Test – Ricevitore Golden Media Wizard HD Vote 2

Ricevitore Golden Media Wizard HD Vote2È un decoder “all-in-one” dotato di tutto il necessario (doppio tuner, CAS, slot CI, connessione Internet, app) per ricevere i canali televisivi SAT e DTT in Alta Definizione, in chiaro e criptati, le IPTV, accedere ai servizi online e altro ancora.

 

Parafrasando i versi della celebre “Poesia dell’Anello” contenuta nel capolavoro di J.R.R. Tolkien “Il Signore degli Anelli” (…Un anello per domarli, un anello per trovarli, un anello per ghermirli e nel buio incatenarli…), possiamo dire che la moderna tecnologia ha dato alla luce decoder digitali multifunzione capaci di “domare” qualunque impianto di ricezione terrestre e satellitare, “trovare” qualsiasi canale trasmesso dall’etere, dallo spazio e da Internet, “catturarlo” con procedure semplici ed efficaci (come la Blind Scan) e “memorizzarlo” in modo rapido e intuitivo. Un solo ricevitore per accontentare ogni esigenza, senza inutili “doppioni” (decoder Sat, DTT e box IPTV), tutto controllato da un unico telecomando e, in alcuni casi, anche da smartphone e tablet. Per il test abbiamo selezionato una delle più recenti proposte di Golden Media, azienda tedesca specializzata nella produzione di apparecchi e componenti per la ricezione digitale.

Wizard HD Vote è un combo DVB-S/S2/T/T2 che supporta anche la IPTV, i servizi online come YouTube e Google Maps, la connettività WiFi (opzionale) e la tecnologia SAT>IP per guardare i programmi televisivi sintonizzati dal decoder sul display degli smartphone e dei tablet Android (funzione Big2Small). Il ricevitore Golden Media Wizard HD Vote 2 supporta qualsiasi impianto satellitare fisso, motorizzato e centralizzato compatibile con i comandi DiSEqC 1.0, 1.1, 1.2, USALS e SCR), integra sia il CAS Conax sia lo slot Common Interface, sintonizza i canali secondo diverse modalità (anche Blind Scan) ed è dotato di un display a LED. Troviamo poi l’immancabile Mediaplayer con cui riprodurre anche i contenuti multimediali condivisi in rete (DLNA) e quelli presenti su smartphone e tablet (funzione Small2Big). Mancano, invece, la lista LCN e la funzione PVR, quest’ultima però disponibile installando un firmware “mod” alternativo, come spiegato nell’articolo.

Anche il parco connessioni è bene assortito: oltre alla porta HDMI (Full HD 1080p con controlli CEC e Lip Sync) e alla presa S/PDIF ottica, troviamo le uscite antenna passanti (Loop-through), la doppia uscita AV analogica (Cinch e Scart), la RS-232 e ben due porte USB (posteriore e frontale).

 

Ricco menu

Il menu OSD si apprezza per la grafica HD, la grande barra inferiore che ospita le icone associate alle sei sezioni principali (Compilare canale, Installazione, Configurare sistema, Strumento, Internet, USB), l’eccellente organizzazione delle voci ma non per la traduzione, talvolta incompleta e inesatta. Tra le numerose funzioni e opzioni troviamo quelle per l’editing delle liste canali TV e Radio (con i soliti strumenti - blocco, salto, spostamento, ecc., l’anteprima video e i dati tecnici), la cancellazione di tutti i canali per consentire una risintonizzazione “pulita”, la creazione delle liste preferite (massimo 8 rinominabili a piacimento), il setup dell’antenna satellitare e terrestre con sottomenu distinti e diverse opzioni di ricerca, ed ancora l’editing dei database dei satelliti e dei transponder, le regolazioni video e audio (risoluzione, formato, luminosità, contrasto, saturazione, colore, nitidezza, HDMI CEC e Lip Sync), il Parental Control per menu, canali e programmi, la consultazione del CAS e del modulo CI, l’aggiornamento del firmware, il setup della connettività Internet (LAN, Wi-Fi e 3G), come pure l’accesso ai servizi online, la gestione dell’unità di memoria USB e la riproduzione dei file multimediali.

 

SCR, Easy Find LNB, Blind Scan ma niente LCN

Per impostare il decoder in base all’impianto satellitare e terrestre utilizzato va attivata la procedura “spalmata” su diversi sottomenu. Per quanto riguarda il tuner satellitare, basta indicare nel sottomenu Antenna Connection se si usa una parabola fissa oppure motorizzata, poi accedere a Lista Satelliti e selezionare quelli visibili (come il solo Hot Bird per un’antenna fissa puntata a 13° Est, Hot Bird e Astra 1 per un dual-feed 13°+19,2° Est oppure tutti quelli in orbita da 68° Est a 55° Ovest per un impianto motorizzato “tipo”). Il database dei satelliti è modificabile e aggiornabile con gli strumenti di editing integrati. Si procede poi al sottomenu Config Antenna per impostare tutti i parametri relativi all’LNB, agli switch e ai motori utilizzati (universale, DiSEqC 1.0, 1.1, 1.2, USALS, SCR) impiegando come riferimento le barre colorate di intensità e qualità del segnale. Il database dei transponder è anch’esso modificabile a piacimento (modifica parametri, aggiungi, cancella, ecc.) e permette di abilitare la funzione Easy Find LNB per rilevare automaticamente i parametri ottimali e garantire la corretta ricezione dei segnali.

