Test: Netgear Nighthawk RAX120, tutta la potenza del Wi-Fi 6

Netgear Nighthawk RAX120

Proseguendo l’ormai iconica linea della serie, caratterizzata da forme sinuose e aerodinamiche su colore nero lucido, il router Nighthawk RAX120 di Netgear – identificato anche con il nome di AX12 e AX6000 – assomiglia più a un’astronave di Guerre Stellari o all’omonimo aereo stealth F-117A dell’aviazione americana che non a un router tradizionale. Le antenne, ben otto per garantire la miglior copertura indoor e outdoor, sono nascoste in due ali laterali da dispiegarsi al primo utilizzo, senza ulteriori necessità di posizionamento rispetto a quelle più classiche di altri modelli.

Netgear Nighthawk RAX120 - Logo e aerazione
Il router è alimentato da un potente processore AX quad-core, che richiede costante ventilazione. Nei nostri test, pur avendo sforzato il dispositivo per ottenere il meglio dalle sue antenne, non siamo mai riusciti ad avvertire alcun rumore di ventilazione

Le antenne del Nighthawk RAX120 forniscono ben 12 flussi Wi-Fi contemporanei, quattro nella banda a 2,4 GHz e il doppio in quella più performante da 5 GHz. Questo permette di offrire maggiore banda dedicata a diversi dispositivi senza che questo congestioni la rete e che i flussi dati entrino in conflitto fra di loro, utile per esempio nell’effettuare streaming in alta definizione in contemporanea su più televisori.

Il router Nighthawk RAX120 supporta pienamente il protocollo 802.11ax, più conosciuto con il più mnemonico nome di Wi-Fi 6, e offre così fino a 8 trasmissioni Multi-User MIMO in contemporanea, quadruplicando così quanto ottenibile con i router della precedente generazione.

La velocità massima dichiarata sul sistema Wi-Fi del Nighthawk RAX120 è importante: sulla frequenza bassa, quella compatibile con un maggior numero di oggetti connessi in quanto usata fin dagli albori del Wi-Fi, è possibile ottenere fino a 1,2 Mbit/s, velocità che quadruplica sulla banda dei 5 GHz.

È importante notare come le velocità dipendano fortemente da molti fattori esterni. Possono infatti influire negativamente il posizionamento in casa del router, l’inquinamento elettromagnetico dovuto a troppe reti nelle vicinanze e i materiali con cui sono costruiti muri e porte. Inoltre, è fondamentale che i computer e gli smartphone collegati supportino efficacemente il protocollo Wi-Fi 6 per non risultare loro stessi il collo di bottiglia nella trasmissione.

Netgear Nighthawk RAX120 - Data Transfer
Abbiamo effettuato più misurazioni con il software iPerf3 e usando come client il portatile ThinkPad T450s munito di scheda Wi-Fi 6 e usando come server un computer MacBook Pro dotato di porta Ethernet a 5 Gbit/s collegata alla porta USB 3; il server è stato quindi collo di bottiglia, avendo le performance minori da un punto di vista del trasferimento dati

Le prestazioni, wireless e con cavo

Abbiamo effettuato delle prove usando un laptop Lenovo ThinkPad T450s dotato di scheda Wi-Fi Intel AX200 compatibile con lo standard 802.11ax. Abbiamo ripetuto le prove spostando il laptop sempre a maggior distanza dal router, partendo da circa mezzo metro, aumentando la distanza a circa un metro sempre nello stesso ambiente, per poi provare in una stanza a distanza di tre metri con un muro in mezzo e infine a quasi 6 metri.

Dalle nostre osservazioni, il router fornisce le prestazioni ideali in ambienti privi di ostacoli, come per esempio all’interno di una stanza. Ci è bastato passare alla stanza adiacente in un ambiente dotato di muri pieni per veder ridurre la velocità di trasferimento al 60%, pur mantenendo una buona stabilità del collegamento.

Rispetto a router con meno antenne e di generazione precedente, abbiamo notato nel nostro ambiente di test una maggiore copertura degli spazi più remoti. Valgono ovviamente le solite regole di buon senso nello scegliere la posizione migliore per questo tipo di dispositivi, ovvero centrale allo spazio da coprire, non nascosto in mobili o dietro ad altri oggetti, valutando che il segnale raggiunga tutti i posti importanti.

