Ecco il mio impianto per smistare i segnali in tutta la casa

Smistare i segnali in casaVoglio innanzitutto fare i complimenti sinceri a EuroSat, agli articoli e agli schemi che pubblicate: grazie a tutto questo è nata la mia passione di realizzare piccoli impianti Tv con risultati più che soddisfacenti. Come si vede dalla foto, ho creato nel mio appartamento una piccola centrale digitale terrestre e satellitare per smistare i segnali in tutta la casa. Alla presa Tv dell’appartamento ho collegato l’amplificatore da interno e mandato il segnale al divisore a quattro uscite per distribuire il segnale in altre stanze, mantenendo un ottimo segnale in ogni Tv. Naturalmente il segnale lo controllo sulla Tv non avendo a disposizione un misuratore digitale.

A volte, soprattutto quando nevica, il segnale dell’antenna condominiale sparisce forse per problemi al ripetitore. Ho risolto il problema prima con un'antenna da interno e poi con una Yagi montata sul balcone, puntata sul nostro ripetitore di zona (Campo dei Fiori - Varese), collegata a un amplificatore e a un alimentatore. Quando serve, scollego l’antenna condominiale e collego la mia Yagi, ottenendo comunque un buon segnale.

Per quanto riguarda la ricezione satellitare, ho innanzitutto montato la parabola con l’LNB SCR sul terrazzo del condominio con l’aiuto di un sat-finder. Poi ho portato il cavo di discesa nell’appartamento e, grazie ai divisori, in tutte le stanze. La scelta di installare una mia parabola deriva dal fatto che il condominio non voleva un impianto satellitare centralizzato.

Nella mia piccola esperienza, ho appurato quanto sia importante la preparazione del cavo e quando possa incidere sulle ricezione dei segnali. Vi sarò grato se avrete voglia di darmi spazio sulla rivista.

Valentino P.

La ringraziamo per aver condiviso con noi e con i lettori la sua passione per gli impianti Tv. Per una rivista tecnica divulgativa come EuroSat, ricevere testimonianze come la sua significa aver raggiunto il proprio scopo. Complimenti anche al suo impianto “ibrido” terrestre-satellitare, tra l’altro dotato di tecnologie avanzate come l’SCR.

Se possiamo permetterci di darle un suggerimento, e considerato che nella sua mail sottolinea quanto sia importante la preparazione del cavo, potrebbe migliorare ulteriormente la qualità dei segnali sostituendo i connettori F a vite con quelli a crimpare, decisamente più affidabili e duraturi soprattutto in esterno. La spesa per una pinza crimpatrice e per uno o più spelacavi non supera i 50 euro ma garantisce risultati professionali in pochi secondi e senza la minima difficoltà. Anche un misuratore di campo palmare ultraeconomico (si trovano ormai anche a meno di 100 euro) le sarebbe sicuramente d’aiuto per tenere sotto controllo e ottimizzare il funzionamento del suo impianto e quello di amici e parenti.

 

Pubblica i tuoi commenti