Test: Ricevitore SAT DTT IP CAS HD Optimuss Underline 3in1

Ricevitore Optimuss Underline 3in1In un box miniaturizzato concentra due tuner (DVB-T2 e DVB-S2), il CAS con slot smart card, il display a LED, il PVR e molte delle funzionalità presenti negli altri modelli HD marchiati Edision, compresa la tanto apprezzata IPTV.

 

Edision è un’azienda greco/tedesca molto apprezzata dagli appassionati di TV digitale per l’ampia gamma di decoder satellitari e terrestri in catalogo. Dal 2002, anno della sua fondazione, ad oggi l’azienda ha immesso sul mercato decine di modelli tra cui svariati combo 2in1 e 3in1 (DVB-T, S, C e IP) subito apprezzati dagli appassionati, stimolando la comparsa di una folta community di supporto su Internet. Lo scorso anno, Edision ha lanciato un nuovo brand, Optimuss, emblema di una gamma di modelli dall’ottimo rapporto prezzo/prestazioni. Tra questi figura Underline 3in1, un Combo ultracompatto che non ha nulla da invidiare ai modelli top come il Piccollo 3in1 Plus testato sullo scorso numero di luglio, acquistabile dal distributore ufficiale Cesarex a poco più di 50 euro. In uno spazio di soli 14,5x3,5x11 cm, l’apparecchio concentra ben due tuner per sintonizzare le trasmissioni terrestri attuali e future in DVB-T/T2 e quelle satellitari DVB-S/S2 e DVB-S2, sia in chiaro sia codificate grazie al modulo CAS Conax con slot smart card. Non mancano poi il supporto IPTV, il PVR, la ricerca Blind Scan, la compatibilità con qualunque impianto di ricezione satellitare (fisso, multi-feed DiSEqC 1.0/1.1 con rilevamento automatico, motorizzato DiSEqC 1.2/USALS, centralizzato e SCR/UniCable), il display a LED, il mediaplayer ad ampio spettro e il menu incredibilmente ricco di voci e al tempo stesso facile da navigare. Grazie alle dimensioni ridotte, il ricevitore Optimuss Underline 3in1 può essere riposto ovunque, anche dietro al televisore o all’interno di un mobile, grazie al ripetitore IR a filo in dotazione. L’eccellente lavoro di miniaturizzazione compiuto dai progettisti Edision e la doppia alimentazione (220 Vca e 12 Vcc) permettono anche l’impiego del ricevitore a bordo di camper e caravan con la massima semplicità ed efficacia.

Menu ben strutturato, 34 liste preferite

Il menu OSD ha una grafica piuttosto tradizionale, con le icone delle sezioni posizionate ad arco ai piedi dello schermo ed al centro la finestra che mostra i sottomenu di ogni singola sezione. Tutto è organizzato secondo logica e, a parte qualche piccola imprecisione, anche la traduzione italiana è realizzata con cura. Particolare attenzione è stata riposta nella gestione dei canali radiotelevisivi memorizzati: oltre ai classici strumenti di editing come il cambio di posizione, il blocco tramite PIN, l’eliminazione, la modifica del nome e lo “skip” (salto durante lo zapping sequenziale), troviamo ben 34 liste preferite, molte delle quali già create da Edision e inserite nel firmware ufficiale (HDTV in chiaro, canali tedeschi in chiaro, Sky Deutschland, HD+, ORF Digital, Austria Sat, canali internazionali gratuiti, SRG, Canal+, Sky Italia, Nova, ecc.).

Auto DiSEqC, calcolatore puntamento e Blind Scan

Al pari di altri “multituner” firmati Edision, Optimuss Underline 3in1 può vantare numerosi strumenti e opzioni per rendere semplice, veloce ed efficace la configurazione degli impianti di ricezione via cavo, terrestre e satellite. Per quanto riguarda il tuner satellitare DVB-S/S2, possiamo scegliere tra l’installazione manuale e definire tutti i parametri necessari (tipo LNB, SCR, switch 22 kHz, DiSEqC, motore), modificare il database transponder e satelliti per aggiungere nuove frequenze e slot orbitali oppure la ricerca automatica per il rilevamento automatico dei satelliti/slot orbitali associati alle porte DiSEqC (4 per l’1.0 e 8-16 per l’1.1). Se s’incontrano difficoltà con il puntamento della parabola, troviamo lo strumento Guida Satellite per calcolare l’azimut e l’elevazione dell’antenna in base al luogo d’installazione (longitudine, latitudine) e alla posizione del satellite (longitudine). Inoltre, è possibile attivare il tono acustico associato al livello del segnale ricevuto per facilitare l’orientamento della parabola sul balcone.

