Cobra Fly

In sintesi
Cobra Fly trasforma un vecchio Tv, ma anche un monitor e soprattutto un videoproiettore, in un display multimediale di ultima generazione capace di interfacciarsi con tablet, smartphone e laptop per giocare, navigare sul web, guardare un film e molto altro. Bastano 60 secondi per posizionarlo, collegarlo e configurarlo grazie alle dimensioni miniaturizzate e all’eccellente materiale di supporto (manuali e video) fornito da Cobra. Molto apprezzabile la scelta dei progettisti di estendere la compatibilità a tutti i device grazie alle due modalità operative, Miracast per quelli che montano Android 4.2 e DLNA per tutti gli altri. La portata Wi-Fi è un po’ limitata per cui le immagini tendono a “squadrettare” soprattutto con i flussi video HD più pesanti e in presenza di altri dispositivi wireless nelle vicinanze. Il ritardo AV è trascurabile e mai fastidioso.

Ottobre 2014
Smartphone e tablet hanno sicuramente rivoluzionato la nostra vita, permettendo di fare meglio e più velocemente molte delle cose che in passato erano delegate al PC fisso o portatile. C’è però un fattore che, al tempo stesso, limita e favorisce l’utilizzo di questi device: le dimensioni del display.
Se gli schermi da 4, 5, 7 pollici corredano alla perfezione i device mobili da tenere in tasca o in una borsa, lo stesso non si può dire quando è necessario leggere la posta, navigare sul web, guardare un film o giocare stando comodamente seduti sul divano. In questo caso si avverte il bisogno di qualcosa di più grande, magari un monitor da poter collegare allo smartphone possibilmente senza il fastidio dei cavi.
La soluzione tecnologicamente più avanzata è siglata Miracast, un nuovo standard di trasmissione wireless sviluppato dalla Wi-Fi Alliance e supportato da molti produttori di hardware (come Qualcomm, Nvidia, LG, Samsung, Sony) per trasferire i segnali audio e video dal device mobile a TV, monitor e videoproiettori compatibili.
Miracast effettua un “mirroring” (detto anche “screencasting”), ovvero una copia esatta di quanto appare sul display di smartphone e tablet, fino alla risoluzione massima di 1080p, replicandolo su uno schermo esterno insieme all’audio digitale multicanale, senza necessità di alcun cavo. Il collegamento tra device e schermo sfrutta la modalità “Direct” della tecnologia Wi-Fi (Peer-to-Peer) che non richiede l’utilizzo di dispositivi di commutazione e gestione del traffico dati come il router e una connessione attiva.
La tecnologia Miracast è disponibile su tutti i tablet e gli smartphone con sistema operativo Android a partire dalle versione Jelly Bean 4.2, in Windows 8.1, TV e monitor PC di nuova generazione. Se lo scoglio delle versioni Android e Windows è insormontabile, lo stesso non si può dire sul fronte del TV: chi possiede un modello non più  recente oppure un videoproiettore HD, può ricorrere a speciali adattatori come Cobra Fly illustrato in queste pagine.

Basta una porta HDMI
Fly presenta la stessa forma di un “dongle” Android TV, misura 84,3x31,3x9,3 mm, si collega direttamente a una presa HDMI grazie alla spina integrata e si alimenta da una presa USB del TV o da un alimentatore sempre USB in grado di fornire almeno 0,5-1 Ampere di corrente.
Il chipset Cortex-A9 RK2928 con frequenza di lavoro di 1 GHz, abbinato a un modulo RAM DDR da 256 MB e a una Flash da 128 MB, permette di elaborare le informazioni che compongono le immagini e i suoni inviati dal device mobile con buona precisione. Il modulo Wi-Fi supporta bitrate fino a 8 Mbps (a 1080p e 720p) in un range massimo di 10 metri che si riducono a 6 durante lo streaming video. Ciò significa che lo streaming dei contenuti video più “pesanti” potrebbe subire scatti, rallentamenti e squadrettamenti, soprattutto ai limiti dell’area di copertura. L’inevitabile ritardo causato dalla trasmissione wireless è, tutto sommato, accettabile anche nei giochi d’azione e mai fastidioso.

