È arrivato il controllo vocale sulla piattaforma Sky Q

Controllo vocale Sky

Un paio di giorni fa, tramite mail, Sky aveva avvisato i suoi clienti dell’imminente arrivo di una serie di nuove funzioni. Tra queste venivano in particolare evidenziate il controllo vocale su Sky Q e un restyling della sezione Registrazioni della home page della piattaforma Sky Q.

Oggi un corposo aggiornamento ha confermato quanto anticipato e le nuove funzioni sono state attivate. Seppure utile la revisione della sezione Registrazioni, che consente di gestire e trovare più facilmente i programmi registrati, il piatto forte di questo aggiornamento è sicuramente il controllo vocale. Tramite questa nuova opportunità è possibile gestire diverse funzioni della piattaforma Sky Q.

In pratica, premendo il tasto sulla parte destra del telecomando si attiva il controllo vocale e sul Tv compare la scritta “Ciao, cosa posso fare per te?”. A questo punto tenendo premuto il medesimo tasto si può chiedere di vedere un particolare programma dicendone il titolo, di cercare un film con un determinato attore o un evento come una partita di calcio pronunciano il nome delle squadre.

Controllo vocale Sky Q tasto microfono
Il tasto che attiva il microfono per il riconoscimento vocale si trova sulla destra del telecomando

Un riconoscimento versatile

Si può anche chiedere di cambiare canale dicendone semplicemente il nome, come per esempio “Sky Arte”. Oppure si può dire “fammi vedere Sky arte”, “metti Sky Arte” o “vai su Sky Arte”. Il sistema è piuttosto versatile ed è in grado di interpretare i più usati modi di dire. È anche capace di effettuare ricerche più impegnative come “Quali film sono in onda questa sera?”.

Il comando vocale può essere poi usato per navigare tra le sezioni di Sky Q o per gestire le registrazioni. Di nuovo si possono usare diverse espressioni per vedere una registrazione. È possibile dire “riproduci MasterChef”, “fammi vedere MasterChef”o “guarda MasterChef”. Ma si può anche mettere in “pausa” la visione di una registrazione, farla ripartire (“play”) o mandarla avanti (“vai al minuto 20”) o indietro (“torna indietro di 20 minuti”). Si possono anche apre le app.

Da una prima veloce valutazione, il riconoscimento sembra essere efficace e la funzione può risultare comoda in diverse situazioni, soprattutto nelle ricerche o nell’avvio e nella gestione delle registrazioni. In altri casi, come per esempio lo zapping, non introduce un vantaggio significativo.

Il fatto di dover tenere premuto il telecomando mentre si impartiscono i comandi limita l’efficacia della funzione se si ha difficoltà nell’uso delle mani, caso forse in cui il controllo vocale risulta particolarmente utile. Molto meglio sarebbe un’attivazione vocale come accade con Siri di Apple o l’assistente di Google.

Da sottolineare che per sfruttare la nuova funzione è necessario avere attivo il collegamento a Internet. In questo evidentemente il comportamento è simile ai sistemi di Apple e Google e il riconoscimento avviene nel web e non in locale. Inoltre, la funzione è disponibile anche per gli Sky Q Mini. Però in questo caso può accadere che il telecomando in dotazione non abbia il pulsante laterale. Se così è, bisogna chiedere un telecomando nuovo a Sky prenotandosi (saranno disponibili da ottobre). Al momento però non è precisato se il nuovo telecomando si potrà avere gratuitamente o meno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here