Test: estensore HDMI Emme Esse 80354

L'Extender consente il trasporto dei segnali video in Full HD, l’audio multicanale, i comandi remoti CEC e le protezioni HDCP a diverse decine di metri di distanza da sorgenti AV come un decoder digitale HD oppure un Blu-ray player.

 

Fino a una decina di anni fa, la distribuzione audio e video in ambito domestico e professionale sfruttava principalmente il cavo coassiale da 50 e 75 Ohm, economico, robusto e facile da maneggiare. Bastava infilarlo nei corrugati oppure nasconderlo sotto i battiscopa, intestarlo o saldarlo sugli appositi connettori (BNC, Cinch, SCART, ecc.) per ottenere il collegamento desiderato. Con l’avvento del digitale e dell’Alta Definizione, la questione si è fatta più complicata: i cavi HDMI sono infatti più “delicati”, non supportano le lunghe distanze, non passano nei corrugati se già intestati con il connettore, richiedono molta pazienza e precisione per le saldature oppure costosi strumenti per la crimpatura.
Per superare tutte queste difficoltà e permettere di collegare una sorgente HDMI, come ad esempio un decoder digitale ad Alta Definizione (Zapper, Common Interface o MySkyHD) a un televisore o un videoproiettore installato in un’altra stanza, sono stati progettati gli “extender” HDMI, apparecchi che sfruttano collegamenti alternativi come il cavo di rete UTP/FTP, la fibra ottica, la rete elettrica (PLC) oppure le onde radio. L’Extender presentato in queste pagine è prodotto da Emme Esse e fa uso di un cablaggio Cat 5e/6e, ad-hoc o preesistente, per portare i segnali HDMI da una sorgente a un display (TV, monitor, videoproiettore, ecc.) distante fino 50 metri.

Compatto, pratico e affidabile
Emme Esse Extender 80354 è composto da due moduli racchiusi in un elegante e robusto chassis in alluminio. Il primo è identificato come Sender (Trasmettitore) e va collegato alla sorgente audio/video come ad esempio un decoder digitale terrestre o satellitare in Alta Definizione (es. TivùSat HD, Box DTT HD oppure MySkyHD), un lettore Blu-ray o un PC. Il secondo modulo è il Receiver (Ricevitore) e va invece collegato a un display remoto come TV, monitor, videoproiettori, direttamente o indirettamente utilizzando matrici HDMI o sintoamplificatori Home Theater. I due moduli sono molto compatti (solo 79x67x26 mm) e possono essere nascosti dietro l’apparecchio sorgente e il display remoto senza alcuna difficoltà.

Conversione e riconversione fino a 1080p
I circuiti elettronici presenti nel trasmettitore e nel ricevitore hanno il compito di convertire e riconvertire tutti i segnali presenti su un connettore HDMI garantendo la stessa qualità e affidabilità dei cavi in rame. Extender 80354 supporta i segnali video Full HD 1080p in 2D e 3D, quelli audio stereo o multicanale come pure quelli di controllo CEC (Consumer Electronic Control) per la gestione automatica del display in base allo stato della sorgente e l’utilizzo di un solo telecomando per tutti gli apparecchi collegati. Inoltre, supporta il protocollo HDCP per la protezione anticopia implementato in tutti i lettori Blu-ray, i decoder certificati (TivùSat e Sky) e in molte altre sorgenti HD.

Installazione semplice e immediata
Installare e configurare l’estensore Emme Esse Extender 80354 è un’operazione semplice e alla portata di tutti, anche di chi non possiede grandi esperienze di reti LAN. Se è già presente un cablaggio Cat 5e/6e tra il luogo sorgente e la destinazione, diretto e non passante da modem, router o switch, si può procedere direttamente con il collegamento. In caso contrario, bisogna realizzare la connessione sfruttando canaline dedicate oppure corrugati preesistenti, anche in coabitazione con i cavi dell’alta tensione se si utilizzano cavi UTP ad alto isolamento e poi intestare il cavo Cat 5e/6e con i plug RJ45 seguendo le istruzioni fornite nel manuale d’uso.
Il passo successivo è ancora più semplice se non addirittura banale. Si tratta solo di collegare i moduli Trasmettitore e Ricevitore alla sorgente e al display remoto utilizzando i cavi HDMI forniti in dotazione (o di altro tipo), inserire i plug RJ45 in entrambi i moduli e alimentarli a 12 Vcc utilizzando gli adattatori di rete presenti nella confezione.

Pronto all’uso senza configurazioni
A differenza di altre tipologie di adattatori Ethernet testati negli scorsi mesi (PLC, Wi-Fi, ecc.), l’Extender 80354 non richiede alcuna configurazione preventiva. Il dispositivo è pronto all’uso, ovvero “plug & play”: tutto ciò che si deve fare è accendere gli apparecchi e godersi lo spettacolo. I due LED presenti sul Trasmettitore e sul Ricevitore indicano la corretta alimentazione (Power), la presenza in ingresso del segnale video HDMI (Video) e lo stato della comunicazione tra i due moduli (Link). Il Trasmettitore è dotato anche di un commutatore a due posizioni per selezionare il tipo di sorgente video tra 2D e 3D.

Abbinabile a un trasmettitore di telecomando
Se l’Extender Emme Esse 80354 viene utilizzato per distribuire il segnale HDMI di un decoder digitale, ossia se è richiesto un costante controllo della sorgente da remoto, è consigliabile utilizzare un trasmettitore di telecomando Emme Esse come i modelli 87164 e 87163.
La versione 87164 sfrutta un collegamento analogico in radiofrequenza, idoneo per brevi distanze e in assenza di disturbi, mentre il modello 87163 si appoggia all’impianto d’antenna esistente (cavo coassiale) garantendo distanze superiori e una maggior immunità ai disturbi elettromagnetici.

Utile anche per la videosorveglianza
Un estensore HDMI può essere utilizzato anche per creare un punto di accesso secondario al sistema di controllo di un impianto di videosorveglianza. I DVR e gli NDVR di ultima generazione, utilizzati per il monitoraggio delle telecamere di sorveglianza digitali e analogiche (IP Cam), sono dotati di uscite video CVBS, VGA e HDMI per il collegamento a monitor e TV. L’uscita HDMI può essere “portata” sul TV del salotto così da visionare le telecamere “live” e le registrazioni stando comodamente seduti sul divano.

Film o partita in giardino? Si può fare!
L’impiego di un cavo Cat 5e/6e rende l’Extender 80354 molto più versatile ed economico rispetto ad altre tipologie di estensori, consentendo al dispositivo di soddisfare anche esigenze molto particolari. Alcuni abbonati Sky e Mediaset Premium, ad esempio, hanno chiesto un consiglio per guardare una partita o un film anche in giardino durante la bella stagione, evitando però di spostare il decoder e realizzare un secondo impianto di ricezione. Se in giardino è già presente un corrugato interrato per il trasporto dei cavi di alimentazione e/o d’illuminazione, si può aggiungere un cavo UTP da interraggio (a doppia guaina) e collegarlo ai moduli dell’Extender. La distanza massima ammessa tra il Trasmettitore e il Ricevitore è di 50 metri, calcolata non in linea d’aria ma in base al percorso del corrugato che ospita il cavo Cat 5e/6e.

PER INFORMAZIONI
Emme Esse
www.emmeesse.it
Tel. 030 9938500

Vuoi scaricare gratuitamente il test in formato pdf

Allegato

Pubblica i tuoi commenti