Dallo Switch Off allo Switch On Digitale

Marzo 2011. La previsione degli organizzatori della kermesse vicentina è di raddoppiare i numeri dell'Expo precedente: oltre 1300 visitatori tra installatori e professionisti, 60 espositori e più di 30 convegni. Anche quest'anno, dal 16 al 17 giugno nella “vetrina digitale” non mancheranno le applicazioni più aggiornate, dal “new broadcasting”, che consente di vedere con un solo telecomando sia la TV satellitare che quella digitale terrestre, alle ultime tecnologie DTT, HDTV, 3DTV. IPTV, Mobile Television, cinema digitale, cinema 3D via satellite, fino ai  nuovi servizi internet, trasmissione dati satellitari e banda larga, networking, VOIP, sicurezza e videosorveglianza. In scena anche il meglio dell'hardware per installare e ricevere la nuova TV e i nuovi servizi: antenne decoder, strumentazioni, cavi e componenti per il cablaggio strutturato. Particolarmente ricca sarà poi la sezione dedicata alla formazione, curata da Rener-IPLAB con seminari e corsi a costo zero previa registrazione sul sito di All Digital
www.alldigitalexpo.it.

Arriva TooWay 2.0 debutto in grande stile
A due mesi dal lancio di KA-SAT, il satellite più potente al mondo, e in concomitanza con la sua entrata in servizio, la grande attesa è adesso per il Tooway di nuova generazione che sarà distribuito in tutta Italia a partire da giugno. Se fino ad oggi il kit Tooway ha rappresentato l'unica soluzione al “digital divide”, con due anni di piena operatività, più di 3000 clienti e un'invidiabile customer satisfaction, l'appuntamento con il nuovo servizio si preannuncia già epocale. Il nuovo satellite per la trasmissione dati - dotato della tecnologia SurfBeam ViaSat a copertura multifascio (con una capacità totale oltre i 70 Gbps) e un carico utile di 82 spotbeam collegati a 10 stazioni di terra - permetterà infatti una  velocità paragonabile a quelle dell'ADSL.
Con queste premesse l'attenzione del mondo degli installatori e degli utenti è tutta sulla prossima generazione Tooway. Al momento, da Skylogic e Open Sky, rispettivamente controllata e partner Eutelsat per la gestione dei servizi satellitari, filtrano poche indiscrezioni. È però quasi certo che il servizio consumer a banda larga sia destinato a raggiungere e forse superare i 10 Mbps. Top secret invece per modalità e velocità del servizio triple: gli ingegneri  delle due società sono attualmente al lavoro con stress test video e download triple play per confermare i primi segnali trasmessi e per prepararsi alla grande demo di All Digital, dove sarà presentato Tooway 2.0, ora in cantiere. I rumors parlano tuttavia di risultati più che positivi e di un next step di business simulation con la clientela amica: chi c'è oggi con Tooway1 sarà in prima fila con Tooway 2.0.

L'intervista
«All Digital: una tappa importante dell'agenda digitale italiana»

Incontro con Paolo Dalla Chiara, patron di All Digital Expo, Meeting Nazionale dedicato agli Installatori Digitali in programma il 16 e 17 giugno

Il 2011 è l'anno dello “switch on” digitale. Non solo terrestre, ma anche di una nuova tecnologia satellitare che porterà importanti novità nel superamento del digital divide. Il 2011 è anche l'anno dell'affermazione di una nuova figura professionale che riveste un ruolo fondamentale nel passaggio alle nuove applicazioni: l'Installatore Digitale. È lui il protagonista della seconda edizione di All Digital, il più importante Meeting nazionale dedicato ai professionisti dell'installazione, momento unico di aggregazione di broadcaster, produttori, rivenditori e installatori di materiale elettrico e TV sat, in programma a Vicenza i prossimi 16 e 17 giugno. Del'expo e del prossimo “futuro digitale” abbiamo parlato con Paolo Dalla Chiara, presidente di All Digital e di SAT Expo, l'expo-forum dedicato ai servizi e alle applicazioni dello spazio.

Dottor Dalla Chiara, chi è l'Installatore Digitale?
«Tecnicamente è l'operatore che entra nelle abitazioni private e nelle aziende creando le connessioni  tra le diverse “macchine digitali” (televisori, video, telefoni, computer, comandi domestici ecc) e che mette in collegamento le varie  piattaforme.  Ma c'è qualcosa di più. Il Digitale terrestre, anche attraverso il satellite, ha infatti portato e sta portando una trasformazione radicale nel sistema delle comunicazioni e dell'entertainment,  e di conseguenza ha ridefinito anche i ruoli.  Il tecnico che si occupa di distribuire il segnale digitale  con o senza cavo  (sia esso rame, fibra ottica o sistema  wireless) e che porta le diverse modalità televisive e i diversi segnali dal tetto o dalla strada si può definire ormai come un “installatore digitale” in grado di “operare a 360°” anche per quanto riguarda i più avanzati sistemi audio-video-domestici integrati».

