Test ricevitore SAT: Qviart Mini

Ideale da nascondere dietro al TV o in un armadio del camper o della roulotte, supporta ogni parabola, sintonizza e registra i canali DVB-S2 in chiaro e criptati (CAS Conax), riproduce i file multimediali e si collega al web via Ethernet, Wi-Fi o 3G.

 

Nel corso dell’ultimo anno abbiamo testato diversi modelli di decoder di Qviart, azienda spagnola con centri di ricerca, sviluppo e produzione in Asia e India, sottolineando più volte le loro potenzialità, la facilità d’uso e le rivoluzioni apportate nel mercato dei set-top-box. Abbiamo iniziato con l’Unic HD, dotato di tuner satellitare e soluzioni multimediali evolute come i servizi “connessi” e le IPTV, per poi proseguire con l’Undro, primo set-top-box “Android Powered”, cioè con il sistema operativo del robottino verde. Qualche mese fa abbiamo testato il Combo con tuner terrestre DVB-T e satellitare DVB-S/S2, un apparecchio tuttofare davvero completo e ben fatto, mentre ora è la volta del modello Mini, l’ultimo di questa prima “infornata” di Qviart. Come tutti gli altri modelli della gamma, anche Mini è dotato di un tuner HD, più precisamente DVB-S/S2, e prende ispirazione dalla versione Unic HD per la grafica OSD, i menu, le funzionalità e il parco connessioni. L’aspetto, però, è totalmente differente. Come suggerisce il nome, Qviart Mini è un decoder piuttosto compatto: misura solo 12,5x8x3 cm, poco più di due pacchetti di sigarette affiancati. Com’è facile intuire, l’apparecchio è stato progettato per essere nascosto dietro al TV, appeso a una parete o inserito in un mobile. Manca, infatti, il display a LED, sostituito da un ripetitore IR che ha il compito di “catturare” il segnale del telecomando e mostrare, tramite un LED bicolore, se il decoder è acceso oppure in standby. Inoltre, l’alimentatore è separato (12 Vcc), una scelta che facilita l’installazione su mezzi mobili come camper e caravan. Per il resto offre le stesse dotazioni e funzionalità di un decoder “full-size” come Unic HD, ossia un parco connessioni davvero ricco (HDMI, mini-jack AV, doppia USB, Ethernet, S/PDIF), un menu completo e facile da navigare, e il supporto a qualsiasi parabola fissa e motorizzata (DiSEqC 1.0, 1.1, 1.2, USALS, SCR).

Qviart Mini sintonizza fino a 6100 canali da 4000 transponder 100 satelliti anche in modalità Blind Scan, li registra via USB, riproduce i file multimediali via USB e LAN (DLNA DRM/DMP) ed offre numerose “Network Apps” come YouTube, Grooveshark, Google Map, Meteo, RSS, Borsa e un client di posta elettronica per leggere le mail sul televisore.
Last but not least, può collegarsi alla rete LAN e a Internet tramite l’interfaccia Ethernet integrata, in Wi-Fi (con adattatore USB Wi-Fi opzionale) oppure utilizzando le reti mobili (con modem 3G/4G USB sempre opzionale).

