Edision Splitter HDMI 4K, collegare un decoder a 8 TV

Edision HDMI splitter

L’azienda greca Edision è tra quelle più apprezzate dagli appassionati di TV satellitare per i suoi decoder multifunzione, spesso oggetto di “modding” sui forum di internet, ma anche per i dispositivi e gli apparecchi per la ricezione, la decodifica, distribuzione e il monitoraggio dei segnali satellitari e terrestri come LNB, multiswitch, misuratori di campo, filtri, CAM e modulatori DVB-T HD. Non molti sanno, però, che il suo catalogo prodotti è ancora più ricco, variegato e comprende anche diversi componenti audio/video come gli splitter HDMI che esamineremo in questo banco di prova.

Prima di passare all’esame delle funzionalità e delle caratteristiche dei singoli modelli, è importante capire cosa sono, come funzionano e a cosa servono gli splitter HDMI. Molto semplicemente rappresentano l’evoluzione delle “ciabatte Scart” e permettono di moltiplicare la singola uscita HDMI di decoder satellitari/terrestri, lettori DVD/Blu-ray, Box Android TV e Dongle HDMI per collegare in simultanea più “display” come Tv, monitor, videoproiettori, modulatori DVB-T HD, estensori e ripetitori di segnale.

In sostanza, svolgono in un impianto audio/video le stesse operazioni dei divisori di segnale in un impianto d’antenna. Gli splitter HDMI non vanno confusi con gli switch e le matrici HDMI, dotati di sistemi di commutazione manuali o automatici per inviare i segnali audio/video in ingresso, singoli o multipli, a determinate uscite e non a tutte indistintamente (es.: ingresso 1 a uscita 3, ingresso 2 a uscite 1+2, ecc.). L’utilità degli splitter è inversamente proporzionale al numero di uscite a disposizione negli apparecchi sorgente: dal momento che la quasi totalità di decoder, Box TV e lettori Blu-ray ha una sola presa HDMI, risultano indispensabili per poter vedere un programma televisivo, un film o un contenuto on-demand sia sul Tv principale, per esempio quello del salotto, sia su quello della cucina o della camera da letto (entro una certa distanza) così come inviare i segnali AV HD, Full HD e Ultra HD sia al Tv sia a un modulatore DVB-T HD o a un estensore di segnale (per esempio via cavo Cat.5x o wireless) sprovvisti di uscita HDMI passante.

Tre modelli con 2, 4 o 8 uscite

Gli splitter HDMI Edision sono disponibili in tre varianti che si differenziano principalmente per il numero di uscite (2 per il modello 07-07-0101, 4 per lo 07-07-0102 e 8 per lo 07-07-0103) e le dimensioni (rispettivamente 103×42×16, 141×55×16 mm e 205×60×18 mm).

Caratteristiche comuni sono lo chassis interamente in metallo che garantisce un’elevata resistenza meccanica e un’efficace schermatura dalle interferenze, le spie led che si illuminano quando lo switch è acceso e quando le porte HDMI in uscita sono correttamente collegate ai dispositivi destinatari, l’alimentazione a 5 Vcc fornita dall’adattatore di rete in dotazione.

Supporto HD, Full HD e Ultra HD 4K fino a 30 fps

Gli splitter Edision sono stati progettati per l’utilizzo con qualsiasi apparecchio dotato di presa HDMI in versione 1.4b, ovvero l’ultima evoluzione della 1.4 che ha esteso la compatibilità con i formati 3D e HFR (High Frame Rate 120 Hz a 1080p), introdotto la comunicazione bidirezionale con Ethernet fino a 100 Mbps (HEC), il canale di ritorno audio (ARC), incrementato la risoluzione video fino all’Ultra HD 4K a 24, 25 e 30 Hz (le varianti a 50/60 Hz richiedono la versione 2.0). L’HDMI 1.4b può inoltre codificare fino a 281475 miliardi di colori (profondità fino a 48 bit) e gestire fino a 8 canali audio con campionamento a 192 kHz. Gli switch Edision confermano il supporto dei contenuti in formato tridimensionale (Side-by-side, Top-and-bottom, Frame Sequential) trasmessi via satellite e disponibili su web e dischi Blu-ray 3D. Inoltre sono totalmente “trasparenti” al sistema di protezione anticopia HDCP (cioè non lo filtrano), gestiscono senza problemi i segnali video con profondità colore a 8, 10 e 12 bit, larghezza di banda fino a 340 MHz e data rate fino a 3,4 Gbps.

Sul fronte audio va sottolineata la piena compatibilità con i formati audio multicanale digitali DTS, DTS-HD, Dolby AC3, Dolby TrueHD e Direct Stream Digital (DSD) adottati nelle trasmissioni televisive terrestri e satellitari (dall’HD in poi), da DVD, Blu-ray, piattaforme on demand e file video scaricabili dal web.

