Posizionatore d’antenna SuperJack V-Box II

In sintesi
Il posizionatore d'antenna Superjack V-Box si è dimostrato molto versatile e funzionale, efficace anello di collegamento tra gli impianti motorizzati lineari (a pistone) oppure H/H e i moderni decoder digitali. Con una spesa contenuta e una programmazione semplice (è richiesta però qualche ora di “navigazione” lungo la fascia di Clarke per la memorizzazione delle posizioni dei satelliti) possiamo utilizzare qualsiasi decoder, meglio se compatibile DiSEqC 1.2, con parabole di grande diametro e mandare così in pensione il “vecchio” posizionatore manuale con l'eventuale ricevitore analogico integrato. Possiamo anche utilizzare il dispositivo anche con i comandi DiSEqC 1.0, seppur con la limitazione delle quattro posizioni automatiche (in aggiunta alle ulteriori 95 manuali), posizionandolo in solaio o soffitta senza occupare spazio in salotto ed evitare così l'impiego di un cavo aggiuntivo oltre a quello coassiale. Il funzionamento, in modalità DiSEqC 1.2, è completamente “trasparente” e tutte le operazioni vengono svolte dal decoder come se stesse gestendo direttamente un motore a comando monocavo di nuova generazione.

Maggio 2010. I motori a comando monocavo e protocollo DiSEqC 1.2/USALS rappresentano la soluzione più semplice e veloce per la motorizzazione di antenne di piccolo e medio diametro, ma non per le grandi e pesanti parabole “piene” da oltre due metri.
In questo caso gli utenti sono quasi sempre obbligati ad utilizzare un motore a pistone oppure di tipo orizzonte-orizzonte (H-H) che, però, non può essere comandato da tutti i decoder digitali ma solo da quelli che integrano il posizionatore d'antenna (il motore in questione necessita infatti di una tensione da 24-36 Vcc e del necessario controllo dello spostamento tramite sensore reed).

Lo stesso problema è molto sentito anche tra coloro che in passato hanno investito cifre ingenti nell'acquisto di un impianto motorizzato comandato dal ricevitore/posizionatore analogico e che ora, con l'avvento dei decoder digitali di ultima generazione, come i Combo DVB-S/T e gli HD, devono decidere se continuare ad utilizzare il vecchio ricevitore analogico con posizionatore integrato per lo spostamento dell'antenna ed il decoder digitale per la ricezione dei canali (scelta economica ma anche poco pratica) oppure sostituire il proprio attuatore ed acquistarne uno a comando monocavo (comoda ma costosa e, come già spiegato sopra, non sempre compatibile con le parabole di grande diametro).

Esiste però una terza possibilità: acquistare un posizionatore esterno come il SuperJack V-Box II capace gestire manualmente il movimento dell'antenna (tramite la programmazione fino a 99 posizioni corrispondenti ad altrettanti slot satellitari) o, ancor meglio, automaticamente tramite il comando DiSEqC (1.0 oppure 1.2) di un decoder digitale.

In modalità automatica, il V-Box II si basa su un'interfaccia che “traduce” i comandi del protocollo DiSEqC impartiti dal ricevitore digitale nella tensione di alimentazione del motore (36 Vcc) ed i segnali di rilevamento del sensore del motore in comandi DiSEqC per la successiva elaborazione da parte del decoder.

Grazie a questa interfaccia, sintonizzando sul decoder un qualsiasi canale radiotelevisivo, la parabola si orienta automaticamente verso il satellite dal quale provengono i segnali mentre la quasi totalità dei ricevitori digitali è finalmente in grado di comandare anche un impianto motorizzato di tipo tradizionale a pistone oppure H-H, in modo semplice e trasparente, senza nessuna modifica ai componenti pre-esistenti del sistema come ricevitore, LNB, attuatore, polarmount.

Tre funzioni in una
Il SuperJack V-Box II è un posizionatore d'antenna decisamente versatile perché può operare in tre diverse modalità - posizionatore standard classico, posizionatore DiSEqC 1.2, posizionatore DiSEqC 1.0 - a seconda del tipo di impianto e delle esigenze dell'utilizzatore.

La modalità standard prevede il collegamento del V-Box II al solo motore così da poter gestire il movimento del disco in modo completamente indipendente dal decoder.
È indicata qualora si utilizzino più decoder digitali collegati alla stessa antenna motorizzata, in caso di impianti complessi (motore + switch vari) o con apparecchi sprovvisti di comando DiSEqC.

