Premium Gallery – I tre “mondi” di Mediaset

Marzo 2008. Con Premium Gallery è stato lanciato innanzitutto un guanto di sfida a SKY Italia sul terreno della Pay Tv tematica.

Inoltre, la forza di questa nuova offerta risiede sia nella sua qualità e varietà di contenuti, sia anche nel prezzo: per 8 euro al mese diventa possibile vedere, in anteprima Tv, film e telefilm targati Warner Bross. e Universal (le due più importanti major cinematografiche USA).
Si tratta di grandi blockbuster cinematografici da poco immessi nelle sale (più una library di titoli usciti dal 2000 in poi, fra cui i vari episodi di Matrix, Harry Potter, Ocean e Il Signore degli Anelli) nonché di collaudati serial di qualità ben conosciuti ed amati dal pubblico, come Doctor House, Closer, Cold Case, Smallville.

L'Azienda del Biscione ha firmato con WB e Universal contratti per un valore complessivo di circa 500-600 milioni di dollari, validi per il quadriennio 2008-2011, contratti che, oltre ai diritti per la diffusione televisiva in chiaro, comprendono altresì l'anteprima esclusiva su tutte le piattaforme a pagamento: DTT, IPTV, Mobile Tv, e persino Satellite Tv.

«In totale - ha spiegato Federico Di Chio (nella foto), direttore del Digitale Terrestre di Mediaset - sono 3.000 ore annue di prodotto nuovo, fresco e pregiato fra film e serie Tv: vale a dire il 40% dei film e il 50% dei serial prodotti negli Stati Uniti. In pratica, togliamo a Sky Italia 250 film (pari al 35% della sua offerta pregiata), e 185 “stagioni” di serial, equivalenti al 40% della programmazione di Fox Italia. Con questa mossa, la nostra azienda mira a raggiungere nel 2010 almeno 3 milioni di clienti, attestandosi come una major di livello europeo e come editore primario di Pay-Per-View, pur mantenendo il suo core business nella Tv generalista».

Pubblica i tuoi commenti