Subito pronto
L’installazione del Fly è piuttosto semplice e veloce. Dopo aver collegato l’adattatore al TV, basta selezionare l’ingresso AV corrispondente alla porta HDMI utilizzata e verificare che sia attiva la modalità operativa Mirror Mode (Miracast). In caso contrario basta premere il tasto presente sul fianco dell’adattatore.
Per quanto riguarda, invece, il tablet e lo smartphone, è sufficiente attivare la modalità Screen Mirroring dal menu Impostazioni (Display/Schermo e Visualizzazione Wireless oppure Connessioni e Condivisione) oppure dalla barra delle notifiche, effettuare la scansione e cliccare sul codice del dispositivo Fly che appare sul display (es. WFD-689009). Dopo pochi secondi, il device e l’adattatore completeranno la procedura di accoppiamento e sul TV apparirà automaticamente il contenuto dello schermo dello smartphone o del tablet.

Tablet e smartphone, controller avanzati
Completata la configurazione, possiamo immediatamente utilizzare il tablet o lo smartphone come un qualsiasi controller oppure una tastiera virtuale per giocare, navigare sul web, leggere le ultime notizie, consultare le previsioni meteo, visualizzare una cartina geografica, videochiamare con Skype, guardare video, film e programmi televisivi live e on-demand (ad esempio con la App Rai.TV). Il feeling è ottimo ma non immediato perché all’inizio si ha l’abitudine di guardare il display del device piuttosto che lo schermo televisivo. Con il passare dei minuti, però, tutto diventa più intuitivo e a “portata di dito”.
Lo screenscasting del Miracast segue fedelmente la modalità di funzionamento del display del tablet e dello smartphone anche per quanto riguarda l’orientamento verticale (portrait) oppure orizzontale (landscape) e la modalità sleep che spegne il display trascorsi alcuni secondi dall’ultimo comando. Se il player non lo prevede, per guardare un film senza continue interruzioni sarà perciò necessario disabilitare lo sleep automatico e collegare il device al caricabatteria.

DLNA, efficace alternativa
Chi possiede tablet e smartphone non compatibili con la tecnologia Miracast (es. Android 3.1, iPhone, iPad, ecc.), può utilizzare Cobra Fly come riproduttore multimediale DLNA. In questo caso, all’accensione sarà necessario selezionare la modalità Media Output Mode e scegliere uno dei due collegamenti Wi-Fi disponibili. Il primo genera un link diretto dal device al TV come già visto con il Miracast (Wi-Fi Direct) e permette di fare lo streaming dei soli contenuti multimediali presenti nel device. Il secondo sfrutta invece il router Wi-Fi domestico per riprodurre anche i contenuti e i programmi direttamente da Internet.
In entrambi i casi sarà necessario selezionare nel device la rete Wi-Fi “WFD-xxxxxx” e inserire la password “12345678” che appare nella schermata principale del Fly. Per lo streaming dei contenuti locali basta utilizzare una delle tante App compatibili DLNA (come iMediaShare Personal e Flipps disponibili gratuitamente per Android e iOS) mentre per connettere il Fly a Internet bisogna avviare il browser del device (come Chrome o Firefox), digitare l’indirizzo IP del Fly (es. 192.168.49.1 - anch’esso visibile nella schermata principale) e seguire le istruzioni riportate nel manuale d’uso per la selezione della rete Wi-Fi del router attraverso la web interface.
La modalità DLNA si differenzia dal Miracast perché, al posto del mirroring del contenuto dello schermo, viene effettuato lo streaming del file multimediale dal device al dispositivo.

PER INFORMAZIONI
Cobra
www.cobraspa.it
Tel. 039 68341

Vuoi scaricare gratuitamente il test in formato pdf:
http:///01NET/Photo_Library/1176/EUR261_Cobra_pdf.pdf

Pubblica i tuoi commenti