RAI e MIT studiano nuovi media

Aprile 2008. Il progetto ha l’obiettivo di dare vita ad una visione comune del media future
(web Tv e mobile applications) anche alla luce dello sviluppo di nuove
tecnologie.

«Questo accordo - ha dichiarato Claudio Cappon, Direttore Generale della Rai - è la dimostrazione concreta che la RAI lavora per essere leader anche nei New Media. L’evoluzione del mondo delle comunicazioni, delle piattaforme di trasmissione e del modo di fruire dei programmi televisivi ci spinge a sperimentare e a cogliere sfide difficili per arrivare presto su importanti settori di mercato. Le nuove piattaforme, il web, i telefoni cellulari, sono presidi su cui la RAI vuole essere protagonista per ampliare il suo pubblico, i suoi ricavi pubblicitari e la forza del suo marchio. L’accordo sottoscritto va fortemente in questa direzione e siamo orgogliosi che il Massachusetts Institute of Technology sia con noi in questa avventura».

«L’area principale di attività - ha spiegato Federico Casalegno, Direttore del Mobile Experience Lab del MIT - si occuperà di produrre una visione del futuro dei media e della tecnologia, includendo lo studio di mobile device, piattaforme innovative e format per la web Tv. Analizzeremo l’evoluzione delle tendenze dei consumatori per adeguare l’offerta dei media, lo stato dell’arte della tecnologia e il suo possibile sviluppo al fine di costruire sia concept innovativi che possano ampliare l’offerta dei media sia un piano strategico dei nuovi media».

www.rai.it
web.mit.edu

Pubblica i tuoi commenti