Toshiba 46SV685D, contrasto sbalorditivo

Dicembre 2009. Ciò grazie al sistema Full Active Led (local Dimining) che controlla in modo indipendente l’illuminazione delle diverse aree dello schermo a seconda delle immagini visualizzate (Local Dimming), assicurando dinamicità e profondità di campo, ma anche all’Active Vision M200 HD che quadruplica la frequenza di scansione attraverso le tecniche di frame interpolation (raddoppio frame da 50 a 100 al secondo) e backlight scanning (modulazione frequenza di scansione dei Led).

Come nei migliori prodotti firmati dalla casa giapponese troviamo la Resolution+, una tecnologia di upscaling video decisamente più complessa e performante di quella standard adottata dalla concorrenza, che permette di trasformare un segnale a definizione standard in un “quasi HD” per poterne ottimizzare la riproduzione sui moderni display HD.

Di rilievo anche il sensore di luminosità ambientale AutoView che regola automaticamente la luminosità e il contrasto delle immagini (oltre alla retroilluminazione del pannello LCD), e la presenza del circuito Dolby Volume al fine di stabilizzare il livello audio dei canali televisivi e dei diversi contenuti (film, spot pubblicitari, spettacoli live) preservando la gamma dinamica e la fedeltà del suono.

Le tecnologie citate sono governate da un chipset chiamato Meta Brain, un vero e proprio “cervello” integrato nei modelli più avanzati capace di adattare il suo comportamento in base alle immagini e ai suoni da riprodurre e garantire così le migliori prestazioni possibili.

Sul fronte multimediale segnaliamo la presenza del Mediaplayer Jpeg/Mp3/DivX tramite USB, Memory Card o Ethernet (DLNA). Disponibile anche nel taglio da 55” (3.650,00 euro), il modello SV685D cattura l’attenzione per l’originale design Deep Lagoon con la cornice che sfuma dal nero intenso al bianco soft per adattarsi a qualsiasi tipo di arredamento.

www.toshiba-italia.com

Pubblica i tuoi commenti