Centrale Ritar Hotel DC-6. Facile upgrade dell’impianto esistente

Luglio 2008. Vi sono situazioni nelle quali i canali della Tv satellite devono raggiungere i televisori dell’impianto centralizzato senza ricorrere a un decoder digitale e, di conseguenza, ad un telecomando aggiuntivo.

È il caso tipico di un hotel dove il televisore installato nelle camere oltre a ricevere i programmi televisivi terrestri è anche abilitato alla ricezione di alcuni canali satellitari scelti tra quelli di maggiore interesse per la clientela dell’albergo.
Il cliente può, con il telecomando del televisore, fare zapping tra i canali programmati sul televisore trovando sia programmi terrestri sia quelli via satellite.

Per soddisfare questa esigenza basta installare, in testa all’impianto esistente, una centrale che si occupa di ricevere i canali satellitari digitali DVB-S modulati in QPSK ed estrarre dal transport stream (flusso di trasporto delle informazioni digitali dei singoli programmi Tv disponibili sullo stesso transponder) uno o più programmi da distribuire nell’impianto come se fossero normali canali analogici PAL.

Il cuore del sistema
La centrale Ritar Hotel DC-6 si basa sulla tecnica di transmodulazione QPSK-PAL realizzata unendo un vero e proprio ricevitore QPSK ad un modulatore RF AM-TV PAL.
Il ricevitore QPSK esegue la sintonia del transponder desiderato sul quale viene trasmesso il programma o i programmi da distribuire.

Ricordiamo che su un transponder satellitare digitale vengono trasmessi contemporaneamente più programmi Tv digitali grazie alla compressione Mpeg-2 che genera un singolo flusso di trasporto TS.
Nella ricezione individuale il decoder dell’utente che riceve questo flusso si occupa poi di estrarre da esso il programma richiesto, ricavarne i segnali elementari video e audio stereo e portarli al televisore o al display tramite normali connessioni AV come i cavi pin-RCA o i cavi Scart.

La centrale Ritar Hotel DC-6 esegue invece un’operazione aggiuntiva, ovvero dopo aver estratto i segnali elementari video e audio stereo li applica a un modulatore RF che genera un canale di trasmissione con le caratteristiche di un normale canale analogico PAL.
La frequenza del canale generato è programmabile su uno dei canali Tv destinati alla distribuzione che possono essere in banda VHF-S e UHF secondo le necessità. Nella centrale Hotel DC-6 sono presenti ben 6 moduli di transmodulazione capaci di ricevere, trattare e generare fino a 6 programmi Tv da distribuire nell’impianto.

Programmazione semplificata
Per facilitare le operazioni di ricerca dei programmi digitali da distribuire, la centrale Hotel DC-6 viene fornita completamente presintonizzata su tutti i transponder operativi dei satelliti Astra 19,2° Est e Hot Bird 13° Est.
È tuttavia possibile modificare le programmazioni per la ricezione dei programmi trasmessi da altri satelliti in diverse posizioni orbitali.
Si possono anche programmare i moduli interni della centrale per ricevere fino a 6 diversi transponder da 6 diversi satelliti ottenendo, in uscita, altrettanti programmi Tv PAL.

A bordo della centrale Ritar Hotel DC-6 è montato un sistema di programmazione completo di display LCD e tastiera disponibile sul frontale senza dover aprire l’apparecchiatura.

Le fasi di programmazione si eseguono per ognuno dei 6 moduli della centrale in modo indipendente e consistono nel configurare l’oscillatore locale dell’LNB utilizzato (9750, 10600, 10700, 11475 MHz), sintonizzare il transponder (scegliendolo tra quelli preimpostati oppure selezionando manualmente la frequenza), impostare il Symbol rate, il FEC (manuale o automatico), la polarizzazione (verticale o orizzontale), scegliere il programma da distribuire dalla lista generata dalla ricerca automatica dei servizi disponibili, impostare eventualmente i PID (PCR, video, audio, teletext), scegliere il canale Tv in uscita tra quelli disponibili (VHF-S o UHF secondo la versione di centrale impiegata).
Sono in tutto 6 le fasi di programmazione che terminano sempre con un test di verifica dell’esattezza dei dati impostati e della compatibilità tra i canali RF in uscita.

