Ricevitore Sat FTA Megasat DVB-3200

In sintesi
Un decoder acquistabile con meno di 30 euro che consente di memorizzare fino a 4000 canali con ricerca manuale/automatica e gestire gli impianti motorizzati anche di tipo USALS è senza dubbio una proposta interessante. Se poi è anche costruito bene, affidabile e con un parco connessioni di tutto rispetto (c’è addirittura la doppia uscita audio digitale), allora siamo di fronte ad un vero e proprio “best buy”. In sostanza si tratta del migliore decoder ultraeconomico da noi testato finora, una occasione da prendere al volo per chi cerca un apparecchio da affiancare allo Skybox o per chi vuole scoprire il mondo della Tv sat e preferisce selezionare ogni singolo componente piuttosto che accontentarsi di un kit “all-inclusive”.

Novembre 2008. Già in passato ci siamo occupati dei decoder ultraeconomici sottolineando come il rapporto qualità/prezzo sia spesso molto soddisfacente. Con meno di 40-50 euro ci si porta a casa un apparecchio che non ha nulla da invidiare, come dotazione di funzioni, a modelli ben più costosi.
Capita però che questi decoder siano spesso costruiti in modo un po’ approssimativo e senza alcune funzioni importanti come l’uscita RGB dalla presa Scart Tv e il Teletext integrato.

Il decoder Megasat DVB-3200, protagonista del test di oggi, supera queste limitazioni assicurando non solo la stessa robustezza e cura nell’assemblaggio dei modelli ben più costosi ma anche una ricca serie di funzioni e dotazioni.

L’apparecchio è innanzitutto compatibile con qualsiasi impianto d’antenna, dal semplice mono-feed al motorizzato DiSEqC 1.2/USALS, dispone di 4000 canali di memoria, timer VCR e lista preferiti, guida EPG, ricerca automatica multisatellite e manuale, giochi, menu OSD avanzato, doppia Scart per Tv e VCR, duplice uscita audio digitale (ottica ed elettrica).

Il decoder Megasat DVB-3200 è inoltre semplice da utilizzare, abbastanza rapido nello zapping e può caricare firmware alternativi (o, meglio, patch) per l’accesso ai canali criptati.
Grazie a queste caratteristiche e al prezzo molto contenuto (solamente 29,90 euro IVA inclusa), il nuovo esemplare della famiglia Megasat può rappresentare il compagno ideale di un secondo decoder come lo Skybox oppure l’attore principale in sistema di ricezione a basso costo ma dalle prestazioni interessanti.

Semplice e molto chiaro
Il menu OSD ha una grafica piacevole, curata e una organizzazione delle voci piuttosto efficiente. Le cinque sezioni - Preferenze dell’utente, Installazione, Modifica il canale, Imposta il sistema, Giochi - sono rappresentate da altrettante icone che si “illuminano” quando vengono selezionate mostrando sullo schermo le voci ed i sottomenu disponibili.
La traduzione italiana delle voci risulta però talvolta imprecisa e può capitare di trovare nello stesso menu termini sia in italiano che in inglese.

La prima sezione, Preferenze dell’utente, riguarda l’aspetto del menu (lingua, trasparenza, durata banner, finestra orologio), la configurazione video (standard Tv, segnale in uscita dalla Scart Tv - RGB/CVBS, formato immagine), la regolazione dell’orologio e del datario (GMT, tempo locale, ora legale, formato data), la programmazione del timer VCR (8 eventi per essere avvisati dell’inizio di un programma per la registrazione o la visione) e la gestione del Parental Control (blocco menu/gestione canale/installazione/impostazioni sistema/settings/canale/ricevitore, blocco automatico).

Il menu Installazione permette di associare ad ogni singolo satellite presente nel database le impostazioni dell’impianto di ricezione (tipo LNB, frequenza O.L., DiSEqC, alimentazione LNB) e di verificare il corretto agganciamento del segnale di un transponder a scelta tramite le barre di qualità e livello che appaiono ai piedi della finestra, gestire il database dei satelliti e dei transponder (aggiunta, modifica, eliminazione), effettuare la ricerca automatica dei canali da uno o più satelliti/transponder, configurare l’eventuale motore monocavo DiSEqC 1.2 o USALS installato nel sistema.