Completata la configurazione, si procede con la sintonizzazione automatica di uno o più satelliti, delle singole frequenze oppure con la sintonia Blind Scan (ricerca passo-passo senza parametri preimpostati). E’ anche possibile specificare la modalità di scansione (Tutti i canali o solo quelli in chiaro), il tipo di programma (TV e/o Radio), abilitare la tabella NIT che estende la ricerca ai transponder collegati (bouquet) e il rilevamento PID automatico/manuale.

Per la ricerca dei canali terrestri si dovrà invece selezionare la regione (Italia), attivare la tele-alimentazione (Tuner Power 5V - solo in presenza di amplificatori di linea o antenne attive), la LCN e scegliere tra la Ricerca TP (singolo canale/frequenza con barre di livello/qualità) e la Blind Scan (scansione automatica). Per accedere alla lista canali durante lo zapping è necessario premere il tasto OK del telecomando e scorrere l’elenco con i tasti freccia Su/Giù. Per facilitare la ricerca, possiamo digitare direttamente il numero del canale, ordinare l’elenco per numero/lettera/codifica/transponder (tasto blu) oppure utilizzare i numerosi filtri disponibili (Preferiti, Satellite, A-Z, Provider, CAS/free, HD, DVB-T). Il tasto di colore giallo effettua l’editing del canale selezionato (inserimento nei preferiti, blocco, salto, eliminazione, cambio nome) mentre quello verde (EPG Adesso) mostra in una finestra i dati essenziali sulla programmazione. La lista canali è disponibile anche nella versione “semplice”, senza alcuna opzione.

Registrazione multipla, anche di un intero mux

Il ricevitore Edision Underline 3in1 può registrare su dispositivi di memoria USB come chiavette e hard disk fino a due programmi radiotelevisivi in contemporanea oppure un intero transponder o mux. E’ possibile anche guardare un terzo canale (se trasmette sullo stesso transponder o mux) mentre non è consentito l’uso contemporaneo di entrambi i tuner DVB-T/T2 e S/S2, cioè la registrazione da un canale satellitare e la visione di uno terrestre o viceversa. Il PVR comprende anche la funzione Timeshift, sia durante la visione sia durante la registrazione, la moviola e il replay. Per registrare manualmente un programma basta premere il tasto con il pallino rosso e modificare, se necessario, la durata predefinita di due ore. Per farlo, invece, automaticamente è necessario prima programmare il timer da menu o tramite la guida EPG. Il banner che appare sullo schermo durante le attività PVR mostra il tempo attuale (di pausa/visione) e quello reale (di registrazione live), la barra di avanzamento, il bitrate video, il formato di registrazione (PS/TS/TP), lo spazio libero/totale disponibile sull’unità USB e lo stato operativo (play, pausa, x2-4-8-16, ecc.). Ogni registrazione può essere rinominata, cancellata e protetta con un PIN tramite l’apposito menu del decoder. Inoltre, può essere esportata su PC, guardata o convertita semplicemente copiando il file con estensione .ts (se si sceglie il formato TS) oppure .mpg (PS).

Mediaplayer multiformato

Il Mediaplayer riproduce i video AVI, DivX, Xvid e MPG, anche nel container MKV e le registrazioni MT2S, MP4 e MOV effettuate con camcorder AVCD, smartphone e tablet iOS/Android fino al formato Full HD 1080p. La qualità è molto buona anche se, di tanto in tanto, può capitare qualche rallentamento o impuntamento. Edision Underline 3in1 supporta anche le foto JPEG (con slideshow, mosaico multischermo, ordinamento AZ-ZA, rotazione, ecc.), gli MP3 (playlist e ripetizione) e offre diversi strumenti di editing per qualsiasi file contenuto nell’unità di memoria USB come la copia, il cambio del nome, la cancellazione e la creazione di nuove cartelle.

Altro fiore all’occhiello a corredo del ricevitore Underline 3in1 è la visione delle WebTV, ovvero i canali televisivi IPTV che trasmettono in streaming sul web. Il decoder è sprovvisto di una lista precaricata ed è quindi necessario inserire l’indirizzo del canale desiderato attraverso il telecomando, oppure caricando da FTP o USB una qualunque lista compatibile in formato .txt, facilmente reperibile in Internet. Questa lista può essere liberamente modificata mantenendo, però, il rispetto della formattazione (Channel name: xxxxx - URL: http://xxxxxx o rtmp://xxxxxx) e del nome (WebTV List.txt). I firmware “mod” hanno invece una lista “autoaggiornante” via Internet, con oltre 200 canali tra cui molte pay-tv internazionali di spicco.

La sezione Internet del menu OSD ospita diversi applicativi per conoscere le previsioni del tempo delle principali località mondiali, leggere le ultime notizie di Yahoo! News e di altri feed RSS, consultare le mappe di Google, guardare i video di YouTube. Più ricca l’offerta del firmware “mod” che comprende anche i portali YouPorn, Kartina.tv e Sky IPTV.

 

Per informazioni

Cesarex - www.cesarex.com

 

Pubblica i tuoi commenti