Un passo avanti per Galileo

Febbraio 2012
La Commissione ha proposto di destinare 7 miliardi di euro per garantire il completamento delle infrastrutture per la navigazione satellitare dell’UE nonché l’operatività dei sistemi fino al 2020. Tra queste il funzionamento delle infrastrutture spaziali e terrestri, le necessarie attività di rifornimento e sostituzione, le procedure di certificazione e, soprattutto, la fornitura di servizi.
«Sia Galileo sia Egnos stanno dando un contributo significativo alla competitività della nostra industria e all’innovazione in settori fondamentali il cui potenziale economico è importante - ha dichiarato il vice-presidente Antonio Tajani, commissario europeo responsabile per l’industria e l’imprenditoria. - L’aumento del nostro know-how nell’ambito della tecnologia e dei servizi di navigazione satellitare sosterrà in modo significativo l’industria europea in questo momento difficile».
http://europa.eu

Pubblica i tuoi commenti