Ricevitore SAT TivùSat Digiquest Tivùsat

In sintesi
Il Tivùbox di Digiquest è tra le soluzioni più semplici, pratiche e affidabili attualmente disponibili sul mercato, progettate per ricevere i canali a definizione standard della piattaforma TivùSat e i (pochi) applicativi interattivi MHP “non broadband” ancora disponibili. Si programma con pochi e semplici passaggi (basta una parabola fissa puntata a 13° Est), supporta la tecnologia SCR (ma non le antenne motorizzate mono-cavo), sintonizza i canali secondo diverse modalità e li organizza in 4 liste colorate. Come in altri Tivùbox, troviamo la ricerca dedicata e la funzione di aggiornamento del firmware e canali anche in Stand-by. Anche il parco connessioni è completo grazie alla doppia SCART e all’uscita audio digitale. Peccato solo per la mancanza della guida EPG Tivù, sostituita da quella standard DVB, e per l’assenza della spia LED che indica la modalità Stand-by “normale” (è disponibile solo per quella “profonda”).

Novembre 2013
Per il suo primo (e al momento unico) Tivùbox, l’azienda californiana Digiquest, distribuita in Italia da Cardmania, ha scelto una piattaforma hardware essenziale, affidabile e super collaudata. Lo scopo è molto semplice: garantire a tutti, anche ai principianti, il pieno supporto ai canali e ai servizi offerti da TivùSat senza troppe complicazioni, con l’unica eccezione delle trasmissioni HD e delle applicazioni broadband. Il tuner DVB-S sintonizza fino a 4000 canali TV e Radio mentre la funzione LCN li ordina secondo la numerazione della piattaforma TivùSat. Il ricevitore Digiquest TivuSat è già predisposto, senza richiedere alcun intervento manuale, alla gestione di una parabola mono-feed puntata a 13° Est (la posizione di TivùSat) ma con pochi e semplici passaggi si adatta senza difficoltà anche a sistemi dual-feed, quadri-feed e SCR, escludendo invece quelli motorizzati mono-cavo. Sono disponibili anche quattro liste preferite (rossa, verde, gialla, blu associate ai tasti colorati del telecomando) dove copiare i canali più visti o divisi per genere. Come tutti i Tivùbox, il decoder è dotato di un CAS Nagravision Tiger espressamente studiato per decodificare i canali “free-to-view” della piattaforma TivùSat, abbinato a due slot smart card.
Troviamo, inoltre, il timer di accensione e spegnimento che avvisa il telespettatore sull’inizio del programma preferito per la visione o l’eventuale registrazione con dispositivi esterni e l’uscita ottica S/PDIF per la connessione ad impianti Home Theater per una riproduzione audio di alta qualità. Il parco connessioni comprende anche due SCART per TV, VCR, DVD-R, modulatori RF e AV Sender.
La certificazione TivùSat (bollino blu) conferma la presenza delle funzioni di ricerca del firmware e dei canali anche in Stand-by e il Parental Control per proteggere canali, programmi e voci di menu da accessi indesiderati.

Menu ordinato ed essenziale
Il menu OSD è organizzato secondo logica e non troppo affollato, perfetto per i principianti e per chi rifugge dalle complicazioni.
Gestione canali organizza le liste TV e radio suddivise in gruppi predefiniti (TivùSat, Hotbird, ASTRA 19e, Eurobird 9°) o preferiti (rosso, verde, giallo, blu), ossia consente di cambiare posizione ai canali soverchiando l’ordinamento LCN, cambiare nome ed eliminare quelli indesiderati. Le quattro liste preferite sono accessibili con i tasti colorati del telecomando.
Installazione contiene le voci per la configurazione della parabola (satellite, porta DiSEqC, canale SCR, alimentazione LNB), la modifica del database transponder e satelliti, la sintonizzazione dei canali secondo diverse modalità che vedremo in seguito.
Sistema raggruppa i settaggi e le funzioni principali del decoder come le uscite audio/video e le schermate OSD. Ad esempio, si può scegliere il formato immagine e schermo (4:3/16:9, Letter Box, Pan&Scan, auto), l’uscita Scart TV tra RGB e CVBS), il Paese e la lingua dell’audio, del menu, del teletext e dei sottotitoli (principali e secondari), la durata del banner canale. Sempre in questa sezione troviamo le opzioni di Sicurezza che proteggono menu, canali e singoli programmi (per fascia d’età) con una password, l’aggiornamento manuale o automatico dell’orologio e l’autostart delle applicazioni che, se attivato, lancia automaticamente le App MHP quando viene sintonizzato il canale che le ospita. Per rendere più fluido lo zapping, consigliamo di disattivare questa funzione e di caricare manualmente le App con l’omonimo tasto del telecomando.
Strumenti ospita i dati tecnici del decoder (versioni hardware, software, ecc.), informa sulle novità presenti nel nuovo firmware dopo un aggiornamento, programma l’accensione e lo spegnimento automatici su un canale a scelta con cadenza giornaliera ed eventuale ritardo, aggiorna il firmware ed i canali TivùSat in modo automatico o manuale, verifica il livello del segnale tramite le barre di qualità e intensità su un qualsiasi transponder e satellite, resetta il decoder come appena uscito dall’imballo, mostra la guida rapida all’uso del menu e del telecomando.
L’ultima sezione, Tivùsat, è interamente dedicata alla smart card TivùSat e al CAS Nagravision Tiger (numero tessera e versione accesso condizionato) permettendo l’abilitazione di uno dei due slot disponibili.

PER INFORMAZIONI
Cardmania-Multimedia
info.digiquest.it
www.digiquest.it

Vuoi scaricare gratuitamente il test in formato pdf:
http:///01NET/Photo_Library/1121/eur250_digiquest_pdf.pdf

Pubblica i tuoi commenti