Eurosat ottobre 2019 numero 313

Cover Eurosat ottobre 2019 numero 313

È disponibile Eurosat ottobre 2019 numero 313. Ecco un veloce resoconto dei contenuti.
Le anticipazioni della prima parte dell’anno sui servizi di streaming di Apple e Disney che debutteranno a novembre lasciavano presagire che sarebbe stato un autunno caldo per il settore del video on demand. Ma l’evoluzione delle offerte di quest’ultimo periodo fa intuire che molto probabilmente sarà un autunno bollente.

Se da una parte Disney+ ha messo sul piatto un archivio che non ammette concorrenti, dall’altra parte Apple ha rilanciato con un costo dell’abbonamento di Apple TV+ destinato sicuramente a ottenere molte adesioni: 4,99 euro al mese. L’obiettivo è chiaramente sottrarre utenti a Netflix, l’attuale dominatore indiscusso del mercato. Ma la società cosa sta facendo per contrastare l’arrivo dei nuovi e agguerritissimi concorrenti? A fronte di un’offerta in così rapida evoluzione, che è sicuramente destinata a modificare l’attuale panorama dello streaming video, ci è sembrato opportuno fare il punto della situazione.

Abbiamo più volte parlato di multistream, ovvero della tecnologia che rende possibile la ricezione dei canali di servizio usati spesso dai broadcast. Molti ci hanno chiesto di avere maggiori dettagli su questo tema. Abbiamo perciò pensato di proporre un articolo che affronti in modo didattico il multistream, illustrando di cosa si tratta, come funziona e cosa permette di vedere. Abbiamo anche aggiunto qualche suggerimento sui ricevitori da usare per ricevere in modo efficace i canali di servizio.

La radio rimane uno dei più diffusi mezzi di comunicazione. Però l’evoluzione tecnologica sta portando a un cambiamento nel modo e nei dispositivi per ascoltarla. Così, all’analogica FM è oggi preferibile il più versatile digitale DAB. Ma il massimo della comodità lo si ha usando gli smart speaker, che, grazie all’integrazione degli assistenti digitali Alexa e Google, permettono di ricevere via internet innumerevoli canali. E questo non solo in casa, ma anche quando si è in auto. Vediamo quindi cosa permette di ottenere l’offerta attuale.

Sul banco di prova di questo mese troviamo tre prodotti: due ricevitori, il Medialink Ml9400 a base Android e il Hitube Combo 4K a base Linux, e lo streaming player di Amazon Fire TV Stick 4K, che rappresenta una validissima proposta per fornire una TV di funzionalità smart. O, qualora le possedesse già, di arricchirle in modo funzionale.

Sul versante impianti, viste le numerose richieste, torniamo a parlare di fibre ottiche. L’obbligatorietà nei nuovi stabili della presenza dei collegamenti a banda larga favorisce l’impiego delle fibre ottiche anche per la ricezione dei segnali televisivi. In questo numero di Eurosat vediamo come fare a usare lo stesso cavo per TV, Wi-Fi e telefonia.

I ricevitori Enigma sono strutturalmente identici a un computer. Va quindi da sé che il rapporto tra questi prodotti e il mondo dei Pc sia molto stretto. Ma cosa si può fare collegando un decoder Enigma a un Pc o a una rete locale? Lo spieghiamo all’interno di un articolo che affronta l’argomento in modo pratico, fornendo suggerimenti su come far evolvere la propria rete domestica grazie proprio all’integrazione del decoder Enigma.

Buona lettura!
Inviateci le vostre opinioni
redazione.eurosat@newbusinessmedia.it

Sfogliate gratuitamente la rivista.
Per acquistare le COPIE SINGOLE DIGITALI scaricate la app gratuita per il vostro dispositivo.

Abbonatevi!

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here