Test: Panasonic SC-HTE80

In sintesi
La soundbar Panasonic HTE80 regala un sound ricco, corposo e dinamico, quasi sorprendente se consideriamo le ridotte dimensioni degli speaker. Merito di una corretta progettazione acustica ma soprattutto dell’adozione di componenti di alta qualità e di tecnologie avanzate. E’ molto facile da collegare e utilizzare: basta un solo cavo HDMI e il piccolo telecomando con pochi tasti dedicati alle sorgenti e alle modalità audio. C’è anche una porta USB che, però, non supporta la riproduzione di file audio da chiavette e hard disk. La soundbar HTE80 supporta lo streaming Bluetooth con l’ulteriore semplificazione introdotta dalla tecnologia NFC, è disponibile anche in versione silver ed è talmente sottile e robusta da fungere da piedistallo aggiuntivo per un TV pesante fino a 30 kg.
La potenza sonora non è esagerata ma comunque più che sufficiente per “riempire” ambienti fino a 30-40 mq. Altro neo è l’assenza di un equalizzatore o di un semplice controllo di toni che avrebbe garantito una maggiore personalizzazione acustica.

Aprile 2015
Le soundbar, ossia le “barre sonore” da installare sotto al televisore per migliorare la qualità della voce, della musica e delle colonne sonore dei film, hanno rivoluzionato il mercato dell’Home theater sotto molti punti di vista. Innanzitutto hanno ampliato la schiera di chi apprezza un suono migliore rispetto a quello riprodotto da comuni diffusori integrati nei TV, ma senza sentirsi obbligato a disseminare in salotto 4 o 5 casse acustiche collegate reciprocamente con antiestetici passaggi di cavi.
La qualità audio non è, ovviamente, confrontabile con quella dei sistemi a 5.1 o 7.1 canali dotati di 5 o 7 casse acustiche, subwoofer e sintoamplificatore multicanale e multifunzione. Le soundbar, però, risolvono brillantemente e facilmente i problemi di resa acustica della stragrande maggioranza dei televisori in commercio, caratterizzata dall’erogazione “piatta e incolore” dovuta alle dimensioni ridotte degli speaker e al loro critico posizionamento (bordo inferiore del televisore).
I modelli di nuova generazione, inoltre, si integrano facilmente con altre sorgenti audio digitali come gli smartphone e i tablet per ascoltare la musica preferita in streaming senza bisogno di cavi. Oggi vi presentiamo una delle soundbar più semplici, discrete ed economiche tra quelle in commercio, la Panasonic SC-HTE80. L’unità è spessa solo 6 cm e larga 46, può essere sistemata direttamente sotto al TV (se non troppo pesante) oppure su un ripiano del mobile, si collega con un solo cavo HDMI e costa poco meno di 200 euro. La soundbar si abbina perfettamente a qualunque diagonale del TV (da 19 fino a 42 e oltre), si comanda con un telecomando miniaturizzato e può gestire diverse sorgenti audio analogiche e digitali (TV, DVD, Blu-ray, console videogiochi, ecc.). La soundbar Panasonic è dotata di connettività Bluetooth (con NFC per facilitare il pairing) e dei codec necessari per riprodurre i brani musicali inviati in streaming da smartphone e tablet attraverso la app dedicata. Non mancano poi i decoder audio Dolby Pro Logic II, Dolby Virtual Speaker, Dolby Digital e DTS per riprodurre le colonne sonore multicanale di film, concerti, eventi sportivi e programmi televisivi, le tecnologie H.Bass e Clear Mode Dialogue per migliorare la scena sonora. Completano la dotazione il display frontale fluorescente, il pannello comandi laterale, due HDMI di cui una compatibile ARC e Viera Link per una perfetta integrazione con i televisori Panasonic.

Doppio speaker ellittico e woofer bass-reflex
Lo spessore di soli 6 cm e il ridotto spazio a disposizione all’interno della soundbar ha obbligato i progettisti a scegliere diffusori di piccole dimensioni ma di grande precisione ed efficienza. La Panasonic HTE80 è un sistema a 2.1 canali, costituito da due speaker ellittici full-range da 38x90 mm, posizionati frontalmente alla sinistra e alla destra del display, e altrettanti woofer da 80 mm di diametro fissati sul fondo dello chassis e collegati a due sofisticati condotti bass-reflex da 24 cm di lunghezza chiamati Aero Stream Port. Questi condotti prelevano il flusso d’aria interno generato dal movimento dei woofer e lo espellono dal pannello posteriore per ottenere un’erogazione corposa e dinamica dei toni bassi e degli effetti speciali delle colonne sonore.
Gli speaker ellittici frontali sono pilotati da un finale di potenza di 30 Watt per canale (RMS con il 10% di distorsione THD) mentre ai woofer è dedicato un finale monofonico da 60 Watt. Il corretto posizionamento degli speaker e le tecnologie impiegate assicurano un’eccellente spazialità, un’ampia riproduzione, corposa e precisa con qualsiasi tipo di contenuto: dai film alla musica, dai programmi televisivi agli eventi sportivi.

