Gli altri Partiti e il Web

Dicembre 2008. Il più svelto a usare i new media è stato Antonio Di Pietro che difatti presidia tutti i punti strategici della Rete. Sul suo sito personale (antoniodipietro.it) e su quello del Partito (italiadeivalori.it), utilizza abbondantemente lo streaming video, per fare informazione politica, ma ha anche un canale su youtube ed è presente su Facebook e Second Life.

Assai articolato anche il sito della Lega Nord (Leganord.org) con tanto di sezione che rimanda ai video postati su youtube con le interviste a Umberto Bossi e a esponenti del Partito.

In stallo è invece Forza Italia (forzaitalia.it): terminata l'esperienza de La Tv della libertà della Brambilla, il Partito del Premier non ha più un progetto forte sul web.
Meglio il sito di An (alleanzanazionale.it) dove si può trovare una chat, un blog (con videochat), una sezione video con interviste ai dirigenti e un link ai filmati su youtube.

Rigorosamente testuali, infine i siti di Rifondazione Comunista, Udc e Partito Radicale. Quello che però manca in tutti questi siti è lo spazio destinato agli utenti. Il grado di comunicazione interattiva, infatti, è assai basso o del tutto assente.

Pubblica i tuoi commenti