Menu a icone ben organizzato
La grafica del menu OSD è essenziale e al tempo stesso elegante, arricchita da grandi icone colorate, effetti di trasparenza e scorrimento. La pagina principale mostra le sei sezioni principali - Installazione, Modifica Canali, Impostazioni, Giochi, Accessori, Network Apps - tutte perfettamente organizzate e tradotte in italiano.
Installazione permette di configurare tutti i componenti dell’impianto satellitare (LNB, switch, motore, ecc.), sintonizzare i canali, aggiungere nuove frequenze, modificare quelle esistenti, resettare le impostazioni ai valori di fabbrica e cancellare la lista canali/transponder/satelliti con varie opzioni.
Modifica Canali ospita gli strumenti di editing come lo spostamento, il cambio del nome, la cancellazione e il blocco con PIN, la procedura di creazione delle liste preferite (ben 26 modificabili a piacimento), i filtri per ordinare i canali in base alle proprie preferenze (A/Z, transponder, FTA+CAS, frequenza, favoriti, FAT+CAS+A/Z, provider, Service ID), le funzioni di salvataggio (backup) e le importazione dei settings.
Impostazioni concentra la maggior parte delle voci ed è a sua volta suddivisa in 8 sottomenu. Impostazioni sistema ospita le voci dedicate alla lingua (menu, audio principale e secondario, sottotitoli, EPG, teletext), le impostazioni dell’audio digitale (formato PCM o RAW) e della SCART (video CVBS o RGB), alcune opzioni relative alla lista canali come la cronologia e l’attivazione della modalità Low Power Standby. Impostazioni OSD consente di impostare la trasparenza del menu e del teletext, la risoluzione HDMI (576i/p, 720p, 1080i, 1080p @24-25-50 Hz), lo standard TV, il formato dello schermo e la durata del banner canale. Parental Control protegge con un PIN il menu, l’installazione, i canali, i programmi in base all’età e gli eventuali servizi on-line vietati ai minori, mentre Calendario mostra l’agenda e permette di annotare un promemoria. Ora e Timer imposta l’orologio, programma il timer di visione e registrazione, attiva lo sleep timer (spegnimento automatico dopo 15’, 30’, 45’, 60’, 90’, 120’ o altro tempo a scelta) e la funzione AutoStandby (1, 2, 3, 4 ore o personalizzato). Menu CA mostra le informazioni sulla smart card inserita, mentre Impostazioni colore consente di regolare la luminosità, il contrasto, la saturazione delle immagini e di ripristinare i valori di default. Informazioni STB mostra i dati di sistema come la versione software e la data di sviluppo, il numero seriale, il numero di canali/transponder/satelliti memorizzati rispetto al totale.
Giochi contiene 8 videogiochi come Sudoko, Boxman, Trans, WhiteBlack, Gobang, Snake, Tetris, Hexa e Mine.
Accessori permette di navigare all’interno dell’unità USB, configurare la connettività Ethernet, Wi-Fi e 3G. Per quanto riguarda la USB, è possibile gestire e riprodurre i file multimediali, le registrazioni, aggiornare il firmware e i settings, configurare il PVR (partizione attiva, modalità registrazione canale/transponder, modo TS/PS, durata registrazione predefinita, timeshift automatico/manuale e spazio riservato, ecc.), verificare lo spazio libero/occupato della memoria USB e il suo file system, formattarla, effettuare il test di velocità comparandolo con i dati di riferimento (registrazione SD, HD, HD+Timeshift).
Network Apps elenca le applicazioni Internet preinstallate come YouTube e Grooveshark, configura le funzionalità DLNA (DMR e DMP), Net Link e FTP Download che esamineremo in dettaglio più avanti.

Blind Scan con qualsiasi parabola
Qviart Mini supporta qualsiasi parabola, si programma molto facilmente e in pochi minuti. Tutto merito della finestra di configurazione dell’impianto d’antenna che, in poche e chiare voci, permette di scegliere il satellite da esaminare, verificare la potenza e la qualità di un transponder, impostare il tipo di LNB (Universale in banda Ku, C, SCR, ecc.), gli eventuali switch DiSEqC 1.0/1.1 e il motore (DiSEqC 1.2 e USALS), scegliere il tipo di scansione e la modalità di ricerca.
E’ possibile ricercare tutti i canali trasmessi da uno o più satelliti e trasponder oppure appoggiarsi alla Blind Scan che esamina lo spettro passo dopo passo rilevando le portanti, identificandole (frequenza, polarità, symbol rate) e memorizzando i canali attivi. Troviamo poi le opzioni per memorizzare tutti i canali TV e/o radio, solo quelli FTA (sempre TV e/o radio), HD oppure SD, cancellare la precedente lista oppure aggiornarla.
I database dei satelliti e dei transponder sono aggiornabili automaticamente attraverso la Blind Scan oppure manualmente caricando i settings che si trovano su Internet, ad esempio quelli del GIO®GIO Team scaricabili gratuitamente dal sito di Digital-Sat.it.
La scansione è fatta rapidamente e con la massima precisione, esaminando i transponder del database (oppure quelli appena rilevati se si è scelta la Blind Scan), visualizzando e memorizzando i canali TV e Radio con il simbolo “$” se criptati. Non manca poi la barra di progresso e i dati tecnici del transponder esaminato (frequenza, polarità, SR, FEC).
Il tasto OK premuto durante la visione di un programma fa apparire una lista ordinata per satellite, gruppo (HD/MPEG-4, FTA, codificato, ecc.), frequenza, lettera alfabetica, transponder, FTA/CAS, provider, service ID e arricchita da alcuni “plus” come la ricerca per parola chiave, i dati tecnici di sintonia, i codici PID, il nome del bouquet di appartenenza, gli orari e i titoli dell’evento in onda e di quello successivo.

Banner ricco di informazioni tecniche
Il banner è quanto di meglio si possa desiderare da un decoder digitale, non solo per la quantità delle informazioni ma anche per lo stile e la grafica ad alta risoluzione. Nella parte superiore compaiono il numero, il nome del canale e diverse icone che si illuminano in presenza di servizi come la codifica del segnale, la trasmissione in HD, l’audio Dolby, il teletext e il blocco di sicurezza.
In basso a sinistra sono visibili le informazioni sulla programmazione come il titolo dell’evento attuale e successivo con gli orari di inizio/fine e la barra di avanzamento, la risoluzione nativa del canale (es. 720*576 per gli SD e 1920*1080 per gli HD) e il nome del bouquet di appartenenza (Provider).
A destra troviamo, infine, i dati tecnici del transponder (satellite, frequenza, polarità, SR, modalità DVB-S o S2), l’orologio e, più sotto, il grafico con la qualità del segnale aggiornata in tempo reale. Il tasto Info fa apparire un’ulteriore finestra con gli approfondimenti sull’evento in onda e successivo.
La guida ai programmi elettronica è presente in due versioni: quella giornaliera che mostra in una griglia i titoli dei programmi trasmessi da un gruppo di 10 canali per pagina e quella settimanale che visualizza il palinsesto completo di un singolo canale. Entrambe le versioni permettono di programmare automaticamente il timer per registrare automaticamente un evento futuro o avvisare sul suo inizio.