La sezione Modifica il canale contiene tutte le voci per la gestione dell’elenco dei canali radiotelevisivi (editing PID/frequenza, cambio nome, eliminazione, spostamento, salto, blocco) e la creazione fino a 8 liste di canali preferiti.

Dal menu Imposta il sistema possiamo accedere alla visualizzazione dei dati di programmazione (hardware, boot loader, firmware, ecc.), operare il ripristino dei parametri di fabbrica (reset), avviare l’aggiornamento firmware via satellite (OTA manuale/automatico) oppure via seriale, l’impostazione del codice telecomando, l’attivazione della modalità Hotel (per la protezione di tutte le opzioni di menu tramite password) e la modalità di funzionamento del display in standby (spento oppure attivo con orologio).

La voce Giochi, infine, contiene due videogame classici come Tetris e Serpente.

Sintonia multi satellite/transponder
Il decoder Megasat 3200 permette di effettuare la ricerca dei canali satellitari in modo semplice e flessibile, sia in modo automatico sia manuale.

La modalità di ricerca automatica su un singolo satellite si trova in Installazione -> Lista dei satelliti -> Rivedi satellite e permette ai possessori di un impianto monofeed di catturare tutti i canali irradiati da uno slot orbitale mentre quella multisatellite (multi satellite search) consente di selezionare per la ricerca tutti i satelliti ricevibili con il proprio impianto dual-feed, multifeed o motorizzato.

La ricerca manuale è disponibile anch’essa in modalità singolo/multi transponder (rispettivamente in Installazione -> Lista degli interlocutori -> Tp Edit e Multi-TP search) e, come per quella satellitare, permette di ricercare i canali che trasmettono da una o più frequenze di un satellite, liberamente selezionabili dal database interno.

Per entrambe le modalità automatica e manuale è possibile espandere la ricerca ai transponder collegati (opzione NIT) e/o catturare le sole emittenti gratuite, ovvero in chiaro, e decidere se il nuovo elenco dovrà sovrascrivere quello precedente oppure affiancarlo. Manca, invece, la possibilità di discriminare i canali televisivi da quelli radiofonici.

Durante la scansione, veloce e precisa, vengono mostrati in diverse finestre i canali Tv e Radio trovati (con il simbolo $ se criptati), il satellite ed il transponder esaminato (numero/totale, frequenza, polarità, SR), le barre di livello/qualità del segnale e di avanzamento della ricerca, tutte accompagnate dal dato in percentuale.
Al termine viene offerta la possibilità di salvare la ricerca oppure rifiutarla ritornando così all’elenco precedentemente memorizzato.

Oltre allo zapping con i tasti freccia Su/Giù e alla composizione diretta del numero di memoria tramite il telecomando, la selezione del canale desiderato avviene tramite il navigatore (Lista del Canale) che appare con il tasto OK.

Due le modalità di visualizzazione disponibili: semplice, con l’elenco dei canali (10 per pagina), il satellite attivo ed i principali parametri di sintonia, e avanzato (20 canali per pagina) che comprende anche le barre di livello/qualità del segnale, le opzioni di scelta del satellite e ordinamento per lettera alfabetica, transponder, sistema di accesso condizionato utilizzato.

Banner ricco, EPG spartana
Anche il banner canale è molto curato graficamente e prodigo di informazioni, tutte perfettamente visibili anche a grande distanza dal teleschermo.
Nella parte superiore troviamo le barre di livello e qualità del segnale, le icone che confermano la presenza dei servizi EPG e teletext, la codifica del segnale, il blocco d’accesso e l’inserimento in uno degli elenchi preferiti, il numero ed il nome del canale e la tipologia (Tv o radio).

Nella parte inferiore sono invece riportati il nome del satellite, la frequenza, la polarità e il symbol rate del canale sintonizzato, l’orario di inizio e il titolo dell’evento in onda e successivo.
Se si è scelto di attivare l’orologio tramite il menu OSD, nell’angolo in alto a destra del teleschermo apparirà anche l’orario corrente.
Con il tasto i è possibile ottenere le informazioni dettagliate (se disponibili), l’orario di inizio/fine e la data del solo programma in onda.

