Decoder tivùsat: devo sostituire quello vecchio, quale compro?

Decoder tivùsat

Fabio ci scrive: "Mio padre ha un decoder tivùsat XDome DS-510M con scheda. Ne vorrebbe acquistare uno nuovo ma io non conosco i modelli e vorrei un consiglio da voi. Gli unici requisiti sono che non costi troppo e sia compatibile con l’XDome".

XDome DS-510M è stato lanciato alla fine del 2011, cioè quasi 9 anni fa, e appartiene alla seconda generazione dei “tivùbox”. Ai suoi tempi, grazie alla piattaforma hardware progettata da Topfield, aveva funzioni e dotazioni di spicco (CAS Nagravision Tiger e Conax, supporto SCR, display a led, MHP 1.03, ecc.), ma non supportava ancora né i canali HD né i servizi interattivi connessi che richiedevano la piattaforma MHP 1.1.3 (profilo Internet Access). Il tuner era quindi DVB-S MPEG-2, la principale uscita video era la classica Scart e integrava ancora il modem telefonico PSTN con plug RJ11.

I moderni decoder tivùsat utilizzano piattaforme hardware totalmente differenti, supportano anche i canali HD e Ultra HD, i servizi interattivi connessi (RaiPlay, Mediaset Play, tivùon!, ecc.), la videoregistrazione dei programmi con chiavette e hard disk USB, gli impianti satellitari con le tecnologie più recenti come il dCSS.

Essendo però certificati da tivùsat, hanno mantenuto le stesse procedure di installazione e configurazione dei vecchi modelli. Il loro utilizzo è sempre molto intuitivo mentre le prestazioni, in termini di reattività durante il cambio dei canali e di decodifica dei segnali audio/video, sono sensibilmente migliorate.

Dal momento che i decoder tivùsat SD sono spariti dal mercato già da qualche anno, l’unica possibilità per te è acquistare un modello HD oppure Ultra HD 4K qualora il televisore al quale verrà collegato è già 4K. Se, però, il tuo TV 4K è già dotato di tuner satellitare DVB-S2 MPEG-4/HEVC e, magari, ha anche la certificazione tivùsat HD/4K, al posto del nuovo decoder puoi valutare l’acquisto di una CAM tivùsat 4K Ultra HD.

Il prezzo di questa CAM non si discosta molto da quello di un decoder HD (circa 100-120 euro) ma ti semplificherebbe di molto la vita perché avresti uno solo telecomando al posto di due, nessuno “scatolotto” sul mobile con i relativi cablaggi.

Se preferisci invece acquistare un decoder, puoi valutare uno dei modelli elencati sul sito tivùsat, meglio se già compatibili HEVC, come il Digiquest Classic Q30 (HD), il Metronic Andromeda 3.1 (HD), il TELE System TS9015 HEVC (HD), lo Strong SRT7840 (4K) e l’OpenTel HD4000 (4K).

Per quanto riguarda la compatibilità con il tuo vecchio XDome, se il riferimento è alla smart card dovrai continuare a utilizzare quella vecchia (probabilmente di colore bianco/azzurro) sul DS-510M e quella nuova fornita in bundle (oro, nera o di altro colore) con il nuovo decoder o CAM, attivandola telefonicamente oppure online.

Il nuovo decoder ti permetterà di vedere non solo gli stessi canali di quello vecchio (SD) ma anche quelli in HD (es.: Rai 4 HD, Motor Trend HD, ecc. – tutti i modelli) e quelli in 4K (es.: Rai 4K – solo decoder 4K).

Se il nuovo decoder (o CAM su TV 4K) dovrà sostituire quello vecchio non sarà necessario modificare l’impianto satellitare ma basterà acquistare un cavo HDMI (se non già incluso nella scatola del decoder) per collegarlo al TV.

Considera infine che se tuo padre rientra tra le persone che possono beneficiare del Bonus TV potrà avere uno sconto fino a 50 euro sull'acquisto di un nuovo decoder tivùsat (con certi modelli si copre l'intero prezzo). Il Bonus TV non si applica invece alle CAM.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here