Un’etichetta per i Tv color analogici

Aprile 2008. La  norma è stata introdotta dalla manovra finanziaria 2008 (art. 16 comma del decreto legge n.159  del 1° ottobre 2007, coordinato con la legge di conversione 29 novembre 2007 n° 222, pubblicato su G.U. n. 279 del 30 novembre 2007).

Lo scopo è quello di dare una chiara indicazione all’acquirente, sia sui prodotti in esposizione sia sui prodotti imballati, sul fatto che l’apparecchio televisivo in questione non è abilitato a ricevere autonomamente trasmissioni in tecnica digitale.

Le dimensioni standard dell’etichetta, che andrà posta sullo schermo per gli esemplari in esposizione e sull’imballo (su almeno tre lati della scatola), dovrà essere di 24x10 cm (12x5 cm per i modelli fino a 15”).

www.comunicazioni.it

Pubblica i tuoi commenti