La guida EPG, visualizzata in sovrimpressione alle immagini Tv, è invece piuttosto scarna e si limita a fornire il palinsesto giornaliero o settimanale di un singolo canale per volta (scelto dall’elenco generale) e le informazioni estese (tema, protagonisti, trama, ecc.).Di contro offre il collegamento al timer VCR per la programmazione diretta previa selezione dell’evento desiderato.

Firmware alternativi
Anche questo decoder, come la quasi totalità dei decoder digitali satellitari di ultima generazione, può emulare diversi sistemi di accesso condizionato grazie ad appositi firmware modificati (alternativi) caricati al posto di quello ufficiale o tramite “patch” (pezze) che modificano il firmware.

L’assenza dello slot per smart card rende tuttavia necessaria anche l’emulazione delle chiavi di accesso con conseguente aggravio del rischio di denuncia per pirateria informatica, che scatta già con la semplice manomissione del firmware originale. I firmware “patchati”, disponibili senza troppe difficoltà sul web (al contrario di quelli ufficiali praticamente irreperibili) si caricano nel decoder tramite la porta seriale RS-232 collegata ad un PC con cavo null-modem.

Completano la dotazione del decoder Megasat 3200 lo zoom ed il fermo immagine digitali, il Teletext integrato (anch’esso in sovrimpressione alle immagini Tv), il mosaico multi schermo navigabile (9 canali) e lo sleep timer (da 180 a 10 minuti).

Collegamenti possibili
Nonostante il posizionamento da “primo prezzo”, il decoder Megasat 3200 dispone di un parco connessioni simile a quello di molti altri decoder di medio ed alto livello.

Da sinistra troviamo le due prese coassiali F per il collegamento all’impianto d’antenna e ad un eventuale decoder secondario (in cascata), le prese Scart VCR e Tv compatibile con i segnali video CVBS e RGB, una serie di Cinch RCA che forniscono in uscita i segnali audio analogici e digitali per un impianto Hi-Fi o Home Theater, e quello video CVBS per un eventuale ripetitore di segnale o modulatore.

A destra dei Cinch sono, infine, ospitati una seconda uscita audio digitale, questa volta di tipo ottico (presa Toslink), la RS-232 necessaria per comunicare con un PC o un decoder gemello e l’interruttore di alimentazione generale.

Anche in questo modello la Scart VCR è bidirezionale (in/out) con passaggio dei segnali AV in ingresso verso la Scart TV mentre entrambe le uscite audio digitali sono compatibili con i formati PCM 2.0 e Dolby AC3 2.0/5.1

DATI TECNICI DICHIARATI
Ingressi/uscite antenna IF: 1/1 (passante)
Frequenza di ingresso: 950÷2150 MHz
Canali memorizzabili: 4000
Symbol Rate: 2÷45 Msym/s
Comando LNB/motori: DiSEqC 1.0/1.1/1.2/1.3 (USALS)
Connessioni Video: 2 Scart (TV: CVBS Out, RGB Out; VCR: CVBS In/Out, RGB In), 1 Cinch (CVBS Out)
Connessioni Audio: 2 Cinch (analogico Out), 1 Toslink e 1 Cinch (uscite digitali ottica ed elettrica compatibili PCM/Dolby AC3)
Presa RS-232: D-Sub 9
Modulatore RF: No
Teletext: Integrato
Altre funzioni: Giochi, zoom e fermo immagine digitali, mosaico, timer VCR, sleep timer, upgrade firmware via RS-232/OTA
Alimentazione: 170÷240 Vac – 50/60 Hz
Consumo: 30 watt max
Dimensioni (LxAxP): 250x40x180 mm
Peso: 1 kg
Prezzo: Euro 29,90

DA SEGNALARE
+ Semplicità d’uso e configurazione
+ Ricerca multitransponder/multisatellite
+ Compatibile DiSEqC 1.2/1.3 (USALS)
+ Firmware patchabile
+ Doppia uscita audio digitale
+ Ottimo rapporto qualità/prezzo

Dati apparecchio in prova
Loader: v 1.0.6
SW: v 1.0 – 15/11/2007
HW: BMSQ002 (0502)

PER INFORMAZIONI
Chip Planet
www.chipplanet.it
Tel. 091 525455

Pubblica i tuoi commenti