Test: Ricevitore SAT DTT IP CAS HD Medialink Smart Home Hybrid ML 2200 ST

Ricevitore Medialink Smart Home Hybrid ML 2200 STMedialink Smart Home Hybrid ridefinisce il concetto di decoder digitale con un esteso ventaglio di offerta televisiva: IP, Web, terrestre e satellitare. L’apparecchio si aggiorna direttamente da Internet con un click, supporta qualunque impianto satellitare, è compatibile con le trasmissioni DVB-T2 (H.264) e può essere comandato anche da smartphone e tablet grazie all’apposita app.

La Web TV è senza dubbio l’elemento distintivo dei decoder multifunzione di nuova generazione testati in questi mesi. Grazie a questa caratteristica chiamata anche IPTV (la TV che “viaggia” su Internet Protocol), è possibile sintonizzare migliaia di canali televisivi e radiofonici trasmessi sul web senza dover collegare il decoder a un impianto d’antenna. L’offerta è ormai vastissima e comprende centinaia di migliaia di canali già presenti via etere e satellite in tutto il mondo (da quelli internazionali a quelli regionali e locali), moltissime esclusive e, ovviamente, anche tanta “pirateria”, ossia contenuti pay-tv e pay-per-view ritrasmessi illegalmente dagli stessi utenti dopo averli ricevuti e decodificati, spesso con un abbonamento regolare. Nei decoder digitali, la Web TV veniva finora considerata (e “pesata”) alla stregua di qualunque altra funzione come il PVR e il Mediaplayer, relegandola su un gradino inferiore rispetto alla “missione” principale, cioè la visione dei canali terrestri e/o satellitari. Protagonista del nostro test è il ricevitore tedesco Medialink Smart Home Hybrid IPTV, apparecchio che ridefinisce il concetto di “decoder digitale” cui siamo abituati, mettendo sullo stesso piano l’offerta IPTV proveniente dai portali multimediali più visitati al mondo e quella più “tradizionale” trasmessa via etere e satellite. Con Medialink Smart Home Hybrid IPTV si ha così l’accesso a migliaia di IPTV gratuite e a pagamento da tutto il mondo, ai canali DTT (T e T2) e a quelli satellitari (S e S2), sia a definizione standard sia HD. A corredo troviamo anche un modulo CAS multistandard e un lettore di smart card per la decodifica dei canali DVB criptati. Il nuovo ricevitore Medialink è compatibile con la maggior parte degli impianti satellitari come i multi-feed (DiSEqC 1.0 e 1.1), gli impianti centralizzati, i motorizzati (DiSEqC 1.2 e USALS) e con quelli che utilizzano componenti SCR/UniCable. L’apparecchio può sintonizzare i canali anche attraverso la sempre utile Blind Scan (di tipo hardware e quindi particolarmente efficace) e registrarli su chiavette e hard disk USB, come pure riprodurre i file multimediali via USB e quelli condivisi in rete (DLNA e Samba). Non manca poi la possibilità di consultare le mappe di Google, le previsioni meteo aggiornate e di accedere ai portali YouTube, Dailymotion, YouPorn, RedTube, PornTube, Yupoo, Picasa e Flickr. Lo Smart Home Hybrid IPTV può anche trasformarsi in una Game Station e, grazie alla specifica App per Android, utilizzare lo smartphone e il tablet come un telecomando “smart”.

Menu OSD di nuova concezione

La grafica e la struttura del menu OSD sono completamente differenti da altri set-top-box terrestri e satellitari. Nella schermata principale troviamo, infatti, due icone di grandi dimensioni con cui accedere alla sezione IPTV e ai settaggi dei tuner DVB-S/S2/T/T2 (impostazioni antenna, ricerca, gestione canali, ecc.). Altre tre icone, più piccole, ospitano le funzionalità multimediali (Apps, Media Player, PVR, ecc.),ulteriori impostazioni del decoder (LAN, upgrade, lingua, AV, Parental Control, ecc.) e permettono di interrogare il modulo CAS integrato e la smart card. La navigazione è comoda e intuitiva mentre la traduzione italiana delle voci è spesso imprecisa.