Tecnologie avanzate e supporto multicanale
La soundbar Panasonic HTE80 adotta tecnologie avanzate capaci di elaborare il segnale audio in ingresso, operando su alcuni parametri che permettono di migliorarne l’ascolto. La tecnologia H.Bass, di concerto al condotto bass-reflex appena visto, permette di riprodurre bassi dal suono sorprendentemente profondo, avvolgente e robusto, impossibile da ottenere con altoparlanti compatti. La funzione Clear Mode Dialogue, caratteristica peculiare delle soundbar Panasonic, permette invece di focalizzare l’audio al centro dello schermo, migliorando la comprensione e la nitidezza dei dialoghi come se fossero emessi da un canale centrale “reale” invece che virtuale. L’enfatizzazione dei dialoghi è regolabile su 4 livelli in base al contenuto o alle preferenze personali.
Per garantire la corretta riproduzione delle tracce audio multicanale presenti sui dischi DVD e Blu-ray, nelle trasmissioni televisive terrestri (HD) e in quelle satellitari, la soundbar HTE80 è dotata di decoder Dolby Pro Logic II, Dolby Digital, DTS e supporta le tracce audio PCM a 7.1 canali.
Un sofisticato circuito DSP trasforma i segnali a 5.1 o 7.1 canali in 2.1 canali, preservando la qualità originale e gli effetti di circondamento tipici dei film di azione e dei concerti. Inoltre, grazie alle funzioni Dolby Virtual Speaker e 3D Surround, l’unità ricrea gli effetti spaziali a partire da sorgenti stereo grazie a diverse modalità preimpostate come Standard (per telefilm e altri spettacoli), Stadium (eventi sportivi e concerti), Music (musica live e registrata), Cinema (film con effetti tridimensionali) e News (notizie e commenti sportivi).
A queste si aggiungono le funzioni AGC per livellare il suono evitando sbalzi improvvisi e Low Vol Mode per migliorare l’ascolto dei dialoghi a basso volume. Entrambe risultano utili nelle ore notturne perché evitano di disturbare il vicinato e gli altri componenti della famiglia.

Streaming audio grazie al Bluetooth con NFC
Come la maggior parte degli speaker multimediali in commercio, la soundbar SC-HTE80 può collegarsi a smartphone e tablet per riprodurre, senza bisogno di cavi, la musica di un brano audio memorizzato nel device, condiviso in rete da PC o NAS, trasmesso da una webradio o qualsiasi altro contenuto disponibile sui servizi di streaming on-line come Aupeo!, Spotify e altri. Basta premere il tasto BT Pairing sul telecomando della soundbar, abilitare il Bluetooth sul device mobile ed effettuare l’accoppiamento tra i due dispositivi tramite un codice numerico da inserire nel device mobile (pairing). Se quest’ultimo supporta la tecnologia NFC, il “pairing” viene eseguito istantaneamente e senza codici, semplicemente avvicinando il guscio posteriore dello smartphone o del tablet al pannello comandi laterale della soundbar.
Completata l’associazione Bluetooth, la soundbar HTE80 riproduce qualsiasi suono generato dal device sostituendosi al suo speaker interno (un brano MP3, l’audio di video e giochi, quello di una telefonata o un programma radiofonico FM o Web). Panasonic mette a disposizione anche una app, chiamata Music Stream e disponibile gratuitamente per i sistemi operativi Android e iOS, che permette di “centralizzare” le funzionalità di streaming in pochi e semplici menu, abilitando la riproduzione di qualunque contenuto locale e remoto (LAN, servizi streaming on-line), e selezionando il dispositivo audio preferito (in presenza di più soundbar o speaker multimediali). La app non permette, invece, di modificare le impostazioni e di gestire le funzionalità della soundbar HTE80, rendendo quindi obbligatorio il ricorso al telecomando o al pannello comandi.

Installazione semplice e rapida
Se si possiede un televisore con funzione ARC (Audio Return Channel - audio bidirezionale via HDMI), un normale decoder HD con uscita HDMI come il MySky HD oppure un lettore DVD o Blu-ray, l’installazione della soundbar HTE80 e la sua configurazione richiedono solo pochi minuti e possono essere fatti da chiunque. Innanzitutto bisogna scollegare il cavo HDMI che collega il TV al decoder o al lettore Blu-ray al TV (solo questo lato) e collegarlo alla presa HDMI IN ARC della soundbar. Poi si prende un secondo cavo HDMI, lo si collega tra il decoder/Blu-ray e la soundbar (BD/DVD IN). Infine, si collega il cavo di alimentazione e si preme il tasto di accensione/standby sul pannello comandi o sul telecomando. La Panasonic HTE80 fornisce altri due ingressi audio, una coppia di Cinch per una sorgente analogica e la Toslink (S/PDIF ottico) per i decoder che non supportano il bit-stream Dolby via HDMI oppure i TV senza ARC. La selezione degli ingressi (Bluetooth, TV, BD/DVD, Aux) avviene con il tasto Input del telecomando o del pannello comandi.

PER INFORMAZIONI
Panasonic
www.panasonic.it
Tel. 02 67072556

Vuoi scaricare gratuitamente il test in formato pdf

Allegato

Pubblica i tuoi commenti