Video online: l’abbonamento italiano varrà in tutta la Ue

video onlineChe si tratti di serie TV, di eventi sportivi, o di altri contenuti audio o video online, chi ha sottoscritto un abbonamento nel proprio Paese, potrà usufruirne anche in tutte le nazioni della Ue, senza che per altro vengano lesi i diritti di chi tali contenuti li produce o li distribuisce.

Questa la disposizione che arriva dal Parlamento europeo: i fornitori di servizi locali hanno tempo fino a dicembre 2017 per adeguarsi. Da gennaio 2018 chi si reca all'estero per lavoro o turismo dovrà poter vedere gli stessi film o le serie di Netflix (o di altri fornitori online) o ascoltare la stessa musica di Spotify che vedrebbe o ascolterebbe stando in Italia.

Ulteriori dettagli si possono avere cliccando qui.

 

Pubblica i tuoi commenti