Eurosat dicembre 2020 numero 325

Eurosat dicembre 2020 numero 325 copertina

Dal prossimo mese di settembre il digitale terrestre trasmetterà tutti i canali in MPEG-4, in pratica con risoluzione HD. La transizione consentirà di ridurre lo spazio occupato dai canali stessi all’interno delle frequenze a disposizione. È un passaggio propedeutico all’appuntamento di giugno 2022 con la transizione dal DVB-T al DVB-T2 e dall’MPEG-4 all’HEVC main 10. Per molti dover ricevere un segnale in MPEG-4 significherà dover cambiare il TV o quantomeno dotarlo di un decoder adatto (e già predisposto anche per l’HEVC a 10 bit). Ma potrebbe non essere solo il TV a dover subire un aggiornamento. Infatti, l’arrivo dell’MPEG-4 potrebbe essere l’occasione per cambiare una vecchia antenna che non ha mai ricevuto un’adeguata manutenzione oppure di sostituire il centralino con uno più recente, con elettroniche più evolute e sistemi di modulazione del guadagno che permettono di migliorare le prestazioni, soprattutto se ci si trova in condizioni di ricezione particolarmente critiche.

In questo numero di Eurosat affrontiamo l’argomento transizione all’MPEG-4 (e più in generale il discorso switch-off) illustrando i motivi che hanno portato ad adottare questo standard, suggerendo come adeguare al meglio il proprio impianto, a partire dall’antenna per arrivare al televisore.

Nella sezione impianti approfondiamo poi il tema degli inconvenienti che possono nascere quando un sistema di ricezione si trova a dover convivere con altri sistemi di trasmissione che sono arrivati gradualmente nel tempo e ne stanno mettendo in luce limiti ed eventuali difetti dovuti al degrado dei componenti. Vediamo quali sono i casi più comuni e quale soluzione usare.

Con l’analisi del BulgariaSat-1, al momento primo e unico satellite a occupare lo slot a 1,9° Est, concludiamo la nostra esplorazione dei più significativi satelliti della Fascia di Clarke. Il viaggio è durato 24 numeri: abbiamo iniziato con Eurosat di luglio-agosto 2018.

Ancora in ambito satelliti, facciamo il punto della situazione in relazione alle numerose Radio che si possono ricevere tramite decoder e che offrono un’alta qualità audio. Proponiamo anche una nostra selezione di quelle più interessanti e che non trasmettono codificate.

In questo numero di Eurosat, sul banco di prova abbiamo messo il decoder per tivùsat Fuba ODE718  HEVC (un prodotto destinato al mercato degli installatori), il TV LG OLED55CX6 LA (un modello OLED da 55” con un prezzo accessibile) e lo streaming box Amazon Fire TV Cube (un prodotto che affianca le funzione della Fire TV 4K a quelle di uno speaker “intelligente” Echo).

Come saranno i TV su cui punteranno maggiormente i produttori nel 2021? Lo abbiamo chiesto direttamente alle aziende. Dalle risposte è emerso un trend preciso, con qualche sorpresa.

Chi desidera acquistare un TV di grandissime dimensioni, diciamo oltre i 100”, oggi può trovare nei videoproiettori una valida alternativa. Vi spieghiamo quali sono le tecnologie più usate e quali le loro caratteristiche. Con anche una selezione di prodotti e di schermi, fondamentali per la qualità delle immagini.

Eurosat dicembre 2020 numero 325 sommario
Il sommario completo del numero 325 di Eurosat di dicembre 2020

Buona lettura!
Inviateci le vostre opinioni
redazione.eurosat@newbusinessmedia.it

Sfogliate gratuitamente la rivista.
Per acquistare le COPIE SINGOLE DIGITALI scaricate la app gratuita per il vostro dispositivo.

L'abbonamento annuale alla versione digitale della rivista viene proposto con uno sconto del 50% sul prezzo di listino. Abbonatevi!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here