Samsung dà l’addio agli LCD, si butta sul QD-OLED

Samsung QD OLED

Nei prossimi 6 anni la divisione TV Display di Samsung (SDC) investirà 10 milioni di euro nella progettazione e la produzione di pannelli flat di nuova generazione. Lo danno per certo i media coreani. I quali, dato per scontato il progressivo addio agli LCD e vista l’agguerrita concorrenza cinese, sostengono che per la sua prossima generazione di prodotti Samsung adotterà la tecnologia QD-OLED (Quantum Dot OLED) con la luce blu emessa dai subpixel OLED filtrata da una pellicoladi nanocristalli per ottenere i due componenti RGB mancanti (rosso e verde).

Le linee di produzione L8-1-1 e L8-2-1 di Tangjeong (Corea) che realizzano al momento i pannelli LCD verranno chiuse entro nel 2022 e riconvertite per la produzione di massa di QD-OLED con 200mila substrati di ottava generazione al mese rispetto agli attuali 360mila LCD. La linea di Suzhouin (Cina) rimarrà invece attiva per la produzione di substrati LCD.

L’ottimizzazione della struttura, la riduzione degli scarti di produzione e il minor costo dei materiali impiegati dovrebbe consentire di produrre un substrato QD-OLED a un costo del 60% inferiore rispetto a quello OLED WRGB (White, Red, Green e Blue) della concorrente (e connazionale) LG.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here