Ricevitore WeTek OpenElec, per chi vuole tutti i sistemi operativi

WeTek Card
Prima di essere usate, le schede microSD devono essere configurate tramite Pc, eventualmente usando un lettore e un adattatore

Rinunciare a Enigma?

Grazie alla suddetta capacità di gestire più immagini contemporaneamente, una in Flash e una su Micro-SD, possiamo scegliere tra immagini Enigma2 come OpenSPA, OpenATV e Vix, immagini ufficiali Android–based come pure OpenElec, che tra le peculiarità ha quella di richiedere pochissime risorse di sistema per fare girare Kodi, popolare player inizialmente progettato per la console Xbox come XBMC ma ora del tutto indipendente  e slegato dalle politiche Microsoft. Per le caratteristiche hardware, il piccolo ricevitore WeTek può essere considerato sia un Mini PC Android dotato di tuner sia un ricevitore con funzioni multimediali avanzate: l’immagine ufficiale è Android-based ma sul sito di supporto è disponibile anche la versione OpenElec.

Per le versioni Enigma, è sufficiente una veloce ricerca in rete per trovare svariati siti di supporto. Proprio la flessibilità potrebbe far sorgere dubbi sul tipo d’immagine da scegliere. Vogliamo, perciò, sgombrare il campo da qualunque equivoco: se acquistate il ricevitore WeTek senza specifiche esigenze o motivazioni, non è saggio rinunciare a Enigma, di sicuro il tipo d’immagine più attenta al lato ricevitore. In ogni caso, anche utilizzando l’immagine Android ufficiale si ha modo di usufruire del tuner, grazie all’app WeTeak Theater, da cui accedere al Tuner TV presente nel dispositivo, oltre che per visionare i canali online selezionati da WeTek.  Al primo avvio va scelto il satellite sul quale operare la ricerca delle emittenti e il genere del canale. È facile intuire come, in questo ambiente, l’uso del tuner sia quasi secondario rispetto alle funzioni di Android e lo stesso succede in OpenElec, dove per usufruire del tuner la procedura è ancora più complessa.

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here