Decine di migliaia di Web TV da tutto il mondo, gratis e a pagamento

La pagina principale della sezione IPTV ospita diverse icone per accedere alle Web TV e alle Web Radio organizzate per piattaforma, genere e bouquet. La piattaforma Free IPTV è composta da tre bouquet: My IPTV Red, My IPTV Orange e My IPTV Blue. My IPTV Red ospita circa 2000 canali di cinema (soprattutto on demand), sport ed altri contenuti in lingua inglese, portoghese, turca, araba, brasiliana, spagnola, ucraina, russa, ecc. In questa offerta troviamo canali del calibro di Eurosport, Fox Sport, BT Sport, ESPN e molti altri. Nel bouquet My IPTV Orange troviamo canali di tutti i generi (cinema, sport, musica, intrattenimento e generalisti) e provenienti in particolare dai paesi europei come Italia, Germania, Francia, Svizzera, Olanda, Belgio, Scandinavia e Albania. Non manca anche qualche canale asiatico, indiano, pachistano e africano. A questo gruppo appartengono i canali Rai, Mediaset, La 7, Euronews e moltissime altre emittenti locali e regionali. My IPTV Blue è, infine, dedicata ai canali generalisti e tematici (musica, talk show, entertainment, hard core) provenienti da Iran, Repubblica Ceca, Slovacchia, Romania, America del Sud, Turkmenistan, Uzbekistan e da altri Paesi. Ospita anche un’ottantina di radio tematiche della piattaforma Radiotunes.com. Ciascun bouquet può essere personalizzato creando una lista di canali preferiti (massimo 20-30).

Richiedono invece un account, e quindi un abbonamento, le piattaforme Open IPTV (Zero, Uno, Uno Plus, Duo), Home IPTV (Red, Red Plus e Pro), Any IPTV, mAx IPTV, Mediterraneo.iptv e Nash TV. Cliccando sulle icone User IPTV e M3U si può, invece, creare una lista personalizzata di Web TV digitando l’indirizzo oppure caricando una lista in formato m3u mentre Internet Radio ospita i canali radiofonici organizzati per genere, lingua, ecc. (da inserire sempre tramite telecomando).

Doppio tuner DVB-T2 e S2 con Blind Scan hardware

La sezione terrestre e satellitare del decoder Medialink Smart Home Hybrid IPTV è ricca di funzioni e opzioni come nei migliori Combo provati finora. I settaggi dei due tuner DVB-T/T2 e DVB-S/S2 sono disponibili all’interno dello stesso sottomenu e permettono di scegliere il Paese per la corretta canalizzazione dei canali terrestri, abilitare la tele-alimentazione (+ 5 Vcc sulla presa antenna IEC), effettuare la ricerca manuale, automatica o “cieca” (Blind Scan hardware) con diversi filtri (TV e/o Radio, in chiaro e/o codificati, network), editare i database dei transponder e dei satelliti. E’ inoltre possibile configurare gli switch DiSEqC 1.0/1.1, i motori DiSEqC 1.2 e USALS, gli LNB e gli switch SCR (frequenza 1…8, IF, satellite).

Il tutto avviene in modo rapido, intuitivo e con il supporto delle barre di livello (forza) e qualità del segnale.

Per quanto riguarda il tuner satellitare, è presente anche la modalità di ricerca Fast Scan che, come già visto in altri decoder, è dedicata ai bouquet olandesi e belgi Canal Digitaal, TV Vlaanderen e TeleSAT.

Durante la scansione, lenta ma accurata, appaiono sullo schermo i canali TV e radio trovati (con il simbolo “$” se criptati), i dati e lo stato della frequenza, del transponder e del satellite esaminati, la barra di progresso e quelle di forza/qualità del segnale.

Per ordinare e organizzare i canali in base alla proprie preferenza basta accedere al sottomenu Gestione Canali e impiegare gli strumenti a disposizione: ordinamento frequenza, A-Z/Z-A, FTA-pay, LCN, blocco, salto, spostamento, cancellazione, ecc. Sono disponibili anche 16 liste preferite dove copiare i canali più seguiti oppure in base al genere (cinema, sport, news, ragazzi, ecc.) ed un motore di ricerca per parola chiave.

La finestra che appare premendo il tasto OK durante lo zapping mostra l’elenco dei canali memorizzati con alcuni strumenti di selezione ed editing (ordinamento, cambio nome, gruppo, favoriti, satelliti, providers, FTA/CAS, genere, SD/HD, ecc.) e i dati tecnici del canale selezionato (satellite, DVB-T, frequenza, polarità, SR, ecc.). Con il tasto IPTV si può accedere direttamente alle Web TV senza passare dal menu.

