DAZN è alla ricerca di investitori per assicurarsi la tranquillità economica

DAZN logo ring

Il miliardario Len Blavatnik sta esplorando alcune opzioni che possano aiutare a garantire il futuro finanziario di DAZN, di cui è proprietario.

Per essere competitiva, DAZN ha infatti fatto investimenti a 9 cifre per l'acquisizione del calcio europeo e della boxe. Tuttavia, la pandemia globale dovuta al Covid-19 ha bloccato gli eventi sportivi facendo mancare l'emozione dell'azione in diretta. Come conseguenza gli abbonati hanno sospeso i pagamenti al servizio di streaming. A fronte di ciò, DAZN aveva anche detto che avrebbe bloccato i pagamenti degli eventi sportivi sospesi o rimandati.

Secondo quanto riporta il Financial Times, l'opzione più accreditata tra le possibili scelte di Blavatnik sarebbe la vendita di una quota azionaria della società. Tuttavia, il quotidiano finanziario non esclude la vendita vera e propria.

Un'azione simile è stata già intrapresa un paio di anni fa quando la società era valutata 3 miliardi di sterline. All'epoca ha ceduto il 10% delle azioni al gigante pubblicitario giapponese Dentsu.

Ricordiamo che la Blavatnik's Access Industries ha acquisito nel 2014 Perform Group con sede nel Regno Unito. Oltre a DAZN, del Gruppo facevano parte diverse attività, come i servizi di scommesse sportive e la società di statistiche Opta. Nel 2018, Perform Group ha cambiato denominazione assumendo quello dell'attività più rappresentativa, DAZN.

Nel 2019, DAZN Group ha venduto la divisione Perform al fondo statunitense Vista Equity Partners. Si è detto per concentrarsi sul servizio di streaming sportivo di DAZN, ma è certo che la vendita ha anche permesso a Len Blavatnik di recuperare una parte del denaro che aveva investito nel business.

Tuttavia, per assicurare il futuro finanziario dell'azienda serve muoversi di nuovo. In questo senso, nelle ultime settimane, DAZN ha contattato alcune grandi aziende del settore dei media per sondare la fattibilità di un potenziale investimento. Fonti vicine all'azienda sostengono però che finora Blavatnik ha riscontrato nei suoi interlocutori scarso interesse a dar vita a un accordo economico.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here