In questa modalità basta settare i limiti software adiacenti a quelli hardware del motore, spostare la parabola con i tasti freccia del telecomando o del pannello comandi frontale, premere il tasto Store, la posizione numerica da assegnare allo slot satellitare (da 1 a 99) e poi confermare con OK.
Per richiamare la posizione desiderata (es. 15 di Sirius 5° Est) basta digitare il numero corrispondente sul telecomando oppure scorrerlo sul display con i tasti freccia su/giù e confermare con OK. A questo punto si deve sintonizzare sul decoder il canale desiderato che trasmette dallo slot satellitare selezionato.

La seconda modalità è gestita dai comandi DiSEqC 1.2 inviati dal decoder per essere “tradotti” dal V-Box II e trasferiti al motore a pistone o H-H. Per fare ciò, la discesa d'antenna deve essere “deviata” al posizionatore come descritto più avanti.
Il V-Box II si comporta in maniera completamente trasparente e silenziosa, ossia non richiede alcun comando manuale da parte dell'utente: la programmazione avviene infatti dal menu di configurazione d'antenna del decoder impostando la motorizzazione DiSEqC 1.2 e configurando le posizioni satellitari e i limiti Est/Ovest mentre la gestione del movimento d'antenna viene effettuato automaticamente in base al canale/satellite selezionato.
Il posizionatore si limita pertanto a mostrare sul display i comandi impartiti da decoder ma, in caso di necessità, è comunque possibile utilizzare il telecomando per lo spostamento manuale dell'antenna e la scelta delle posizioni.

La terza modalità è quella gestita dai comandi DiSEqC 1.0. Come molti certamente sapranno, la versione 1.0 permette di utilizzare fino a 4 LNB con lo stesso ricevitore digitale per altrettanti slot satellitari.
Nel nostro caso, i quattro slot sono associati ad altrettante posizioni d'antenna preimpostate ai numeri 96, 97, 98 e 99 che possono corrispondere, ad esempio, ai satelliti Hot Bird 13° Est (96 - LNB A/A1), Astra 19,2° Est (97 - LNB B/B1), Eurobird 9° Est (98 - LNB C/A2) e Astra 28,2° Est (99 - LNB D/B2).
Lo spostamento della parabola e la memorizzazione delle posizioni avviene con il telecomando e i tasti frontali, mentre il richiamo viene effettuato direttamente dal decoder in base al canale selezionato ed al satellite dal quale trasmette. Per le posizioni dalla 1 alla 95 si può utilizzare il V-Box II come posizionatore tradizionale (modalità standard) ed utilizzare il telecomando o il pannello frontale.

In tutte e tre le modalità possiamo attivare la funzione Resync che riallinea tutte le posizioni memorizzate in caso di leggeri spostamenti azimutali dell'antenna dovuti, ad esempio, alle raffiche di vento. La regolazione fine di una singola posizione viene infatti replicata a tutte le altre attraverso un automatismo di traslazione Est/Ovest.

Migrazione rapida senza inconvenienti
Abbiamo messo alla prova il V-Box II collegandolo a diversi decoder digitali di ultima generazione tra cui l'MVision HD300 e il Clarke Tech 5000C (sia normale sia Plus) per verificarne il funzionamento con il comando DiSEqC 1.2.
Dal momento che il nostro vecchio ricevitore analogico con posizionatore integrato, il “mitico” Chaparral MC115, iniziava a dare alcuni problemi, abbiamo approfittato di questa prova per aggiornare il nostro impianto satellitare principale.

Il V-Box II ha quindi preso il posto dell'MC115 ed è stato collegato direttamente al motore H-H Geotrack KM1012 (motore 36 Vcc e sensore di posizione Reed) che comanda il movimento di un'antenna parabolica offset Channel Master 6028 SMC da 180 cm.

Il V-Box II può naturalmente gestire anche altri tipi di motore come quelli lineari (a pistone) che richiedono sempre una tensione di comando del motore da 36 Vcc e un segnale di controllo della posizione tramite sensore Reed.

Dopo aver collegato il V-Box al motore e al decoder (nel nostro caso un Clarke-Tech 5000C su cui avevamo in precedenza caricato gli ultimi settings motorizzati disponibili su Digital-Sat.it) consigliamo di effettuare un reset del V-Box con l'apposito tasto del telecomando dopo aver “bucato” la mascherina delle serigrafie. A questo punto è necessario posizionarsi sul canale RaiUno di Hot Bird ed entrare nel menu d'impostazione antenna del decoder che nel nostro caso si trova in Installazione > Impostazione motorizzati.