 

Registrazione singola, Timeshift manuale o automatico

 

Medialink Smart Home Hybrid IPTV può registrare un programma televisivo sintonizzato dal tuner terrestre oppure da quello satellitare (no IPTV) su dispositivi di memoria USB come chiavette e hard disk. Durante una registrazione, il tuner viene “bloccato” ed è possibile solamente vedere un altro canale appartenente allo stesso transponder/mux (ma non registrarlo) oppure un canale IPTV. La durata della registrazione manuale è indefinita, ma basta premere una seconda volta il tasto con il pallino rosso per impostare la durata desiderata.

Premendo il tasto T.Shift possiamo rivedere la registrazione dall’inizio anche se ancora in corso, spostarsi velocemente nei due sensi (<< e >>) e ritornare al punto “live”. Il Timeshift può essere attivato anche durante la visione di un programma premendo lo stesso tasto e con le stesse funzionalità.

Tutti i settaggi del PVR sono presenti nel sottomenu PVR Setup della sezione Media Center: oltre alla scelta della modalità di funzionamento del Timeshift (automatica o manuale) e al formato di registrazione (TS o PS), è possibile impostare la durata del Timeshift (30’, 60’, 120’ o automatica) e la lunghezza del file di registrazione (1, 2, 3 oppure 4 GB). Quando è superato questo limite, il decoder genera un ulteriore file, “spezzettando” la registrazione in più parti.

Per accedere alle registrazioni basta premere il tasto PVR LIST del telecomando e scegliere quella desiderata evidenziata nell’elenco con tanto di data, orario di inizio e fine, spazio occupato. Con i tasti colorati possiamo cancellare una o tutte le registrazioni, cambiare unità USB, disabilitarla (rimozione sicura) e formattarla. Inoltre, possono essere esportate su PC, guardate o convertite semplicemente copiando il file con estensione .tsv (se si sceglie il formato TS) oppure .mpg (PS).

CAS multistandard compatibile Tivùsat

Il modulo CAS integrato viene originariamente programmato con un solo sistema d’accesso condizionato, probabilmente Conax anche se la scheda tecnica non lo specifica. E’ però sufficiente procedere con gli aggiornamenti consigliati da Medialink (nella scatola c’è un foglietto che spiega tutto) per “sbloccarle” il CAS e rendere il decoder compatibile con qualsiasi altro sistema di codifica. Per verificarlo, abbiamo sintonizzato i canali Rai HD su Hot Bird, inserito nello slot la smart card ufficiale di Tivùsat: dopo alcuni secondi necessari all’aggiornamento dei diritti di visione, le immagini sono state rimesse perfettamente in chiaro. Lo slot smart card è sistemato dietro lo sportellino anteriore reclinabile e, per consentirne la chiusura con la carta inserita, quest’ultima si trova a filo del pannello e può essere rimossa solamente con l’aiuto di una pinza.

Media Player di livello top

Il Media Player a corredo dello Smart Home Hybrid IPTV è tra i più completi e performanti visti finora in un decoder HD. Riproduce con precisione e fluidità i video AVI, DivX, Xvid e MPG, anche nel container MKV, le immagini ISO (DVD) e le registrazioni MT2S, MP4 e MOV effettuate con camcorder AVCHD, smartphone e tablet iOS/Android fino al formato Full HD 1080p. Supporta anche i sottotitoli (con colore personalizzabile), l’audio multiplo ma solo se codificato in MPEG layer 1/2/3, AAC e AC3 (no DTS), le foto JPEG (con slideshow, zoom e rotazione) e gli MP3 (ripetizione e ID Tag). Tutti i contenuti multimediali possono trovarsi su una chiavetta USB oppure essere condivisi in rete da PC, NAS e altri dispositivi compatibili con i protocolli DLNA e Samba.

YouTube, Dailymotion, Picasa ed altre App “connesse”

La sezione Media Center ospita una decina di App con cui guardare i video e le foto pubblicati sui portali YouTube, Dailymotion, YouPorn, RedTube, PornTube, Yupoo, Picasa e Flickr, conoscere le previsioni del tempo delle principali località mondiali, leggere le ultime notizie di Yahoo! News e di altri feed RSS, consultare le mappe geografiche di Google, scambiare file con altri dispositivi di rete (FTP Server) e molto altro. L’accesso ai portali con i contenuti erotici è protetto da un codice PIN.

 

Per informazioni

Andrea Sat - www.andrea-sat.it - Tel. 0734 964110

Pubblica i tuoi commenti