 0734 964110
Cesarex
www.cesarex.com
Tel. 081 8032493

Vuoi scaricare gratuitamente il test in formato pdf

Allegato

Pubblica i tuoi commenti