Ricevitore SAT CI CAS HD Edision Argus Piccollo Plus HDip

In sintesi
Ai progettisti tedeschi di Edision va riconosciuto il merito di aver migliorato ulteriormente un eccellente prodotto, sia grazie a due semplici ma fondamentali “add-on” come lo slot Common Interface e la Ethernet sia attraverso una costante revisione del firmware. La compatibilità con qualsiasi impianto satellitare (SCR compresi), l’autoconfigurazione DiSEqC, la predisposizione PVR via USB (FAT32 e NTFS), il CAS Conax facilmente programmabile con un firmware “emu” e il pannello reclinabile full-size rendono Piccollo Plus HDip non solo uno dei migliori decoder satellitari HD sul mercato ma anche il più compatto e funzionale. Nei futuri aggiornamenti del firmware, a nostro avviso i progettisti dovrebbero concentrarsi principalmente sul mediaplayer, attualmente refrattario a gran parte dei video DivX, e sulle applicazioni Ethernet che potrebbero facilitare l’integrazione del decoder in una rete LAN domestica multimediale.

Giugno 2012
La famiglia Piccollo comprende diversi modelli di decoder, tutti con tuner HD satellitare, terrestre o cavo, che si distinguono per le dimensioni compatte (solo 220x160x45 mm) e le numerose funzionalità. La versione Plus HDip protagonista del test di oggi è la più “ricca” e versatile perché, oltre al tuner DVB-S2 HD, al CAS Conax programmabile e alla porta multimediale USB, aggiunge uno slot Common Interface e l’interfaccia Ethernet per collegare il decoder alla rete e a Internet.
L’apparecchio può memorizzare fino a 6000 canali satellitari, gestisce svariate tipologie di parabole fisse e motorizzate, supporta gli LNB SCR, registra i programmi su chiavette e hard disk USB, vanta un generoso display a LED integra diverse web-app (RSS Reader, meteo, ecc.) e, non ultimo, un menu OSD realizzato con cura e semplice da navigare.

Menu HD con navigazione a carosello
Il menu OSD è quasi identico agli altri modelli Piccollo e convince sia per l’eccellente qualità e pulizia della grafica, con la finestra centrale che mostra i sottomenu delle 8 sezioni rappresentate anche da un’icona colorata e disposte a carosello sia per la ricchezza e l’organizzazione delle voci. Come spesso accade nei decoder di origine estera, però, la traduzione italiana è talvolta imprecisa.
Canale permette di organizzare le emittenti radiotelevisive (spostamento, blocco, eliminazione, cambio nome, salto), creare fino a 32 liste preferite con il supporto di filtri per gruppo, satellite, transponder e broadcaster, ricercare il canale desiderato attraverso il motore di ricerca interno, impostare la lista Tv semplice oppure standard, attivare i sottotitoli e la funzione di spegnimento automatico, disabilitare il display in stand-by, scegliere il canale IR del telecomando, gestire l’alimentazione dell’uscita antenna IF in standby (controllo loop) e personalizzare la grafica OSD (durata banner, posizione sopra/sotto, trasparenza e ripristino impostazioni di fabbrica).
Installazione contiene le voci per la configurazione dell’impianto satellitare e le barre di livello e qualità del segnale ricevuto in base al transponder selezionato, eventualmente accompagnate da un tono acustico per ottimizzare il puntamento della parabola anche senza guardare lo schermo. Con i tasti colorati attiviamo la scansione totale e del singolo transponder (tasti rosso e verde), l’editing del database dei transponder (giallo) e dei satelliti (SAT), il rilevamento automatico delle porte DiSEqC (blu) e la ricerca Blind-Scan (bianco). In questa sezione troviamo anche la procedura di autoinstallazione (rilevamento automatico posizioni DiSEqC e successiva ricerca automatica) e lo strumento per calcolare i dati di puntamento dell’antenna.

Preferenze sistema riguarda la scelta della lingua (menu, EPG, teletext, sottotitoli e audio con eventuale priorità della traccia multicanale Dolby), la configurazione del Parental Control (blocco menu e/o canali, modifica password) e dell’orologio/datario (manuale/automatico, correzione GMT, ora legale, visualizzazione permanente dell’orologio sia in standby che durante il funzionamento), la programmazione degli 8 timer (frequenza, registrazione/visione/messaggio, evento compleanno/anniversario, data, ora di inizio, durata, spegnimento o standby al termine dell’evento).
Il sottomenu Controllo Audio/Video ospita i settaggi di risoluzione (automatica o nativa HDMI, 480i, 576i, 720p@50-60 Hz, 1080i@50-60 Hz – a seconda dell’uscita RGB o CVBS), formato (16:9, 4:3 Pan&Scan, 4:3 Letterbox, auto), standard (CVBS/RGB – anche se quest’ultima non è utilizzabile vista l’assenza della presa Scart) e audio S/PDIF (LPCM o Dolby).

Dal menu Sistema possiamo accedere ai dati di programmazione del decoder (versioni software, hardware, loader), ripristinare le impostazioni di fabbrica, cancellare tutti i canali, aggiornare il firmware e i settings via RS-232 e USB, effettuare un backup delle impostazioni (firmware, bootloader, settings, ecc.) sempre via USB.
Gioco contiene i videogame Tetris, Snake e Othello mentre Accesso Condizionato permette di visualizzare le informazioni e le opzioni del CAS, del modulo Common Interface e delle smart card.
La sezione USB è dedicata alle funzioni Mediaplayer e PVR, con cui accedere ai file multimediali e alle registrazioni, visualizzare le informazioni del dispositivo USB (volume, spazio totale/libero/occupato, spazio riservato Timeshift, file system), formattarlo, rimuoverlo e testarne la velocità, impostare il PVR (Timeshift on/off anche durante una registrazione, formato TS/TP/PS, registrazione criptati/in chiaro – pre o post CAM/CAS, HDD sleep, salto). Internet ospita i settaggi Ethernet (DHCP on/off, IP, subnet mask, gateway, DNS 1/2, Mac Address), la procedura di aggiornamento firmware via Internet (HTTP o FTP), il client FTP, i servizi meteo (Weather Forecast) e RSS (Reader).

PER INFORMAZIONI
Early Bird
www.earlybird.it
Tel. 348 7212615

Vuoi scaricare gratuitamente il test in formato pdf:
http://www.01net.it/01NET/Photo_Library/975/eur233_EdisionArgusPicc_pdf.pdf

Pubblica i tuoi commenti