TV LCD LED Full HD Multituner TechniSat TechniVision 26 HD

In sintesi
La serie TechniVision HD contempla tutta una serie di funzionalità e dotazioni che nessun altro TV da 22 o 26 pollici è attualmente in grado di offrire, garantendo inoltre un’eccellente qualità di immagini e suoni, una praticità d’uso esemplare, l’affidabilità e la robustezza tipiche dei prodotti TechniSat. Oltre al PVR troviamo, infatti, il triplice tuner digitale (terrestre, cavo e satellitare) affiancato da uno slot CI+ per le pay-tv HD, il supporto alle parabole fisse, motorizzate e centralizzate (SatCR/UniCable), un Mediaplayer multiformato (pur con qualche dimenticanza come il DivX e l’MKV) e una lista canali miscelabile, personalizzabile e copiabile in pochi secondi su altri apparecchi della stessa serie. Manca solo la funzione LCN (che i tedeschi considerano, forse giustamente, ancora troppo “acerba”) e un pannello comandi da utilizzare, in caso di emergenza, al posto del telecomando.

Maggio 2011. In passato ci siamo occupati spesso dei televisori multituner firmati TechniSat, sottolineando come la perfetta integrazione tra le due “anime” di Tv e decoder satellitare abbia un effetto benefico sulla facilità d’uso e l’efficienza (non solo energetica) senza accettare alcun compromesso. Nella nuova gamma TechniVision, questi vantaggi si sono estesi anche ai Tv color più piccoli, per la felicità di chi è alla ricerca di un apparecchio multifunzionale per lo studio, una seconda stanza della casa o per l’albergo.
Disponibili nei tagli da 32, 26 e 22 pollici, tutti con display Full HD retroilluminati a LED (sistema Edge LED), i TV TechniVision riconfermano gran parte delle dotazioni tecnologiche a corredo nei top di gamma TechniSat come la predisposizione PVR via USB per registrare i programmi televisivi su chiavette oppure hard-disk portatili e lo slot CI+ indispensabile per decodificare i canali pay-tv in Alta Definizione.
L’apparecchio supporta gli impianti satellitari fissi, centralizzati e motorizzati, mette a disposizione una lista canali “miscelabile” (terrestri + satellitari) e clonabile attraverso la porta USB, un display a LED frontale di colore bianco che funge anche da orologio, due altoparlanti frontali con un’eccellente risposta acustica, un parco collegamenti completo, con due porte HDMI, prese Component, S-Video, Scart, VGA e S/PDIF. Per questi e altri motivi che vedremo nel proseguo del test, la gamma TechniVision si trova perfettamente a suo agio anche negli hotel e in altre strutture comunitarie che sono alla ricerca di televisori funzionali ed affidabili.

Display Full HD Edge LED
Peculiarità della nuova gamma TechniVision sono i pannelli a cristalli liquidi Full HD retroilluminati a Led, già visti in anteprima sulla gamma TechniLine.
Anche in questo caso è stata scelta la tecnologia Edge LED (eLED) con i diodi collocati lungo il profilo esterno del pannello LCD e una lente di diffusione posizionata invece dietro ai cristalli liquidi che convoglia la luce assicurando la massima uniformità possibile. Questo sistema contribuisce a ridurre la profondità del televisore, i consumi energetici (i LED assorbono meno energia delle lampade fluorescenti impiegate nei sistemi di retroilluminazione CCFL) e migliorare la qualità delle immagini. Di contro, presenta una certa disomogeneità d’illuminazione (aloni luminosi sulla superficie dello schermo quando lo si osserva al buio senza immagini) soprattutto nei pannelli più grandi.
Per il modello da 26” a cui è dedicato il banco prova, TechniSat dichiara un contrasto nativo di 1000:1 (15000:1 dinamico), una luminosità di 400 cd/mq, tempi di rotazione dei cristalli di 5 ms ed un angolo di visione compreso tra 150 e 160°: si tratta di valori fin troppo realistici visto che le prestazioni video sono sostanzialmente equivalenti ad altri Tv/monitor che montano pannelli LCD da 22-26” con tecnologia TN (Twisted Nematic), retroilluminazione a Led e dichiarano contrasti nell’ordine del milione a 1 e risposte di pochi millisecondi.

La frequenza di scansione di 50 Hz comporta inevitabilmente una mancanza di fluidità durante i veloci panning orizzontali (quando la telecamera scorre rapidamente da destra a sinistra e viceversa) e le scene più dinamiche (ad esempio in corse d’auto, partite di calcio, film d’azione, ecc.) mentre gli oltre 2 milioni di pixel che compongono il pannello mal si conciliano con i 400 mila delle immagini PAL a definizione standard, tra l’altro “sparati” in due fasi (interlacciati), soprattutto quando la compressione MPEG-2 è molto spinta. Tuttavia, bisogna ammettere che questi difetti, comuni a tutti i display Full HD da 50 Hz, sono molto meno avvertibili nei display di piccole dimensioni e spariscono completamente se ci si allontana dallo schermo.
Con i contenuti Full HD 1080p dei dischi Blu-ray, le trasmissioni digitali 1080i/720p e le sorgenti PC, il TechniVision 26 HD si dimostra più performante con una buona risposta cromatica ed un’eccellente pulizia e precisione nei dettagli.

