Airbus realizzerà per l’australiana Optus un satellite OneSat riconfigurabile

OneSat-Optus-Earth-Airbus

Airbus Defence and Space ha firmato un contratto per un satellite di telecomunicazioni completamente riconfigurabile con Optus, la seconda più grande compagnia di telecomunicazioni e principale operatore satellitare in Australia. Il satellite si baserà sulla nuova linea di prodotti standardizzati OneSat di Airbus.

Airbus fornirà una soluzione che comprende la progettazione e la produzione della navicella spaziale Optus 11, nonché una suite digitale avanzata per gestire il payload digitale e le risorse satellitari, fornendo a Optus un sistema chiavi in mano e la possibilità di aggiungere payload ospiti come il sistema SBAS (Satellite-based Augmentation Systems).

Ciò che distingue Optus 11 è la possibilità di regolare la sua copertura, la sua capienza e la sua frequenza, grazie all'elaborazione a bordo e alle antenne attive con capacità beamforming. Sarà così in grado di fornire potenza e larghezza di banda in modo dinamico, rafforzando la copertura e la resilienza della flotta Optus e permettendo a Optus di configurare e adattare la missione di payload alle esigenze dell'utente finale.

Optus 11 fornirà una combinazione di missioni per la trasmissione e per la banda larga VHTS in banda Ku su Australia e Nuova Zelanda, per migliorare le trasmissioni Direct to Home nella regione dell'Australasia, aumentare la portata nelle zone dell'Antartide e del Pacifico e sostenere la crescita nei mercati del mobile, contribuendo a eliminare i black spot di connettività attraverso il programma Mobile Black Spot del governo australiano.

Gli investimenti effettuati da Airbus e dai propri partner nello sviluppo innovativo di OneSat sono supportati dall’Agenzia Spaziale Europea (ESA) e da diverse agenzie nazionali, in particolare di Regno Unito e Francia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here