TI Media-L’Espresso: OK dall’Agcom

Luglio
Con il trasferimento del 100% di Rete A a TIMB, controllata di TI Media, si sarebbe quindi concluso anche l'ultimo passaggio formale necessario prima della formalizzazione dell'operazione. La joint-venture sarà partecipata al 70% da TI Media e per il restante 30% da Gruppo L'Espresso per una valutazione stimata intorno ai 300 milioni di euro.
 La New Co. creata dalle due aziende sarà il fornitore di riferimento dei principali editori televisivi non integrati nazionali ed esteri operanti sul mercato italiano. L'operazione consentirà inoltre di conseguire rilevanti sinergie industriali. Il nuovo gruppo potrà contare su un giro d'affari annuale di circa 100 milioni di euro, un risultato economico positivo e una robusta generazione di cassa. L'accordo sottoscritto prevede inoltre che, una volta compiuta l'integrazione, venga avviato un processo di valorizzazione con la ricerca di investitori interessati alla “combined entity”.
www.telecomitaliamedia.it
www.gruppoespresso.it

Pubblica i tuoi commenti