Decoder Linux “solo” per il DTT?

Dicembre 2011
Vorrei approfittare della Vostra competenza per un semplice quesito. Esiste un decoder Linux-based con le seguenti caratteristiche:
–    doppio tuner DVB-T in Alta Definizione (non satellitare, plug-and-play o meno),
–    possibilità di registrare contemporaneamente due canali in HD,
–    supporto per EPG settimanale
–    eventuale supporto di LCN.

Michele Montagni

La sua non è una richiesta semplice perché si fonda su un’esigenza poco sentita in ambito Linux. Per prima cosa va infatti precisato che i decoder Linux-embedded sono nati per la ricezione satellitare, tant’è che i maggiori sviluppi si sono avuti proprio in questa direzione e minor misura sul Digitale terrestre, piattaforma TV non da tutti “sentita” in Europa. Innanzitutto precisiamo che la possibilità di registrare contemporaneamente più canali su transponder diversi, o addirittura, come nel suo caso, di tipologia diversa dipende esclusivamente dalla presenza di più tuner: infatti ogni sintonizzatore, quando in stato di registrazione, risulta impegnato dal sistema operativo e non è più disponibile per la visione di altri canali se non sulla stessa frequenza. Sarà quindi necessario un ricevitore che consenta la gestione di più tuner e in questo senso la scelta ricade sul DreamBox DM8000, in grado addirittura di gestirne sino a quattro. Trattandosi poi di un ricevitore Enigma questo decoder permette anche l’uso di numerosi plug-in per la gestione della guida EPG trasmessa dai vari provider, così come la capacità di gestire l’ordinamento con LCN, funzione tipicamente italiana, sempre attraverso l’adozione di contenuti aggiuntivi. In linea teorica dovrebbe anche essere possibile utilizzare più tuner DVB-T via USB sui ricevitori le cui “immagini” supportino questa opzione, ma sinceramente non abbiamo mai avuto modo di sperimentare questa opportunità. Può trovare la prova del DreamBox DM8000 sul numero di dicembre 2010 della nostra rivista.

Pubblica i tuoi commenti