Con i TV QLED 8K 2020 e le tecnologie audio basate su intelligenza artificiale (IA), Samsung ha alzato l'asticella per le esperienze audio della TV. In particolare, l’azienda vuole fare la differenza grazie a tre nuove funzioni: Object Tracking Sound+ (utilizza un software basato sull'IA per abbinare il movimento dell'audio con il movimento sullo schermo), Active Voice Amplifier – AVA – (analizza l'ambiente in cui l'utente usa il TV) e Q-Symphony (crea un suono più realistico e tridimensionale adattando il TV a eventuali soundbar). Vediamole in dettaglio.

Precisa collocazione spaziale del suono

I film d'azione con arrangiamenti sonori stupefacenti offrono le esperienze più realistiche possibili quando vengono vissuti al cinema. Ciò è dovuto al fatto che le sale cinematografiche hanno altoparlanti multicanale con suono 3D posizionati su quasi tutte le pareti (incluso il soffitto), così come intorno allo schermo. Rispetto al suono a due canali con altoparlanti solo sul lato sinistro e destro, gli altoparlanti multicanale in una sala cinematografica offrono un senso di realismo più raffinato. Come si può ricreare questo realismo in casa? Gli sviluppatori del suono Samsung hanno ideato la tecnologia Object Tracking Sound+, in cui il suono segue il movimento sullo schermo attraverso sei altoparlanti integrati nel televisore.

Grazie a questa tecnologia, l'audio di un video segue l'azione sullo schermo in tempo reale. Quando un'auto si muove da sinistra a destra dello schermo, si muove anche il suono che produce. E quando un oggetto pesante scende dall'alto verso il basso dello schermo, anche l'audio.

Nella progettazione dei TV Samsung QLED 8K 2020, gli sviluppatori hanno aumentato il numero di altoparlanti QLED TV da due a sei per realizzare un suono in grado di imitare l'azione. "Posizionando due altoparlanti su ogni lato dello schermo, così come sulla parte superiore e inferiore, abbiamo permesso la diffusione del suono in tutte le direzioni – ha spiegato Jongbae Kim dei Samsung Soud Lab –. La distanza tra i due altoparlanti principali è stata ampliata il più possibile e gli altoparlanti aggiuntivi sono stati installati in modo da massimizzare il suono su tutti gli assi per essere il più tridimensionale possibile. Per esempio, abbiamo posizionato gli altoparlanti sul lato superiore dello schermo per consentire il movimento del suono in direzione verticale per un'esperienza sonora più coinvolgente". E tutto questo, ha evidenziato Kim, mantenendo il design del TV sottile e minimale.

Per garantire che l'audio segua accuratamente i movimenti sullo schermo, è importante comprendere le intenzioni originali dei creatori di contenuti. "Il ruolo di un ingegnere del suono è quello di aumentare la coerenza tra l'azione sullo schermo e la traccia audio che l'accompagna durante il mixaggio – ha osservato Kim –. Le informazioni sulla posizione del suono in un contenuto video, comprese le informazioni sul panning del suono, vengono segnalate acusticamente nel canale audio dal tecnico del suono, qualcosa che dobbiamo essere in grado di tracciare per riprodurre accuratamente la posizione e il movimento dell'audio di un contenuto. La nostra tecnologia Object Tracking Sound+ analizza le informazioni di localizzazione contenute in questi segnali audio come sono stati originariamente posizionati durante il missaggio. Ciò significa che il televisore può distribuire efficacemente il suono tra i suoi sei altoparlanti distinguendo tra gli orientamenti delle sorgenti audio e se sono o meno sullo schermo, fuori dallo schermo, in primo piano o distanti".

Rilevamento intelligente del rumore per migliorare la voce

Quando quella scena cruciale di un film è sopraffatta dal rumore di un’aspirapolvere o un'importante notizia dell'ultima ora è oscurata da un frullatore, viene istintivo aumentare il volume. Ma se non si ha il telecomando in mano la regolazione del suono del TV può arrivare troppo tardi. Per questo motivo il team Samsung ha sviluppato la tecnologia AVA, che riconosce i rumori esterni e, se questi diventano troppo invasivi, aumenta adeguatamente il volume delle voci nel contenuto che si sta guardando.

Il funzionamento di AVA prevede che il sensore sonoro del televisore, fissato al centro inferiore del TV, rilevi sia l'audio dal contenuto sullo schermo sia dall'ambiente circostante. La tecnologia AI confronta poi i livelli di volume dei due tipi di suono e se i suoni esterni risultano più forti di quelli del contenuto del televisore, alza il volume in modo selettivo. "Il sistema non ha una sola definizione di rumore – ha affermato Sunmin Kim dei Samsung Soud Lab –. Considera come rumore tutti gli elementi che disturbano la fruizione dei contenuti. Quando i suoni esterni superano un certo livello di decibel, il sistema li cataloga come rumore".