Menu di nuova generazione
Nella serie TechniVision HD debutta il nuovo menu OSD. In realtà, i principali cambiamenti riguardano la grafica, più moderna e accattivante grazie alle icone stilizzate, mentre le sezioni, l’organizzazione delle voci, le schermate d’aiuto e le scorciatoie sono rimaste immutate e contribuiscono a rendere la navigazione più veloce e pratica. Dobbiamo però segnalare alcune traduzioni incomplete o errate.
Ricerca emittente riguarda la sintonizzazione dei canali secondo diversi modi e funzionalità.
Organizzazione timer consente di programmare i timer di visione e registrazione (interna PVR o esterna DVD-R/VCR), visualizzare e modificare gli eventi già programmati, attivare la sveglia (accensione automatica Tv su un canale a scelta), configurare le impostazioni di pre e post-registrazione (intervallo di anticipo e posticipo per compensare gli sfasamenti temporali tra la messa in onda effettiva e quella prevista di un programma televisivo durante la registrazione programmata) e Perfect Recording (funzione disponibile su alcuni canali che adatta automaticamente la registrazione alla messa in onda anche in caso di variazione). Organizzazione liste TV e Organizzazione liste Radio comprendono gli strumenti per la creazione e la gestione degli elenchi generali e preferiti.

Gestione film DVR/Musica/Immagini consente di gestire l’unità USB, i contenuti multimediali e le registrazioni (selezione partizione, test velocità lettura e conformità PVR, controllo file system, formattazione, spazio libero/occupato, formato registrazione radio, marcatura automatica della trasmissione, notifica della registrazione, cartella avvio musica/immagini/film, copia file, cancellazione, cambio nome, anteprima, ecc.).
Accesso condizionato mostra le informazioni sulla CAM CI/CI+ e la smart card. Dal menu Lingua possiamo scegliere l’idioma del menu OSD.
La sezione più importante riguarda le Impostazioni, sviluppata su 10 sottomenu e comprendente la maggior parte dei settaggi del televisore. Tra questi il Parental Control che consiste nel bloccare menu, canali e contenuti multimediali (file e registrazioni), anche per fascia oraria e personalizzati in base ad account associati ad un massimo di 4 componenti familiari; la gestione della guida EPG SFI (aggiornamento manuale/automatico, canali guida, emittente di riferimento, categoria di inizio); la scelta del Paese e del canale televisivo da utilizzare con riferimento per l’orologio e il datario; la modalità di funzionamento dell’indicatore LED e del display frontale (spenti, orologio on/stand-by, status operativo); l’attivazione delle modalità Quickstart e Auto Stand-by per l’accensione rapida e lo spegnimento automatico del Tv trascorso il periodo di tempo impostato (es. 3 ore) dall’ultimo comando; i settaggi dei parametri video comuni o indipendenti per gli ingressi AV e i tuner (preimpostazioni PC/grafica, utente/definito, naturale/utilizzo domestico, intenso/presentazione, film/cinema, regolazione retroilluminazione manuale o dinamica, temperatura colore neutra/fredda/calda/tenue, contrasto, luminosità, colore, brillantezza, definizione, riduzione disturbo, formato immagine, rilevazione formato, spazio colore, overscan, formati HDMI supportati). Sempre in questa sezione troviamo i settaggi audio (volume, toni alti/bassi, bilanciamento, effetto surround, Dolby Digital, livello cuffia e lingua audio/sottotitoli); la configurazione dei sistemi di ricezione satellitare e terrestre; le impostazioni OSD (formato carattere, durata banner, sfondo radio); la gestione della funzione HDMI TechniLink (accensione/spegnimento automatici e regolazione volume con altri dispositivi HDMI CEC); la configurazione del teletext (livello 1.5 o 2.5); la pagina riassuntiva con i dati tecnici del Tv (versioni hardware e software, data, numero seriale, aggiornamento SFI) e le procedure di reset (totale/solo lista canali) e upgrade (lista canali tramite ISIpro e firmware a orari prefissati).

PER INFORMAZIONI
Eldor Innovazione
www.eldorinnovazione.com
Tel. 031 636111

Vuoi scaricare gratuitamente il test in formato pdf:

http://www.01net.it/01NET/Photo_Library/867/eur220_TechniSatTechniVision26HD_pdf.pdf

Pubblica i tuoi commenti