I 12 stream contemporanei, di cui 8 sulla banda a 5 GHz, sono in grado di supportare molteplici connessioni mantenendo una buona qualità. Nella nostra installazione abbiamo configurato 15 device di vario tipo, da sensori domotici ad assistenti vocali, compresi i più classici laptop, smartphone e tablet, la maggioranza dei quali dotati di Wi-Fi 5 (attualmente il più diffuso).

Netgear Nighthawk RAX120 - Speedtest
L’app mobile della serie Nighthawk integra il servizio di Speed Test di Ookla per analizzare le performance del proprio abbonamento internet direttamente dal router, senza che impostazioni errate o problemi di configurazione della LAN possano interferire con la verifica

In un test abbiamo sperimentato la visione di video in massima risoluzione possibile su YouTube in contemporanea su tre portatili, video mai visti prima e quindi assenti dalle cache e saltando avanti e indietro in posizioni non prescaricate. Su tutti i dispositivi usati l’esperienza di buffering risultava praticamente identica a quando ripetuto il test con un solo dispositivo connesso.

Lo speed test invece ci ha dato risultati un po’ differenti. Pur avendo una banda di uscita da parte del Nighthawk RAX120 di oltre 400 Mbit/s abbiamo visto che con un dispositivo Wi-Fi 5 singolo il test si stabilizzava fra i 200 e i 220 Mbit/s; aggiungendo un secondo computer in contemporanea, il primo scendeva a 170 Mbit/s, con il secondo limitato a 41 Mbit/s.

Aggiungendo al test anche il laptop con Wi-Fi 6 abbiamo visto un radicale incremento della velocità di upload (in questo caso quasi a 200 Mbit/s) senza che quella di download venisse modificata, con perdite in performance simili durante le prove parallele.

Un buon router moderno deve prevedere anche il giusto supporto alla rete cablata, ideale per collegare quando possibile console di videogiochi e televisori intelligenti. Il RAX120 le rende disponibili sul retro del dispositivo, offrendo oltre alla porta WAN di tipo Gigabit Ethernet, ben 4 porte standard da 1 Gbit/s e una speciale Multi-Gig Ethernet che supporta anche connessioni a 5 o 2,5 Gbit/s, perfetta per collegare un NAS o uno Switch moderno ad alte prestazioni. Le prime due porte LAN possono inoltre essere aggregate per aumentare la banda nel collegarsi a dispositivi che supportano il protocollo di Link Aggregation, conosciuto anche come Teaming Port o Port Trunking; in questo caso, la banda massima è doppia rispetto a quella di una porta standard, quindi 2 Gbit/s.

Netgear Nighthawk RAX120 - Porte di collegamento
Il Nighthawk RAX120 posiziona tutte le porte di collegamento sul retro del dispositivo; le quattro porte LAN sono tutte da 1 Gbit/s, con le prime due aggregabili per raddoppiare la velocità; esiste una porta LAN Multi-Gig capace di reggere canali fino a 5 Gbit/s, a patto di avere dispositivi compatibili. Le due porte USB sono entrambe di terza generazione

La quantità di dati che possono transitare nel dispositivo viene gestita da un potente processore quad-core AX a 64 bit e 2,2 GHz di frequenza di clock che esegue un sistema operativo proprietario. La configurazione avanzata del router può essere impostata accedendo via browser all’indirizzo predefinito e navigando nei vari menu del sistema di gestione web. Disponibile interamente in italiano, guida l’utente fin dalla prima installazione in modo sempre chiaro, lasciandolo esplorare le numerose opzioni disponibili e offrendo in ogni pagina un aiuto contestuale.

La dettagliata configurazione

Le opzioni sono suddivise fra i menu Base e Avanzate, dove nelle prime troviamo le impostazioni di internet e rete wireless, condivisone file e controllo accessi. A un solo click di distanza due caratteristiche peculiari del router: un client VPN pronto a connettere in modo sicuro a una rete remota basata su server PureVPN e il controllo sulla Qualità di Servizio (QoS), dedicato a offrire una maggior priorità ai flussi di gioco e allo stream video implementando le estensioni 802.11e WMM (Wi-Fi Multi-Media).

Netgear Nighthawk RAX120 - Riepilogo impostazioni
Da computer è possibile accedere al pannello di configurazione web; interamente disponibile in italiano, mostra lo stato del router e permette di identificare prontamente i problemi di collegamento che potrebbero insorgere

La scheda Avanzate implementa tutte le opzioni Base estese con maggiore capillarità di controllo e ne aggiunge altre in sezioni quali la protezione, la sicurezza e il fine tuning. Manca un vero sistema di controllo per genitori, limitato in questo prodotto all’individuazione di determinate parole chiave da bloccare in modo definitivo o limitatamente a una programmazione oraria. La stessa programmazione può influire sul permesso di accesso di determinati dispositivi quali il tablet dei figli o il set top box con Netflix installato.

