digitale terrestre – Deluso dal lettore LG HR400

Marzo 2011
Ho acquistato un lettore LG HR400 con Blu-ray, DTT, PVR ma sono deluso: non si può copiare nulla su USB, su DVD, su Ethernet (l’accesso ai soli video YouTube mi sembra veramente poco). La sigla PVR non dovrebbe essere così abusata e applicata ad apparecchi che non lo sono.

Claudio B.

Come già scritto in occasione del test, il lettore LG HR400 è un apparecchio multifunzione decisamente versatile. Può riprodurre i dischi Blu-ray con il supporto interattivo BD-Live ma anche DVD, CD, Mp3, Jpeg, DivX e gli MKV in Alta Definizione (su disco e USB), sintonizza i programmi televisivi analogici e digitali (anche le pay-tv italiane), registrandoli sull’hard disk da 160 GB in modo semplice e intuitivo. Il PVR è disponibile anche per le sorgenti esterne garantendo così un’efficace conversione in digitale dei vecchi supporti analogici. Il principale vantaggio del lettore LG HR400 è perciò quello di semplificare la catena audio/video perché concentra le funzioni di due o più apparecchi. Le limitazioni di cui parla (copia USB, DVD, Ethernet, ecc.) sono comuni ad altri apparecchi (es.: nuove generazioni di TV con PVR, decoder con HDD interno, ecc.) e sono state introdotte per impedire la copia di contenuti protetti da copyright e quindi ostacolare la pirateria. Certamente evidenzia anche alcune limitazioni come il mancato supporto del file system NTFS che impedisce di riprodurre singoli file oltre i 4 GB come gli MKV più “pesanti”, il tuner solo SD e l’incompatibilità DLNA che impedisce di riprodurre i contenuti multimediali via rete. Non abbiamo, invece, nulla da eccepire sul PVR anche considerando trattarsi di un progetto di 2-3 anni fa. I nuovi BD-PVR multifunzione sono di sicuro più “performanti” e versatili ma pur sempre con le solite limitazioni di copia dei contenuti AV.

Pubblica i tuoi commenti