Disponibile in due versioni
La centrale Ritar Hotel DC-6 è realizzata in due versioni, DC-6 VHF e DC-6UHF che differiscono solamente per la sezione d’uscita che può generare canali VHF-S oppure UHF.
I canali VHF generabili dalla centrale DC-6 VHF sono tutti quelli della banda III (E05 ÷ E12) e della banda S (S9 ÷ S26).
I canali UHF sono invece tutti quelli compresi tra il canale 21 e il 69.

Nella fase di programmazione la centrale DC-6 VHF esegue una verifica di compatibilità dei canali in uscita per evitare che canali tra loro incompatibili generino interferenze, come ad esempio quelle causate dalla presenza delle coppie di canali: S10-E10, E05 - E11, S22 - S11, S23 - S12, S24 - S13.

Stabilizzazione Audio
Un aspetto importante quando si distribuiscono programmi Tv generati in RF è curare il livello del segnale audio affinché i programmi non evidenzino differenze eccessive tra loro. Pensate al disagio di un utente che si trova a fare zapping tra canali con un volume audio differente.

Per livellare tali diversità non basta una semplice regolazione fissa da impostare per ogni canale in fase di installazione.
Tale regolazione non riuscirebbe infatti a compensare le differenze di livello che si generano ad esempio durante le diverse programmazioni orarie delle emittenti sintonizzate e che richiederebbero ogni volta una regolazione, come ad esempio il volume della pubblicità, dei film e delle trasmissioni in diretta.

Per evitare ciò, la centrale Hotel DC-6 include in ognuno dei 6 moduli disponibili un sistema di stabilizzazione automatica del livello audio A.L.S. brevettato ed esclusivo. Il sistema A.L.S., Audio Level Stabilizer, equalizza in modo dinamico i diversi livelli audio presenti in ricezione, assicurando un livello ottimale ed equivalente per tutti i canali distribuiti.

Ingressi flessibili
Agli ingressi della centrale Hotel DC-6 possiamo collegare LNB Quad a quattro uscite indipendenti, LNB Quattro con uscite separate per bande e polarizzazioni, Multiswitch e LNB a singola uscita universali.

Sono quindi possibili diverse configurazioni di collegamento degli ingressi grazie al fatto che ognuno di essi può generare la tensione di alimentazione per gli LNB, la tensione di polarizzazione 14/18 Volt, il tono a 22 kHz secondo le necessità.

Utilizzando LNB Quattro possiamo assegnare più ingressi alla stessa uscita LNB, ossia alla stessa polarizzazione e banda. La centrale dispone, infatti, di uscita Loop IF per ogni ingresso da collegare tramite semplici ponticelli via cavo coassiale agli ingressi di moduli successivi.

Uscite regolabili
Ogni modulo interno è dotato di una regolazione indipendente del livello d’uscita che può arrivare fino a 90 dBµV per la centrale DC-6 VHF e 95 dBµV per la centrale DC-6 UHF. Le regolazioni sono accessibili dal lato destro della centrale.

Miscelazione Tv
L’uscita della centrale è provvista di ingresso di miscelazione per l’impianto Tv terrestre esistente.
Dallo schema applicativo si può quindi notare che il centralino viene collegato all’ingresso della centrale Hotel DC-6 ottenendo così un unico cavo di distribuzione nel quale sono presenti sia i segnali ricevuti dalle antenne terrestri sia quelli generati dalla centrale Hotel DC-6.

Tabella delle caratteristiche tecniche della centrale DC-6.

Pubblica i tuoi commenti