Grazie ai circuiti di amplificazione a basso rumore, gli splitter HDMI Edision possono essere utilizzati anche per rigenerare i segnali all’estremo di un cavo HDMI particolarmente lungo o di scarsa qualità.

Totalmente plug&play

Come tutti gli switch HDMI, quelli progettati da Edision non richiedono alcuna configurazione. Basta collegare l’apparecchio sorgente alla presa INPUT con un cavo HDMI, gli apparecchi destinatari alle prese OUTPUT (sempre con un cavo HDMI), collegare l’alimentatore in dotazione allo switch e a una presa di corrente. Se i collegamenti sono stati eseguiti correttamente e i dispositivi sono attivi, le spie led verdi dello switch si accenderanno e il contenuto trasmesso dall’apparecchio sorgente, per esempio il decoder Tivùsat o Sky Q, verrà replicato su tutti quelli destinatari (es.: TV del salotto, TV della cucina e modulatore DVB-T HD). Per gestire da remoto la sorgente, è necessario però acquistare e installare uno o più ripetitori di telecomando via radio o antenna (es.: www.amazon.it/K%C3%B6nig-Electronic-IR-EGGS4-Estensore-infrarossi/dp/B004CS61SG).

Cavi di qualità e non oltre 10 m

Per ottenere i migliori risultati, ovvero la stessa qualità del segnale audio/video nativo fornito dalla sorgente sugli apparecchi destinatari, è fondamentale seguire alcuni semplici accorgimenti. Innanzitutto i cavi di collegamento, sia in ingresso che in uscita, devono essere di buona qualità e marchiati “High Speed” o “High Speed with Ethernet”. A differenza di quelli anonimi o marchiati “HDMI Standard/HDMI Standard with Ethernet”, che quasi sempre non supportano le specifiche HDMI 1.4/1.4a/1.4b e quindi limitano la risoluzione ai formati 720p e 1080i, gli High Speed possono gestire qualsiasi risoluzione video (fin oltre l’8K) e anche le specifiche HDMI 2.0.

In secondo luogo, i cavi HDMI non devono superare la lunghezza massima di 10 metri a meno che non siano dotati di amplificatori integrati o esterni che supportano le specifiche 1.4b. Per il passaggio dei cavi all’interno di canaline sottotraccia, lungo pareti, zoccolini battiscopa oppure sotto i tappeti, è consigliato l’utilizzo di modelli specifici con cavo piatto e/o spinotto rimovibile (es.: https://amzn.to/2HFTNZh, http://bit.ly/2WwDsJO e https://amzn.to/2MJmJOE).

Se le canaline sono sovraffollate, l’unica possibilità è ricorrere ai transceiver che utilizzano una sottile fibra ottica coprendo distanze fino a 100 metri, agli estensori HDMI wireless (con copertura fino a 20-30 metri) oppure ai convertitori HDMI-PLC e HDMI-Cat.x che sfruttano l’impianto elettrico preesistente oppure la rete LAN per portare i segnali HDMI ovunque sia presente una presa elettrica oppure la RJ45 della Ethernet.

Il prezzo dello splitter Edision HDMI 4K 1×2 è di 19,90 euro e 1×8 è di 39,90 euro.

DATI TECNICI DICHIARATI

Ingressi HDMI: 1
Uscite HDMI: 2 (modello 1×2 – 07-07-0101), 4 (1×4 – 07-07-0102) oppure 8 (1×8 – 07-07-0103)
Versione HDMI supportata: 1.4b
Supporto Full HD 3D:
Supporto HDCP: Sì (trasparente)
Risoluzione video massima supportata: Ultra HD 4K (3840×2160 pixel a 30 fps)
Profondità colore: 8-10-12 bit
Larghezza di banda massima: 340 MHz
Bitrate massimo: 3,4 Gbps
Formati audio supportati: DTS, DTS-HD, Dolby AC3, Dolby TrueHD, DSD
Lunghezza massima dei cavi in ingresso/uscita: 10 metri (AWG26)
Tipi di cavi consigliati: High Speed o High Speed with Ethernet
Alimentazione: 5 Vcc (con adattatore 100÷240 Vca – 50/60 Hz – 5 Vcc – 1A in dotazione)
Assorbimento massimo: 500 mA
Dimensioni (LxAxP – indicative): 103×16×42 mm (1×2), 141×16×55 (1×4), 205×18×60 mm (1×8)
Contenuto della confezione: ·      Splitter HDMI

·      Adattatore di rete

·      Manuale d’uso (inglese/tedesco/greco)

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here