Vita e Beatificazione di Papa Wojtyla in 3D

Marzo 2012
Da alcuni mesi, SKY Italia dispone a tutti gli effetti di un canale Tv a tre dimensioni, mentre Mediaset e LA7 hanno già avuto alcune esperienze nel campo della trasmissione stereoscopica. Finora, nella frangia di offerta specifica, mancava soltanto la RAI che, pur potendo contare su un discreto “magazine” di opere realizzate in 3D, non aveva mai effettuato trasmissioni vere e proprie in formato tridimensionale.

L’occasione è arrivata il 27 gennaio scorso, quando, nell’ambito delle iniziative attuate dal broadcaster pubblico per onorare la Giornata della Memoria, la RAI aveva attivato la sua prima trasmissione 3D, rendendo disponibile - sui canali DTT 501 e 101/TivùSat - Le non persone, un documentario di circa 60 minuti, firmato dal regista Roberto Olla. Il 27 gennaio 2012, quindi, ha segnato l’inizio delle proposizioni RAI “in rilievo”, certamente non continuative (almeno per il momento), ma indirizzate comunque al grande pubblico. Una di queste proposizioni avverrà proprio il primo aprile, con un filmato stereo in onda alle 23.30 sempre sui canali DTT 501 e 101/TivùSat, nonché - in contemporanea ma in 2D - anche sul programma Speciale TG1.

Tributo spettacolare
Si tratta del film/documentario di 22 minuti Un Gigante, incentrato sulla figura di Giovanni Paolo II e sulla cerimonia della sua Beatificazione, presieduta da Benedetto XVI e svoltasi in Piazza San Pietro, il primo maggio dello scorso anno.
Prodotto dalla Direzione Strategie Tecnologiche RAI con il Centro Ricerche RAI e in collaborazione con il CTV (Centro Televisivo Vaticano che, a sua volta, proprio il primo maggio dello scorso anno ha esordito in campo 3D), Un Gigante si avvale della regia di Italo Moscati e del contributo sia delle Direzioni RAI Produzione TV e Teche sia dell’associazione HD Forum Italia.

L’Azienda di Viale Mazzini ha in questo modo iniziato a sfruttare ad hoc, per le trasmissioni occasionali 3D, il canale HD 501 RAI in Digitale terrestre (nelle varie zone nazionali che hanno già completato lo switch-off) e il canale 101 HD via satellite inserito nella piattaforma TivùSat. Il tutto in vista della futura attivazione di un canale 3D specifico, messa in onda che, a questo punto, non dovrebbe essere molto lontana.

Pubblica i tuoi commenti