Sempre sul decoder C-Tech 5000 si seleziona il transponder di riferimento (preferendo una frequenza facilmente ricevibile, cioè con un segnale DVB-S potente), posizionarsi sulla voce Puntamento e, con i tasti freccia destra/sinistra, attivare il motore fino ad orientare la parabola a 13° Est.

Per il movimento passo-passo, ovvero quello di precisione, si utilizza invece la voce Puntamento fine, tenendo sempre d'occhio le barre di livello e qualità del segnale che appaiono in basso. I numeri che scorrono sul display del V-Box sono i passi rilevati dal sensore Reed e possono tranquillamente essere ignorati.

Raggiunta la posizione a 13° Est, ci si sposta sulla voce Conferma/Riprova e si preme il tasto OK sull'opzione Confermare. Sul display del V-Box II apparirà la scritta “P01” a conferma che il posizionatore abbia associato correttamente la posizione 1 allo slot di Hot Bird 13° Est.
Dopo aver verificato che il satellite puntato sia effettivamente l'Hot Bird (basta sintonizzare qualche canale oppure, nel caso del CTech 5000C Plus utilizzare la funzione Sat Finder che mostra lo spettro con le portanti attive) si ripete la stessa procedura selezionando un nuovo satellite.

Per la nostra installazione abbiamo associato alle prime tre posizioni gli slot a 13° Est (1), 19,2° Est (2) e 16° Est (3) per poi proseguire verso Ovest o Est con tutti gli altri. Giunti al fine corsa meccanico del motore verso Ovest (oppure Est) si ritorna a 19,2° Est e da qui si procede verso Est (oppure Ovest) fino al fine corsa meccanico, completando la memorizzazione di tutte le altre posizioni.

Questa procedura permette di spostare la parabola di pochi gradi per volta aumentando la probabilità di agganciare lo slot successivo anche se il segnale è molto debole.
In caso di problemi si possono selezionare altre frequenze di riferimento o annullare l'operazione ritornando all'ultima posizione memorizzata.

Per maggiore sicurezza, quando ci si trova nei pressi dei fine corsa meccanici consigliamo di impostare il limite software del decoder tramite le apposite voci (Limite - Fissare lim. orient. e occid.). In questo modo, qualora uno dei due microswitch finecorsa dovesse guastarsi, il motore si bloccherà comunque grazie al limite software, impedendo possibili guasti al polarotor.
Dal momento che il decoder controlla automaticamente qualsiasi operazione del V-Box II, compresa l'accensione e lo spegnimento, è possibile installarlo anche in posizione nascosta oppure in solaio, soffitta, ecc.

DATI TECNICI DICHIARATI
Alimentazione motore: 36 Vcc, 3A massimi - connettori rapidi a morsetto
Ingresso sensore motore: Pulse e massa (sensore Reed) - connettori rapidi a morsetto
Uscita LNB e ingresso Decoder: Connettori F (passaggio trasparente)
Protocolli di gestione motore: DiSEqC 1.2 e 1.0
Indicatori luminosi: Alimentazione, spostamento Est/Ovest, posizione memoria, limiti, contapassi, errore (limiti raggiunti o blocco motore)
Funzionalità: Controllo manuale (99 posizioni), automatico DiSEqC 1.2 (99 posizioni) e DiSEqC 1.0 (4 posizioni); Resync (riallineamento automatico posizioni satelliti); Limiti software Est/Ovest impostabili manualmente; telecomando per controllo manuale (obbligatorio) e automatico DiSEqC (facoltativo); protezioni da corto-circuiti e sovraccarico; circuito antidisturbo; compatibilità con attuatori H-H (orizzonte-orizzonte 180°) e pistone
Alimentazione: 180÷240 Vac - 50/60 Hz
Consumo: 90 watt max (5 watt in standby)
Dimensioni (LxAxP): 230x65x165 mm
Peso: 1,6 kg
Prezzo: Euro 49,00

DA SEGNALARE
+ Controllo motore manuale e automatico
+ Interfaccia DiSEqC 1.0 e 1.2
+ Compatibile con i motori a pistone/H-H da 36 Vcc
+ Semplice da installare e configurare
+ Display a Led con indicatore di spostamento est-ovest
+ Telecomando in dotazione

PER INFORMAZIONI
Antenna Plus
www.antennaplus.it
Tel. 02 314482

Due Emme Antenne
www.dueemme.com
Tel. 0571 931575

Pubblica i tuoi commenti