Terminata la fase di setup, si procede con la ricerca dei canali automatica oppure manuale. La scansione automatica di uno o più satelliti può utilizzare come riferimento il database dei transponder (Scansione Preimpostata) oppure passare in rassegna tutta la banda, rilevare le portanti attive e memorizzare tutti i canali presenti anche senza conoscerne i parametri (Blind Scan). La ricerca Blind Scan è anche in grado di ricostruire il database dei transponder nel caso in cui l’utente decida di “azzerarlo” perché obsoleto o incompleto.

C’è poi la modalità di ricerca Fast Scan dedicata ad alcuni bouquet europei come Canal Digitaal, TV Vlaanderen, Telesat Luxembourg, Telesat Belgium, ecc.

La scansione manuale, attivabile dal sottomenu TP Lista, permette la selezione di uno o più transponder del database e offre le stesse opzioni di quella automatica (solo canali in chiaro oppure tutti, TV e/o radio, ricerca di rete On/Off). Per quanto riguarda, invece, il tuner DVB-T/T2, si procede direttamente alla ricerca manuale (per frequenza/canale con le barre di intensità e qualità segnale) oppure a quella automatica che scandaglia le bande VHF/UHF in base alla nazione selezionata. E’ possibile escludere i canali criptati durante la scansione ma non è previsto l’ordinamento LCN: i canali terrestri possono perciò essere successivamente ordinati e filtrati solo per frequenza, nome, tipologia (SD/HD, in chiaro/criptati) e tipo di codifica.

Durante la scansione, tre diverse finestre mostrano i canali TV e Radio rilevati (con il numero totale), i transponder/tuner esaminati con i dati del satellite (nome) e della frequenza, lo stato di agganciamento (OK oppure Fail) e la barra di avanzamento.

La lista canali è accessibile con il tasto OK del telecomando e mostra tutte le emittenti memorizzate divise per satellite/tuner, organizzate per gruppi, con varie opzioni di ordinamento e visualizzazione (normale ed estesa con evento in onda). La lista canali riporta anche i dati tecnici del canale: il tuner/satellite utilizzato, la frequenza, la polarità e il valore di symbol rate.

 

CAS Conax e slot CI compatibile Tivùsat

Lo sportellino posto sul lato destro del pannello frontale cela la porta USB frontale e due fessure. Quella superiore è dedicata alla smart card abbinata al CAS (accesso condizionato integrato) mentre, quella inferiore può accogliere un modulo CAM Common Interface. Abbiamo effettuato alcuni test con la SmarCAM Tivùsat e una tessera attiva ottenendo sempre la perfetta decodifica di tutti i canali della piattaforma, anche quelli trasmessi in Alta Definizione come Rai 1 HD, Rai 2 HD, Rai 3 HD, Rai Sport 1 HD, Rai 4 HD e Paramount Channel HD. In origine, il CAS supporta unicamente lo standard Conax ma è trasformabile in multiCAS con l’installazione dei firmware “mod”.

 

PVR e Timeshift solo con il firmware “mod”

Per ignote ragioni, forse legate a questioni di “royalties”, la versione firmware 1.28B3 installata nell’esemplare fornitoci da Cesarex per il test non ha la funzione PVR abilitata e non è quindi possibile registrare i programmi televisivi terrestri e satellitari su chiavette e hard disk USB. Esistono, però, sul web le versioni “mod”, cioè modificate e non ufficiali, che abilitano questa ed altre funzioni (vedi box dedicato). Dal momento che riteniamo il PVR una funzione ormai irrinunciabile, pur considerando che il caricamento di un firmware non ufficiale comporta il rischio di annullamento della garanzia (e altri guai più seri), abbiamo deciso di caricare il firmware “mod” 1.30B7 e di verificarne il comportamento. Le funzionalità PVR sono decisamente avanzate e superiori alla maggior parte dei Combo multifunzione testati finora. Con il ricevitore Golden Media Wizard Vote 2 possiamo infatti registrare contemporaneamente due programmi trasmessi da altrettanti canali dallo stesso tuner o da tuner differenti (2 SAT, 2 DTT o 1 SAT + 1 DTT - es. 3Sat HD da Astra 19,2° Est e Italia 1 HD dal digitale terrestre) e vederne un terzo via SAT/DTT oppure una precedente registrazione. Per questioni hardware (tuner singoli), la doppia registrazione o la registrazione e la visione simultanee possono avvenire solo all’interno della stessa frequenza (transponder o mux). Inoltre, i programmi codificati possono essere rivisti solo sul decoder che li ha creati in quanto protetti da DRM.