L'epoca digitale richiede una specializzazione anche per gli installatori, ma cosa dà in cambio?
«Il digitale è una grande opportunità per la categoria e per il Paese. Ed è proprio dalla specializzazione di “Installatore Digitale” che  dipende la velocità di propagazione della rete digitale in Italia. Oggi troviamo queste professionalità tra gli installatori di antenna, ma anche tra gli elettricisti: sostanzialmente esiste un “artigiano elettronico” che è una figura fondamentale in questo processo e fa da supporto basilare ai distributori di servizi a banda larga, ai broadcaster, alle tv locali e alle aziende di software. Attualmente anche un impianto televisivo richiede una progettazione, con quattro o cinque bouquet a pagamento. SKY, Mediaset Plus, TV Sat, sono i principali fornitori che hanno un loro decoder, ma ci sono anche altri minori e poi c'è internet: portare questi segnali in un condominio o nelle diverse stanze di un appartamento in modo da soddisfare gusti, esigenze e abitudini, richiede abilità e competenze specifiche e sempre più complesse nella progettazione».

Quindi confronto e formazione sono indispensabili?
«La formazione, assieme all'aggiornamento continuo, è condizione essenziale nella digitalizzazione e la seconda edizione di All Digital è ancora più orientata a sviluppare questo aspetto. Avremo infatti un appuntamento rivolto a tutti gli amministratori dei condomini italiani, chiamati a intervenire nell'importante momento di aggregazione sulle nuove tecnologie integrate nelle abitazioni per riunire i diversi device: Tv digitale, satellitare e internet. Il convegno nazionale antennisti farà poi  il punto sulle nuove normative tecniche e amministrative della categoria. Una decina i seminari di formazione, tutti gratuiti, organizzati da Rener-IpLab sul tema della fibra ottica, del triple-play e dei nuovi servizi Tooway ma anche sulla televisione satellitare e terrestre e sulle  installazioni nelle sale dei cinema digitali HD, 2D e 3D collegate al satellite. All Digital sarà poi una tappa dell'Agenda Digitale italiana, rivolta ai professionisti che operano in questo campo e che vedrà la partecipazione dei principali operatori di telecomunicazioni in Italia assieme a rappresentanti della Commissione Europea. Questo perché riteniamo giusto che la strategia digitale sia al centro di un  dibattito che deve far partecipare tutti gli attori politici, industriali e sociali. Ma cercheremo di guardare anche al futuro».

In che modo?
«Ad esempio puntando un occhio alla  domotica ed in genere alle tecnologie integrate applicate alla casa, che  sono temi in cantiere per All Digital, in quanto rappresentano ulteriori possibilità per i professionisti delle installazioni digitali. E per questo cercheremo di inserire già da questa edizione momenti formativi dedicati a questa tematica».

Opportunità legate anche al Digitale terrestre...
«Anche in questo campo le condizioni favorevoli per gli operatori sono molte, come dimostrano gli ultimi dati che parlano di installatori presi d'assalto in quelle zone, come il Veneto, in cui il passaggio recente ha comportato una serie di problematiche. I primi mesi del 2011 hanno visto i professionisti molto impegnati e credo che il trend continuerà per un lungo periodo. Per questo vogliamo tracciare lo stato dell'arte sul Digitale terrestre a 360°, sia per quelle zone che devono ancora affrontare lo switch-off come Abruzzo, Basilicata, Calabria, Liguria, Marche, Molise, Puglia, Sicilia, Toscana, Umbria, sia per quelle che l'hanno già affrontato ma hanno ancora  problematiche da risolvere».

A questo proposito, ci può anticipare qualcosa sul prossimo Tooway?
«Il servizio Tooway 2011 è il grande avvenimento della rassegna e sarà presentato in grande stile a All Digital. Un debutto ufficiale che riserverà non poche sorprese. Per adesso posso solo anticipare che Eutelsat presenterà l'antenna parabolica triple play che, grazie al nuovo satellite Ka-Sat, garantirà la televisione digitale via satellite assieme alla connessione internet a prestazioni paragonabili all'Adsl e alla telefonia Voip. Ancora un'altra grande opportunità per l'installatore chiamato a realizzare questi impianti: a lui Tooway dedicherà un'intera giornata fitta di convegni e appuntamenti formativi, che si concluderà con un riconoscimento professionale».

Promospace
Tel. 0444 543133
email: info@alldigitalexpo.it
www.alldigitalexpo.it

Pubblica i tuoi commenti