La tecnologia AVA non si limita però solo ad alzare il volume del televisore perché questo contribuirebbe solo ad avere una stanza più rumorosa. "Il sistema sfrutta l'IA per mantenere costanti gli effetti sonori e i livelli audio di sottofondo e per aumentare solo il volume della voce – ha sottolineato Sunmin Kim –. La nostra ricerca ci ha mostrato che la maggior parte dei contenuti è di tipo dialogico, per cui crediamo che migliorare l'erogazione del dialogo sia la soluzione più vantaggiosa per aiutare la comprensione".

Samsung QLED 8K 2020 audio innovativo
Da sinistra a destra: Youngtae Kim (Sound Lab), Jongbae Kim (Sound Lab), Yoonjae Lee (Sound Device Lab) e Sunmin Kim (Sound Lab)

Un paesaggio sonoro multidimensionale

Uno degli elementi chiave per ottenere un suono realistico durante la riproduzione di contenuti su un televisore è la tridimensionalità, che comprende caratteristiche audio sia orizzontali sia verticali. Fino a poco tempo fa, queste prospettive erano sviluppate separatamente dai team che si occupavano di TV e soundbar. Tuttavia, con l'inclusione di altoparlanti laterali superiori sui TV QLED 8K Samsung 2020, il team ha sviluppato una soluzione all-inclusive che utilizza le capacità sia del televisore sia della soundbar in perfetta armonia. È nata così Q-Symphony, una funzione che riproduce l'audio utilizzando sia gli altoparlanti della TV sia quelli della soundbar allo stesso tempo.

"Il cuore di Q-Symphony, che gestisce la riproduzione del suono in modo armonioso utilizzando altoparlanti con caratteristiche diverse – ha precisato Yoonjae Lee dei Samsung Soud Device Lab–, è una tecnologia che segue le regole di riproduzione del suono che vengono determinate in anticipo e che, una volta collegata la soundbar, scambia le informazioni necessarie tra questa e il televisore. Questo approccio consente un'esperienza di riproduzione del suono superiore. Elemento chiave della tecnologia è uno speciale algoritmo che divide e armonizza i suoni senza soluzione di continuità tra gli altoparlanti del televisore e la soundbar".

Durante lo sviluppo è emerso un problema riguardo la qualità della riproduzione dei dialoghi. Quando sia la soundbar sia gli altoparlanti del TV riproducevano contemporaneamente i medesimi dialoghi, la qualità del suono era notevolmente diminuita. Il team di sviluppo del suono ha risolto questo problema separando la traccia sonora principale, compresi i dialoghi, dall'intero segnale e assegnando le diverse tracce rispettivamente agli altoparlanti della TV e alla soundbar. "Nella gamma di televisori QLED 8K 2020 di Samsung, il segnale vocale viene estratto e rimosso dal suono riprodotto dagli altoparlanti integrati del televisore, che vengono poi assegnati alla riproduzione di segnali sonori ambientali come gli effetti sonori – ha illustrato Lee –. La soundbar riproduce poi il suono principale che coinvolge qualsiasi dialogo. Con questa tecnologia, Q-Symphony sfrutta i vantaggi sia degli altoparlanti del televisore sia della soundbar per offrire agli utenti la migliore e più armoniosa esperienza sonora".

Va sottolineato che la tecnologia Q-Symphony funziona solo sui TV QLED 8K Samsung del 2020 e non su quelli degli anni precedenti, nemmeno con aggiornamento del firmware.

Sviluppare l'esperienza sonora perfetta

Realizzare l'aggiunta di altoparlanti, il nuovo posizionamento degli altoparlanti e l'armonizzazione dell'IA con la soundbar sulla gamma di televisori QLED 8K Samsung 2020 è stato possibile grazie a uno stretto coordinamento tra il team di sviluppo del suono e svariati altri team. "Quando si sviluppano nuovi televisori, tutte le aree devono essere in sincronia con le loro innovazioni", ha osservato Youngtae Kim dei Samsung Soud Lab.

Il team di sviluppo del suono, oltre a collaborare con l'Audio Lab di Samsung con sede negli Stati Uniti per la futura tecnologia audio, lavora anche con i Centri di Ricerca e Sviluppo di Samsung Research, università ed esperti di start-up di tutto il mondo. "Vogliamo realizzare esperienze audio che siano il più naturali e reali possibile – ha detto Youngtae Kim.

"In futuro, rafforzeremo l'uso dell'IA in modo che gli utenti non abbiano nemmeno bisogno di usare un telecomando per trovare il perfetto equilibrio audio quando si godono i loro contenuti preferiti – ha aggiunto Sunmin Kim –. Con il passare del tempo, gli ambienti di installazione televisiva, gli stili di vita e le fasce d'età saranno diversificati. Vogliamo che gli utenti godano del suono dei loro contenuti come si aspettano che sia, indipendentemente dal tipo di contenuto o dall'ambiente di ascolto".

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here