“Un’isola in Rete 2012”. Il satellite al fianco dei giornalistiche

Settembre 2012
«I satelliti di ultima generazione come il Ka-Sat - ha spiegato Renato Farina (nella foto), Amministratore Delegato di Eutelsat Italia - sono in grado di offrire risposte concrete in termini di alti standard qualitativi e di riduzione dei costi dei servizi di connettività». In un momento di congiuntura come quello attuale, si tratta di uno stimolo prezioso teso a favorire l’ingresso nel mercato di nuovi soggetti editoriali a forte vocazione locale, agevolando la produzione contenuti destinati anche al circuito nazionale. Per Gianni Sgarbi, Marketing Manager di IcarusNet, «in ballo c’è occupazione, democrazia e pluralismo informativo: il satellite, peraltro, ha una grande capacità di trasmissione mentre le frequenze televisive digitali non bastano ad accogliere tutti i player». Al centro del processo di digitalizzazione del Paese c’è il binomio innovazione e territorio che chiama in causa sia i nuovi servizi delle istituzioni locali sia la questione della cittadinanza e dell’accesso alle tecnologie. Ad affrontare la problematica, il massmediologo Derrick de Kerckhove che ha notato come le nuove reti stiano abilitando le comunità locali alla competizione con i grandi centri sul fronte della produzione di comunicazione. A questo proposito Graziano Delrio, sindaco di Reggio Emilia e presidente dell’ANCI, ha proposto il riconoscimento di un ruolo più incisivo dei Comuni italiani da parte delle istituzioni governative.
www.eutelsat.it
www.skylogic.it
www.icarusnet.it

Pubblica i tuoi commenti