Tivù Sat sceglie Nagravision

Aprile 2009. La scelta, già ventilata da tempo, ha il chiaro scopo di semplificare la gestione delle procedure di criptaggio da parte dei broadcaster in virtù del fatto che la stessa tecnologia viene già adottata per alcune pay-tv e pay-per-view DTT (Mediaset Premium) e dalla piattaforma Pangea.

La codifica Nagravision sarà applicata a tutti i contenuti oppure solamente a quelli per i quali gli operatori televisivi nazionali hanno acquisito i diritti di trasmissione per il solo territorio nazionale, ossia alcune pellicole cinematografiche, eventi sportivi “puri” oppure inseriti in programmi di informazione e approfondimento.

Scopo principale di Tivù Sat sarà di consentire la ricezione dei canali DTT anche nelle aree non raggiungibili dal segnale terrestre prima e dopo lo switch-off del 2012, attraverso decoder CAS (con CAM Nagra integrata) o Common Interface (con CAM C.I. acquistabile separatamente simili o identica all’attuale SmarCAM) e una smart card fornita agli abbonati RAI dietro pagamento di una piccola quota una-tantum a parziale copertura dei costi di sviluppo e distribuzione.

La card non avrà scadenza ma potrà essere sostituita in caso di upgrade del sistema di accesso condizionato per migliorarne la sicurezza.
Grazie a Tivù Sat, inoltre, i telespettatori esclusi dalla copertura DTT (e fino al 2012 anche di quella analogica), potranno ricevere gli eventi criptati anche senza abbonamento a SKY come avvenuto finora.

www.nagravision.com

Pubblica i tuoi commenti