Doppio PVR ricco di opzioni
Come il modello Unic HD al quale si ispira, il ricevitore Mini può registrare fino a due programmi televisivi simultaneamente da altrettanti canali (e vederne un terzo), registrare tutto quello che viene trasmesso da un transponder e mettere in pausa un programma per rivederlo successivamente in differita. Per fare questo basta collegare a una delle due porte USB una chiavetta oppure un hard disk. Qviart Mini supporta i dispositivi formattati in FAT32 o NTFS, con una o più partizioni, con alimentazione esterna o prelevata direttamente dal cavo USB.
E’ possibile impostare la durata predefinita della registrazione e modificarla successivamente, attivare il Timeshift automatico che inizia a registrare in modo silenzioso ogni volta che si cambia canale, scegliere tra le modalità TS oppure PS. Dal momento che il tuner è singolo, la doppia registrazione avviene solo all’interno dello stesso transponder e satellite.
Le registrazioni sono accessibili direttamente con il tasto Play oppure dalla sezione USB/PVR. Sono accompagnate dalle immagini in anteprima e da alcune informazioni come data, ora e spazio occupato. Con il tasto di colore giallo si possono eliminare, quello blu avvia la riproduzione a schermo intero mentre con USB si hanno a disposizione alcuni strumenti, condivisi con altri contenuti come i file multimediali, che permettono di rinominare, spostare, copiare, bloccare e ordinare le singole registrazioni.
Durante la riproduzione è possibile anche creare dei segnalibri con il tasto PAGE+.
I file delle registrazioni in formato .mpg (PS - solo SD) e .ts (TS - SD/HD) sono ospitati in cartelle indipendenti e possono essere esportati liberamente su PC, riprodotti e convertiti con qualunque software compatibile (consigliati VLC Player e Format Factory).
In caso di registrazione di un intero transponder, si ottiene un unico file .ts contenente tutti i canali TV, radio e dati che può essere “decodificato” da PC utilizzando, ad esempio, il comando Riproduzione/Programma di VLC Player, oppure dal decoder con il tasto MENU/Switch Video (USB > PVR > Cartella [TP]).

Musica, foto e video a go-go via USB e LAN
Il Mediaplayer si dimostra versatile, completo e ricco di funzionalità. Non solo riconosce la maggior parte dei formati e codec in circolazione (MKV, MP4, DivX, MOV, MP3, JPG, ecc.) ma li riproduce con un’eccellente qualità audio e video. Inoltre fornisce utili informazioni sui contenuti (es. codec, risoluzione, frame rate e rapporto d’aspetto per i video, bitrate e sampling per l’audio, ecc.), permette anche di “saltare” al punto desiderato grazie alla funzione GoTo e funziona sia in “locale” (ovvero via USB) sia in rete grazie al DLNA.
Quest’ultima funzione supporta le classi DMP (Digital Media Player - per sfogliare le cartelle del server e riprodurre i contenuti) e DMR (Digital Media Renderer - solo riproduzione).
Purtroppo, come già visto nel ricevitore Unic HD, per riprodurre i file da chiavette e hard disk USB non basta selezionare la cartella che li ospita e premere OK ma bisogna anche aggiungerli alla playlist.

YouTube, Meteo, IPTV e altri servizi “connessi”
Come già visto negli altri Qviart, il menu OSD mette a disposizione alcune “Network Apps”, ossia applicazioni accessibili connettendo il decoder alla rete LAN domestica e/o a Internet. Stiamo parlando di YouTube, Google Map, Grooveshark (un ricco portale che trasmette musica in streaming) e altre app per leggere la posta elettronica sul Tv (client Email), ricevere le ultime notizie (RSS Feed), le previsioni meteo, la situazione della borsa, gli orari di preghiera per i musulmani che interessano una ventina di località mondiali (Prayer Times). Tra le Network Apps troviamo anche l’FTP Download, per scaricare musica, foto, video, firmware e settings da un server remoto o locale (es. PC) e Net Link per guardare qualsiasi canale IPTV digitando l’indirizzo (es. http://109.127.2.2:8007/c45).

PER INFORMAZIONI
Time Sat
www.time-sat.com
Tel. 0734964110
QviArt
www.qviart.com

Vuoi scaricare gratuitamente il test in formato pdf

Allegato

Pubblica i tuoi commenti