Le principali opzioni, identificate in quelle dall’utilizzo più tipico e quotidiano, sono presenti anche nell’app gratuita Nighthawk per iOS e Android, capace di controllare il router anche dall’esterno della rete casalinga grazie al sistema centralizzato cloud di Netgear. Ci è stato possibile così controllare quali dispositivi sono connessi e a quale delle bande disponibili, potendo scegliere se bloccare l’accesso alla rete a quelli non riconosciuti o non autorizzati; abbiamo potuto impostare la rete per gli ospiti, giustamente separata da quella principale in modo da proteggere i dati e i computer da accessi non graditi.

L’applicazione è molto utile anche per fare diagnostica: permette di avviare uno speed test usando i servizi di Ookla e misurando le velocità di download e upload dal punto di vista del router, oltre al tempo medio di ping in millisecondi, valore fondamentale per la gestione di attività real time come il gioco online.

Il sistema tiene memoria delle precedenti misurazioni, mostrandoci su un grafico l’andamento temporale delle performance e aiutandoci a verificare che il nostro internet provider stia fornendoci un servizio adeguato al contratto sottoscritto. Abbiamo trovato molto utile inoltre la pagina che fornisce le statistiche di traffico, se pur limitate a contare i dati in entrata e in uscita aggregandoli per vari diversi intervalli temporali.

Il router, il cloud e la smart home

Una seconda app (iOS e Android), molto utile per interagire con il router e in particolare con le sue due porte USB 3 disponibili per dischi e stampanti, è ReadyCLOUD, companion dell’omonimo servizio. Questo permette di registrare delle condivisioni e accedervi da ovunque sia accessibile internet, anche fuori dalla rete domestica, usando i server di Netgear come proxy. I dati stanno quindi al sicuro sui dischi collegati al router, disponibili però in qualsiasi momento e senza che il fatto generi costi aggiuntivi di spazio.

ReadyCLOUD sul web
file salvati sui dischi possono essere resi accessibili ovunque via internet in maniera sicura attivando il servizio ReadyCLOUD, abilitante per gli omonimi applicazione mobile, sistema web e software per computer di sincronizzazione

Il servizio comprende anche una versione web e delle app per computer Windows e macOS, garantendo così la possibilità di accesso e sincronizzazione cartelle a tutti i sistemi. Le cartelle possono essere anche condivise all’interno della rete casalinga usando i protocolli più tipici: Cartella Condivisa (SMB), FTP e HTTP.

Ultima, ma non meno importante, è la funzione di server multimediale ReadyDLNA, pensata per condividere ai dispositivi compatibili i file multimediali salvati sui dischi connessi alle porte USB come film, foto e musica.

In ambito smart home e office automation, il Nighthawk RAX120 garantisce, con i suoi 12 stream e la compatibilità verso gli standard Wi-Fi più vecchi, pieno supporto al numero sempre crescente di dispositivi che desiderano connettersi via Wi-Fi per abilitarci nell’interazione con le apparecchiature domestiche.

Netgear ha completato poi l’offerta implementando il supporto domotico nei due maggiori assistenti vocali, offrendo la Action per Google Assistant e la skill per Amazon Alexa. Interagire a voce con un router può sembrare strano, ma torna utile per esempio per abilitare il segnale guest solo quando gli ospiti sono veramente interessati a usarlo, attivandolo con la semplice interazione della voce.

Il cuore di una potente rete domestica

Il router Nighthawk RAX120 di Netgear è un prodotto di fascia alta. Con i suoi 6 Gbit/s di banda wireless massima in condizioni ideali e superato solo dal modello RAX200, si pone come il punto di accesso a internet pronto per il futuro. Il prezzo di vendita è di 449,99 euro. Lo sui può trovare anche su Amazon, dove può beneficiare di interessanti promozioni.

Man mano che sempre più smartphone e laptop integreranno la nuova tecnologia Wi-Fi 6 sarà possibile apprezzare le performance del processore e delle antenne presenti. Da non trascurare anche l’offerta di porte Ethernet, tutte a 1 Gbit/s e con una compatibile con il ben più veloce standard Multi-Gig per ottenere il massimo delle performance.

Accompagnato con un NAS, magari della serie ReadyNAS dell’azienda californiana, può diventare il vero cuore di una potente rete domestica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here