Quando si avvia una registrazione manuale (tasto REC - pallino bianco), è possibile stopparla automaticamente al termine dell’evento (se sono disponibili le info EPG) oppure impostare una durata a piacimento. Con i tasti Fast (<</>>) possiamo rivedere una scena appena trascorsa oppure l’inizio della registrazione anche se ancora in corso, mentre con Pause si attiva il Timeshift che stoppa il programma per riprenderlo successivamente dallo stesso punto. Il Timeshift è attivo anche durante la normale visione di un programma con le stesse opzioni (pause, play, fast/slow motion, step, ecc.) ed un banner dedicato (scostamento live/differita, bitrate, spazio libero su disco, ecc.).

Le registrazioni sono accessibili da telecomando premendo i tasti Movie, USB oppure Play, accompagnate da alcune informazioni come data, ora di inizio/fine, spazio occupato, dall’anteprima video e da alcuni strumenti di editing (cambio nome, blocco con PIN e cancellazione). Durante la riproduzione è possibile spostarsi velocemente nei due sensi (x2/4/8/16/24) ed effettuare salti in avanti ad intervalli variabili (10”, 20”, 30”, 1’, 2’, 3’, 5’, 15 - impostabili da menu).

I file delle registrazioni in formato .ts vengono salvati nella cartella ALIDVRS2 dell’unità di memoria USB e, se effettuate da un canale free-to-air, possono essere esportati liberamente su PC, riprodotti e convertiti con qualunque software compatibile come Media Player Classic Home Cinema, VLC, WMP e Format Factory.

Tra le altre opzioni del PVR segnaliamo la modalità TP che registra in un singolo flusso MPEG-2/MPEG-4 tutti i canali trasmessi da un transponder satellitare o un multiplex DTT, e la compatibilità con gli hard disk autoalimentati, le partizioni multiple ed i file system FAT32 e NTFS.

 

Media Player “full optional”

Il Mediaplayer riproduce con eccellente qualità e fluidità la maggior parte dei file multimediali ed è ricco di opzioni. Abbiamo testato diversi video in DivX, Xvid e MKV, il girato dei camcorder AVCHD e degli smartphone (MP4 e MOV) senza alcun problema. Tra le numerose opzioni troviamo l’ordinamento per nome, data e dimensione, le playlist e la ripetizione per gli MP3, lo slideshow ed il multischermo per le foto, il “salto” per l’avanzamento veloce nei video. Sono disponibili anche altri strumenti, condivisi con le registrazioni, che permettono di rinominare i file, cancellarli, spostarli o copiarli in altre cartelle.

 

YouTube, meteo, giochi e… IPTV

La sezione Internet del menu ospita i servizi online e alcuni videogame. Con un semplice click del telecomando si possono guardare i video di YouTube, consultare le mappe di Google e le previsioni meteo, leggere i feed RSS, giocare a Othello e Sudoku, accedere allo sterminato mondo della Web TV superando i limiti geografici della Tv digitale terrestre e satellitare. Il decoder esce dalla fabbrica con la lista canali IPTV completamente vuota ed è quindi necessario digitare con il telecomando l’indirizzo URL del canale oppure caricare via USB una lista compatibile.

 

SAT>IP “dual tuner” e client di rete multimediale

Sempre nella sezione Internet sono presenti due funzioni molto interessanti già incontrate su altri decoder multifunzione fornite di chipset ALi. La prima funzione, Big2Small, trasforma il Wizard HD Vote 2 in un server SAT>IP capace di trasmettere in streaming le immagini e i suoni dei canali satellitari e terrestri in chiaro per la visione su smartphone e tablet (solo Android). Il funzionamento è molto semplice: basta installare sul device mobile la App ALi Big2Small (https://play.google.com/store/apps/details?id=com.alitech.dvbtoip&hl=it),

selezionare l’indirizzo IP del decoder tra quelli elencati ed attendere qualche secondo il download della lista dei canali. Per la visione è richiesta l’installazione della app gratuita MX Player. Come già sperimentato in altre occasioni, i canali a definizione standard sono riprodotti perfettamente mentre in quelli HD si notano diversi “squadrettamenti”, probabilmente per la “pesantezza” dello streaming. Nel corso del test, abbiamo inoltre verificato la possibilità di vedere sul TV e sullo smartphone due diversi canali, non solo dallo stesso tuner (e con la stessa frequenza) ma anche da tuner differenti (ad esempio il primo in DVB-T ed il secondo in DVB-S2).

La seconda funzione, Small2Big, permette al decoder di ricevere e riprodurre in streaming, tramite LAN o Wi-Fi, i contenuti multimediali come foto, musica e video presenti su tablet e smartphone, anche qui solo con sistema operativo Android. In questo caso è necessario scaricare e lanciare sul device mobile una qualsiasi app compatibile con questo tipo di servizio (es. BubbleUPnP), selezionare il renderer “ALi Media Renderer” e poi il contenuto multimediale desiderato. Con la app possiamo inviare in streaming al decoder anche i file multimediali condivisi in rete da PC, NAS, decoder e quelli ospitati sui servizi cloud (es. Google Drive, Dropbox, OneDrive, Amazon Cloud Drive).

 

Per informazioni

Cesarex - www.cesarex.com - Tel. 081 8032493

 

Pubblica i tuoi commenti